31 milioni di membri

Benvenuto!

  • Nuove offerte ogni giorno
  • Sconti fino a -70%
  • In esclusiva per gli iscritti

Sei registrato?

Divani componibili

Indice

  • Come sono fatti i divani componibili?
  • Divani modulari: i vantaggi
  • Via libera al colore!

Nella nuova ridistribuzione degli spazi abitativi, all’insegna della multifunzionalità e in stile open space, la flessibilità è diventata una priorità per gli arredi. In particolare, la scelta del divano influenza la funzionalità di un soggiorno. Un brillante esempio è rappresentato dai divani componibili, che non solo offrono tanti posti a sedere, ma consentono di modificare la configurazione secondo le proprie esigenze. Stai pensando di acquistarne uno? Abbiamo tutte le risposte che ti servono: scopri come sono fatti, quali vantaggi offrono e infine lasciati ispirare dai colori. Diventerà il tuo posto preferito in casa!

Come sono fatti i divani componibili?

Chiamati anche divani modulari, per via dei diversi moduli da comporre a piacimento, oggi sono diventati veri e propri oggetti del desiderio. Nella versione extralarge donano tutto il comfort che è possibile sognare, ma persino le versioni piccole riescono a sorprendere. Di solito sono disponibili diverse parti, che puoi agganciare una all’altra o lasciare libere: ecco una panoramica completa.

  • Moduli senza braccioli: di lunghezza variabile e con diverti tipi di rivestimento (tessuto, pelle, fintapelle e microfibra), possono essere aggiunti uno accanto all’altro per creare un divano della lunghezza che desideri.
  • Moduli con bracciolo a sinistra o a destra: progettati per essere posizionati all’estremità del divano, ne completano la forma.
  • Chaise longue: offre una seduta lunga, per distendere completamente le gambe, e può coincidere con il modulo con bracciolo.
  • Modulo poggiapiedi: i divani componibili spesso sono dotati di poggiapiedi della stessa altezza dei sedili del divano, da disporre dove preferisci.
  • Moduli speciali: se hai bisogno di una disposizione particolare, aggiungi un modulo con seduta reclinabile, posto letto oppure contenitore nascosto in cui inserire cuscini e plaid.

Per avere la certezza che il layout scelto si adatti alla stanza, misura la lunghezza dello spazio (tenendo conto di eventuali altri arredi come lampade da terra o tavolini), la distanza dal muro e ovviamente l’altezza dello spazio, considerando le mensole o eventuali quadri e decorazioni che potrebbero trovarsi sopra il divano. Hai ancora qualche dubbio? Usa del nastro adesivo di carta da applicare sul pavimento per avere la certezza che sia possibile aprire porte, ante e finestre.

Divani componibili

Divani modulari: i vantaggi

Il maggiore pregio del divano componibile è la dimensione regolabile, che ti permette di avere un vero e proprio modello su misura. Inoltre, il posizionamento è flessibile, anche nel tempo: puoi scegliere di lasciarlo aderente al muro o spostarlo centralmente nella stanza quando ne hai voglia, magari in occasione di una festa con amici.

Può essere modellato per adattarsi a stanze o aree specifiche e costruito con molte sedute aggiuntive rispetto a un divano tradizionale che generalmente ne ha solo due o tre. Questo lo rende un’opzione perfetta per le famiglie e per chi ha ampi spazi abitativi da valorizzare.

Non è da sottovalutare il comfort, che è davvero extra: puoi sdraiarti comodamente per riposarti, guardare un film e persino per dormire, avendo la certezza di poter contare sempre su una superficie ampia.

I divani componibili possono essere progettati per incorporare moduli che si adattino specificamente al tuo stile di vita o alle tue esigenze, ad esempio aggiungendo un tavolino, un portariviste e persino una mini libreria.

Via libera al colore!

I colori giocano un ruolo importante nella composizione dei moduli: con i divani componibili in tessuto si possono infatti creare abbinamenti cromatici personalizzati. Se la tua casa è impostata sul bianco e nero, con uno stile minimalista, vivacizza il salotto con un grande divano in due o tre tonalità a contrasto, per un originale effetto color block. Prova con il mix senape e grigio, di grande tendenza e molto elegante, oppure con qualcosa d’impatto come lilla e verde.

Se vuoi dare un aspetto classico e tradizionale, opta invece per toni neutri, che potrai esaltare con cuscini decorativi e pouf. I colori preferiti per i divani modulari sono sicuramente il beige, l’écru e il grigio chiaro, perfetti se l’ambiente è piccolo e vuoi farlo apparire più grande. Un’altra alternativa potrebbe essere quella di riservare dei colori forti ai moduli piccoli.

Sono diventati nuovi classici anche colori insoliti come il ruggine, il carta da zucchero e il verde muschio, particolarmente affascinanti se scelti con rivestimento in velluto. Se preferisci la pelle o la fintapelle, lasciati sedurre dal bianco, dal nero o dal rosso, tinte classiche e allo stesso tempo di carattere.

Fai spazio in casa: è impossibile non innamorarsi dei divani componibili. Trova il tuo preferito e divertiti con gli abbinamenti!