31 milioni di iscritti

Benvenuto!

  • Nuove offerte ogni giorno
  • Sconti fino a -70%
  • In esclusiva per gli iscritti

Sei registrato?

sedie scrivania

Indice

  • Le caratteristiche di una sedia da scrivania
  • Ergonomia
  • Supporto lombare
  • Schienale alto

Alcune persone trascorrono più tempo al lavoro, sedute davanti a un computer, di quanto ne trascorrono a dormire. Ecco perché è importante acquistare una sedia per scrivania che non sia solo bella, ma soprattutto comoda. Inoltre, dovrebbe supportare adeguatamente il corpo, grazie a una struttura ergonomica, e favorire la produttività. In questo articolo ti aiuteremo a valutare le caratteristiche fondamentali delle sedie da scrivania, a orientarti tra materiali e colori, ma anche a decidere se siano meglio i modelli con o senza rotelle. Buona lettura!

Le caratteristiche di una sedia da scrivania

Una buona sedia da scrivania dovrebbe renderti più facile svolgere il tuo lavoro o studiare, senza influire negativamente sulla tua salute. Stai cercando quella giusta per te? Ecco alcune caratteristiche che dovresti tenere a mente quando ne acquisti una.

Ergonomia

Non importa quanto tempo passi al lavoro, le sedie per scrivania ergonomiche sono pensate per garantirti massimo comfort. Vengono progettate proprio per alleviare lo stress quando si è seduti per un lungo periodo di tempo e farti sentire a tuo agio per tutta la giornata.

Supporto lombare

Una buona sedia da ufficio dovrebbe avere un supporto per la parte bassa della schiena, meglio se regolabile. Questo è importante per prevenire l’affaticamento eccessivo e la sciatica, una condizione che può essere debilitante.

Schienale alto

Per evitare il mal di schiena tipico di chi passa molto tempo al computer, acquista un modello con schienale alto che ti offra il giusto supporto. Potrai scegliere tra versioni più avvolgenti o rigide, in base alle tue preferenze; alcuni modelli sono anche dotati di poggiatesta.

Regolazioni

Normalmente le sedie da scrivania possono essere regolate in altezza, ma i modelli più avanzati hanno almeno cinque regolazioni. Oltre al già citato supporto lombare, sono importanti l’altezza del bracciolo, la profondità del sedile, l’inclinazione dello schienale e del poggiatesta.

Meccanismi di blocco

In aggiunta alle comuni opzioni di regolazione, alcuni modelli sono dotati di sistemi ergonomici più avanzati. Ad esempio, c’è un tipo di meccanismo che controlla fino a che punto puoi personalizzare l’angolazione del sedile e dello schienale, per evitare che il tuo corpo possa assumere una posizione sbagliata.

Sedia ergonomica

Colori e materiali: come scegliere

Visto che la comodità deve essere al primo posto, per il rivestimento della tua sedia da scrivania ti consigliamo di scegliere un materiale traspirante, ideale quando si è seduti per lunghi periodi. Il tessuto è una buona opzione, ma anche la pelle, la similpelle e i nuovi materiali sintetici offrono questa caratteristica. In particolare, sullo schienale potresti scegliere un inserto in mesh con il caratteristico effetto traforato.

La struttura portante di solito è realizzata in un mix di metallo e plastica, mentre è all’imbottitura che dovresti prestare massima attenzione. Nel caso sia troppo rigida potresti avere dolori alla schiena, mentre se fosse eccessivamente morbida potrebbe non sostenere bene il corpo.

Dal punto di vista dei colori, è tutta una questione di preferenze personali. Se il tuo home office è moderno e minimalista, con scrivania in cristallo e accessori di design, che ne dici di una poltroncina in bianco? Con una sedia da scrivania nera, invece, vai sempre sul sicuro: dall’ufficio classico a quello contemporaneo, è una vera garanzia.

Sedia da scrivania: fissa o con ruote?

La sedia da scrivania tradizionale, che quasi tutti abbiamo ben chiara nella mente, è dotata di una base girevole. Questa caratteristica le permette di ruotare liberamente per consentirti un facile accesso a computer, stampante e altro; diversamente, si rischia di affaticare il braccio nel tentativo di raggiungere i vari oggetti.

Le ruote ti garantiscono dunque grande mobilità, ma assicurati di prendere quelle giuste per il tuo pavimento. Scegli una sedia adatta per la superficie della stanza, soprattutto nel caso sia delicata come il parquet, oppure investi nell’acquisto di un apposito tappetino protettivo. L’altra alternativa è la sedia fissa, un modello decisamente più versatile e consigliato nel caso in cui si trascorrano meno ore davanti al computer.

Ad esempio, una poltroncina fissa è perfetta se hai allestito un angolo ufficio nel tuo living, da usare di tanto in tanto, oppure nella camera dei ragazzi. In questo caso è lecito dire che l’occhio vuole la sua parte: potrai infatti sbizzarrirti con modelli e colori per valorizzare la zona studio o lavoro.

Ti sono piaciuti i nostri consigli per scegliere una sedia da scrivania? Crea un ambiente ideale per studiare e lavorare!