sala da pranzo minimal bianca e avorio

Il bianco è un “non colore”? In realtà non è così. Ne è un’ottima dimostrazione il bianco antico: candido ma non freddo, neutro ma avvolgente e “cremoso”, è la scelta ideale per chi punta a un risultato discreto, ma non asettico. Puoi usarlo come nuance di “collegamento” per bilanciare tinte chiare e scure, polverose o brillanti. Oppure, per dare un tocco più morbido a un look iper moderno, o per completare un’ambientazione retrò. Senza paura di sbagliare: il bianco antico sarà sempre l’alleato perfetto!

Caratteristiche del colore bianco antico

Chiamato in inglese off-white, il bianco antico è un’ottima alternativa al bianco puro. Pur essendo un colore neutro, facilmente adattabile a ogni situazione d’arredo, questa nuance risulta più calda e soft rispetto al bianco classico: contiene, infatti, una piccola punta di giallo, proprio come l’avorio che lo ricorda da vicino. Un’altra nuance simile è il bianco di zinco, pigmento sintetico detto anche bianco di neve, bianco assoluto e bianco di china. A volte, viene chiamato semplicemente bianco sporco per distinguerlo dal bianco gesso o ghiaccio, rispetto al quale vanta un sottotono giallo-beige che lo avvicina al bianco crema. Comunque lo si voglia definire, è fra le sfumature più affascinanti della palette dei bianchi, più pastosa e versatile rispetto alle gradazioni fredde.

Un colore adatto a stili diversi

Morbido e delicato, il bianco antico è meno deciso rispetto a quello puro, grazie al suo look ovattato che lo differenzia dalle nuance brillanti. Questa sua caratteristica ne fa un colore di riferimento per gli interni arredati in stile country, retrò e provenzale, in combinazione con mobili e complementi dall’aria vissuta. Ad amarlo è anche lo shabby chic che fa largo uso di credenze, mobiletti e pensili color crema e dintorni. È facile da abbinare anche agli arredi in stile nordico, come cassettiere, tavolini, sedie in vimini e altri mobili scandi chic.

Pareti color bianco antico

Non c’è che dire: questo colore è un’opzione molto interessante per dipingere le pareti di casa. Sa donare, infatti, un tocco più soft e avvolgente rispetto alla classica vernice bianca che, in alcuni casi, risulta un po’ fredda. Il massimo è tinteggiare una stanza ricca di finestre e ben illuminata, così che la luce solare riscaldi le pareti bianco antico, sprigionandone tutto il fascino. Se ti piacciono gli ambienti neutri ed essenziali, puoi giocare sulle variazioni di bianco e beige, abbinando alle pareti mobili, sedute e accessori con gradazioni leggermente diverse: ad esempio, un divano bianco gesso, un grande tappeto in juta e complementi color sabbia, avorio e bianco crema. La finitura bianco antico è un’ottima soluzione anche per i pavimenti. Un parquet in rovere sbiancato è l’ideale per illuminare un living elegante: a maggior ragione se abbinato a battiscopa color bianco antico per un risultato di gran classe.

I migliori abbinamenti

Indipendentemente dal colore e dal rispettivo sottotono, l’abbinamento col bianco antico è un successo assicurato. Ecco alcune delle combinazioni più indovinate.

Grigio

Il bianco antico si abbina praticamente a ogni tipo di colore, incluso il grigio pur avendo un sottotono caldo. Il contrasto che ne deriva può essere molto piacevole, anche in ambienti arredati in stile minimal. Il bianco antico saprà bilanciare alla perfezione la monotonia del grigio, generando una sensazione di pulizia ed eleganza. Per arricchire la palette puoi provare ad aggiungere tessuti, arredi e decorazioni nei toni del giallo

Nero

Adori gli arredi black & white? Il bianco antico sa renderli ancora più accattivanti, “smussando” i contrasti troppo netti. Bianco crema, avorio e simili possono essere usati come gradazione intermedia per collegare i due estremi. Se hai arredato il living con mobili, lampade e decorazioni nere, ad esempio, ti suggeriamo di stemperare il tutto con pareti bianco puro a contrasto con elementi “caldi”: un parquet color sabbia o avorio, poltroncine bianco antico e piccoli tocchi color crema, come un mazzo di tulipani o un trittico di pannelli astratti.

Marrone

Ancora più facile l’abbinamento coi colori caldi. Grazie al sottotono beige, il bianco antico va a nozze col marrone e coi colori della terra, in versione più o meno chiara. Una camera o un soggiorno con arredi in legno, complementi crema e tessili che spaziano dal sabbia al marrone dorato, sarà quanto di più accogliente tu possa immaginare.

Oro e argento

La luminosità del bianco antico si sposa molto bene con le finiture metallizzate. L’argento, e ancor più l’oro, sono ideali per arricchire un interno glamour: ad esempio, in combinazione con superfici di marmo chiaro con venature grigie. Molto affascinanti anche i complementi color bronzo e rame abbinati al bianco crema e al rosa antico.

Come vedi, le tonalità di bianco sanno essere sorprendenti. Non perdere i nostri articoli dedicati agli abbinamenti più belli e alle ultime tendenze dell’home decor!