Divani classici

Indice

  • Il fascino senza tempo dei divani classici
  • Come abbinare i divani classici in casa
  • Quale modello scegliere?

Per rilassarti guardando la tua serie tv preferita o per passare una serata divertente con gli amici, nel tuo living non può mancare un confortevole divano. E, perché no, deve essere anche bello: se vuoi metterlo al centro dell’attenzione, opta per un modello che ti aiuti a definire meglio il tuo stile e soprattutto quello della casa in cui vivi. Ami la tradizione? Allora i divani classici sono quello che fa per te: leggi quali sono le loro caratteristiche, scopri tutti i formati standard e infine lasciati ispirare dai nostri suggerimenti di home interior per trovare gli abbinamenti perfetti.

Il fascino senza tempo dei divani classici

Quando si parla di divani classici, si apre letteralmente un mondo di possibilità. Sebbene vengano spesso messi in contrapposizione con quelli moderni, il confine è labile. Ad esempio, un sofà tradizionale in pelle può funzionare persino in un appartamento contemporaneo, tutto merito di linee e materiali che non conoscono età. Se stai cercando quello giusto, ecco le caratteristiche e i pregi principali da tenere in considerazione.

  • Il classico non passa mai di moda: ci sono tanti buoni motivi per cui i divani classici resistono alle nuove tendenze, e il primo è la loro versatilità.
  • Tante fasce di prezzo: i modelli tradizionali sono disponibili in versioni più o meno costose, per adattarsi a ogni tipo di budget. Il prezzo dipende soprattutto dal brand e dai materiali utilizzati per la struttura.
  • Materiali di pregio: le opzioni sono tante, ma lo scopo è sempre quello di avere un arredo praticamente eterno. La struttura può essere in legno o metallo, mentre per il rivestimento si va dalla pelle, sicuramente la più cara, al tessuto, pratico ed economico.
  • Colori sobri: una caratteristica che accomuna i diversi modelli dello stile classico è la sobrietà cromatica, ideale per creare un’atmosfera elegante e favorire gli abbinamenti.

Come abbinare i divani classici in casa

Quando si decide lo stile dominante per una stanza, il colore è l’ingrediente segreto per ottenere un equilibrio raffinato. Nel caso dei divani classici si va dai toni neutri, come bianco, avorio e beige, a quelli decisi come blu notte, rosso scuro e marrone. Se ti piace rinfrescare lo stile del tuo salotto in base all’umore e alle stagioni, usando cuscini, tappeti e tende, scegli un modello in un colore chiaro per avere tutta la libertà che ti serve.

Non sai da dove partire per identificare la palette adatta? Guardati intorno e osserva bene arredi e finiture già presenti nella zona da arredare: con un parquet bruno e mobili in legno, punta sul neutro con un divano classico in bianco, che alleggerirà visibilmente lo spazio. Completa con un poggiapiedi o una poltrona dello stesso colore, poi aggiungi un piccolo accento in giallo, verde o rosso grazie agli accessori.

Per quanto riguarda il tipo di rivestimento, le fibre naturali come il cotone sono disponibili in diverse nuance, per inserirsi bene nella stanza e contribuire all’armonia generale. I divani classici in pelle, invece, sono perfetti per infondere personalità nel salotto: se parti da un ambiente semplice, lasciati conquistare da un sinuoso sofà bordeaux, perfetto in contrasto con pareti e pavimenti total white.

Divani classici

Quale modello scegliere?

Come avrai già capito, quando si parla di divani classici non si fa riferimento a un solo modello. Se stai cercando quello che fa al caso tuo, ecco alcune delle tipologie più comuni.

Chesterfield

I braccioli stondati e il rivestimento trapuntato sono i segni distintivi di questo iconico modello di divano classico. L’imbottitura confortevole lo rende il divano Chesterfield il luogo perfetto per rilassarsi a fine giornata; inoltre, è consigliato sia per interni contemporanei sia per quelli tradizionali.

Lawson

Il divano stile Lawson è un’icona nata all’inizio del Novecento e prende il nome dall’omonimo banchiere americano che lo ordinò al suo mobiliere. Cercava qualcosa di semplice, che si distinguesse dai tipici arredi vittoriani, e ottenne un formato diventato poi eterno. Questo tipo di sofà presenta braccioli stondati o quadrati che sono circa a metà altezza rispetto allo schienale.

Tuxedo

Concepito vicino a New York nei primi decenni dello scorso secolo, nella cittadina di Tuxedo Park, è considerato uno dei primi concept moderni del mondo dell’arredamento. La caratteristica principale è l’altezza di braccioli e schienale, che deve coincidere; a ciò si aggiungono le linee squadrate, dritte e rigorose.

Mid-Century

Se cerchi uno stile retrò in stile anni Cinquanta e Sessanta, acquista questo tipo di divano classico a 2-3 posti. La struttura è sempre in evidenza, con gambe in legno o metallo dorato, mentre la seduta è dolcemente curvilinea, resa particolare e femminile nel caratteristico formato a conchiglia con rivestimento in velluto. I nostri colori preferiti? Sicuramente quelli pastello, come il rosa e l’azzurro.

Trova il tuo preferito tra i tanti formati di divani classici e porta una ventata di novità in casa!