CONSEGNA GRATUITA SOPRA 30€

candelabri antichi

Indice

  • Candelabri antichi: eleganza senza tempo...
  • Candelabri antichi: illuminazione soffusa
  • Candelabri antichi: consigli di stile
  • Candelabri antichi: come pulirli

L’illuminazione in una casa è fondamentale se si desidera un’atmosfera romantica adatta ad una serata in compagnia della persona che amate. Lasciatevi ispirare dalla bellezza e l’eleganza dei candelabri antichi e seguite i consigli e le proposte di Westwing.

Candelabri antichi: eleganza senza tempo…

L’illuminazione di un ambiente è molto importante se si desidera un’atmosfera rilassata e accogliente della quale godere insieme alla persona che si ama oppure nelle serate in compagnia di amici. Avete mai pensato di optare per una luce naturale, evitando LED e lampadine alogene? Una fonte non artificiale è sicuramente più adatta per una serata romantica e dal tono nostalgico.

Immaginate di preparare una deliziosa cenetta per la persona che amate che, rientrando a casa, si ritrova davanti una tavola imbandita resa irresistibile grazie ad una mise en place perfetta, ad un centrotavola particolare ed emozionale e soprattutto una coppia di candelabri antichi in grado di rendere l’atmosfera unica ed indimenticabile. I candelabri antichi, veri protagonisti del salotto, sono l’ideale per gli stili più disparati: moderno, contemporaneo o classico un candelabro antico è sempre la scelta migliore.

Candelabri antichi: illuminazione soffusa

Gli incantevoli giochi di luce delle fiammelle sulle pareti e il fascino di un’epoca antica e ormai passata si incontrano nei candelabri antichi, che arricchiranno la vostra casa con caldi riflessi e un’allure del tutto particolare. Le origini dei candelabri antichi risalgono addirittura all’antica Roma quando venivano utilizzati di bronzo o marmo come indispensabili oggetti d’uso casalingo e quotidiano. In ottone o in ceramica, in bronzo o in legno ricoperto da foglia d’oro: qualunque sia il materiale in cui è realizzato, il candelabro antico è caratterizzato da intarsi e fregi raffinati che lo rendono un oggetto da collezione molto ambito ed elegante.

La funzione principale dei candelabri antichi è quella di decorare la casa e i più diffusi sono soprattutto quelli in argento e ferro battuto, ideali per le case in stile romantico, classico e barocco. Disponete ad esempio una coppia di candelabri antichi su quella consolle che avete scovato in un mercatino dell’antiquariato e abbinateli a centrini vintage e statuine in ottone per un risultato di sicuro effetto.

candeliere

Candelabri antichi: consigli di stile

Avete ritrovato una coppia di splendidi candelabri antichi in un baule nella soffitta della casa della nonna e vi state chiedendo come potreste inserirla nel vostro appartamento arredato con uno stile decisamente moderno senza che stoni con il resto del mobilio. Niente paura: se è vero che i candelabri antichi trovano la loro collocazione ideale in case dallo stile classico, è altrettanto vero che possono regalare un tocco di stile in più anche ad appartamenti dal gusto più contemporaneo. Provate ad esempio a disporre tanti candelabri antichi di misure diverse su una mensola della libreria di design, con un disordine solo apparente: si dimostreranno un complemento d’arredo di grande effetto e dal fascino innegabile.

Candelabri antichi: come pulirli

Prestare molta attenzione e cura nei riguardi degli oggetti dei quali ci circondiamo è fondamentale se si desidera preservare la loro bellezza a lungo. Un candeliere antico è un oggetto che necessita di un’attenzione e manutenzione particolare. E’ necessario seguire dei semplici passaggi che permettano di mantenerlo sempre in ottime condizioni. Qualsiasi sia il materiale in cui i vostri candelieri sono realizzati, la prima cosa da fare consiste in ogni caso nel prendere un panno morbido in cotone e di togliere lo strato di polvere. Seguite i consigli di Westwing e assicurate lunga vista al vostro candelabro preferito:

  • I candelabri in argento vanno puliti con gli appositi prodotti, indicati e pensati appositamente per questo tipo di materiale. Un trucchetto naturale invece potrebbe essere quello di pulirli utilizzando del comune dentifricio in tubetto, da rimuovere con acqua tiepida, o una miscela di limone e bicarbonato.
  • Quelli in ferro battuto vanno invece immersi in una soluzione di acqua bollente e detersivo o ammoniaca per qualche ora, per poi essere strofinati con un panno morbido imbevuto nell’olio d’oliva in modo che tornino al loro splendore originario.
  • Anche per la pulizia dei candelabri antichi in ottone si può ricorrere, in alternativa a detergenti aggressivi, a prodotti naturali amici dell’ambiente. Preparate in un bicchiere una miscela di aceto, limone, sale e detersivo con strofinerete la superficie dei candelabri usando una spugnetta morbida. Risciacquate poi il tutto con acqua o un panno umido et voilà, il gioco è fatto!

Lasciati ispirare dalle nostre guide dedicate alle Decorazioni: i consigli dei nostri esperti vi aiuteranno a scegliere gli accessori perfetti per la tua casa!