tavolo da lavoro

Indice

  • Tavoli da lavoro: caratteristiche
  • Come scegliere il miglior tavolo da lavoro
  • Materiali e prezzi
  • Tavoli da lavoro: consigli d’uso

Il tavolo da lavoro è un grande alleato per chi ama dilettarsi in casa con il bricolage, ma soprattutto per gli artigiani che hanno bisogno di una superficie resistente e attrezzata per la loro professione. Per scegliere quello giusto è molto importante valutare alcune condizioni di base, come ad esempio le tue necessità quotidiane e il tipo di lavoro che svolgi. Sarà portatile o fisso? In legno o metallo? Leggi la nostra guida per orientarti nel mondo dei banchi da lavoro e acquistare il modello adatto.

Tavoli da lavoro: caratteristiche

Iniziamo il nostro viaggio alla scoperta dei tavoli da lavoro partendo dalle caratteristiche che li differenziano da un tavolo normale e che li rendono così speciali.

  • I banchi da lavoro creano un ambiente adeguato su cui lavorare correttamente senza disturbare nessuno (e farti disturbare).
  • Oltre ad avere un struttura portante, che deve essere molto solida, sono dotati di uno o più piani e talvolta anche di vari cassetti in cui inserire gli attrezzi.
  • Offrono uno spazio sicuro per eseguire lavori meccanici ed elettrici potenzialmente pericolosi, che potrebbero richiedere attrezzature e strumenti di grandi dimensioni.

A cosa serve?

Oltre che per i professionisti, il tavolo da lavoro è un must-have per qualsiasi persona appassionata di fai-da-te o in generale per chi ama costruire o riparare piccoli oggetti. A seconda del grado di professionalità, potrai scegliere un modello semplice, dotato solo di un piano resistente, oppure di tanti cassetti, inserti vari e persino prese elettriche.

tavolo da lavoro

Come scegliere il miglior tavolo da lavoro

Variabili come dimensioni, materiali e personalizzazione degli accessori giocano tutte un ruolo cruciale nella scelta dei migliori tavoli per lavorare. Prima, però, considera due condizioni fondamentali: lo spazio disponibile e la stanza in cui vuoi metterlo.

Quanto spazio hai a disposizione?

Se abiti in un piccolo appartamento, ti consigliamo di scegliere un tavolo da lavoro pieghevole o con cavalletto, che possa essere chiuso e riposto altrove. Diversamente, considera un modello fisso, da lasciare in una nicchia dedicata o in uno spazio più ampio, con una superficie estesa (anche in verticale) per tutti i tuoi attrezzi. Una via di mezzo potrebbe essere il banco da lavoro con rotelle, che puoi spostare dove vuoi: l’importante è che sia dotato di un freno bloccante per garantire una stabilità ottimale.

In quale stanza metterlo?

Trovare il posto perfetto per il tuo tavolo da lavoro è in gran parte una questione di scelta personale, oltre che di dimensioni della casa. L’ideale è disporre di una stanza apposita o di uno studio, ma anche il garage o il capanno degli attrezzi possono essere ottime soluzioni.

Materiali e prezzi

Il banco da lavoro classico deve soprattutto essere solido e per questo viene preferita una struttura in metallo, solitamente acciaio o alluminio, a cui vengono abbinati altri materiali, primo tra tutti il legno e le sue varianti economiche, come laminato e MDF. A differenza dell’acciaio, il legno assorbe infatti le vibrazioni ed è quindi consigliato come piano quanto utilizzi attrezzi elettrici.

Ci sono poi i tavoli da lavoro pieghevoli in plastica, consigliati per chi deve fare solo piccoli lavoretti; verifica però che siano provvisti di cerniere e giunti di qualità. Per quanto riguarda i prezzi, tutto dipende dai materiali e dagli optional: si va da meno di 100 euro per i modelli basici a tavoli da migliaia di euro, su misura per i professionisti.

Tavoli da lavoro: consigli d’uso

Dopo aver acquistato il tuo tavolo da lavoro, assicurati di fissarlo bene al pavimento o alla parete e installa una lampada che illumini adeguatamente la superficie. È poi di vitale importanza che gli attrezzi siano comodi da raggiungere e che ci sia spazio sufficiente, per non sovraccaricare la struttura.

Non dimenticare la pulizia! Anche se lo utilizzi per lavorare, l’usura potrebbe danneggiarlo. Per mantenerlo sempre come nuovo bastano solo pochi minuti: segui questi 3 semplici passaggi per non sbagliare.

  1. Pulisci bene il piano dopo aver finito di usarlo; rimuovi eventuali residui di prodotti che potrebbero essere caduti sulla superficie.
  2. Se possiedi un tavolo da lavoro in legno massello, lucida la superficie con la cera apposita almeno un paio di volte all’anno.
  3. Un’altra cosa che potresti fare per proteggere il tuo banco da lavoro è coprirlo con un telo quando non lo usi.

Mettiti subito all’opera: trova il tuo tavolo da lavoro e realizza tanti progetti fai-da-te!