Color lavanda

Il color lavanda in casa crea subito una suggestione provenzale, e ricorda il profumo tipico dei campi francesi coltivati con questa pianta fiorita. Questa tinta è un must dello shabby, ma oggi ti vogliamo dimostrare che puoi sfruttare la sua vena romantica anche in stili più moderni e contemporanei: il segreto è saperlo dosare e abbinare. Scopri come nella nostra guida all’uso del color lavanda in tutta la casa.

Significato del color lavanda

Il lavanda è una delicata sfumatura di viola, simile alle sue varianti lilla e glicine, che prende il nome dall’omonimo fiore, che si trova in natura in tantissime sfumature, dal lavanda chiaro a toni molto più scuri e profondi.

Non possiamo definirlo completamente una tinta calda o fredda, ma una via di mezzo, per il suo essere formato da due colori primari, il rosso e il blu, con una punta di bianco. Per questo è un colore che stimola allo stesso tempo energia e riflessione, perché è molto delicato ma allo stesso tempo dolce e positivo. È un colore che stimola la forza interiore, la creatività e l’intuito, è adatto agli ambienti in cui ci si rilassa, si scarica lo stress, si medita, legge, studia… perché aiuta a placare le tensioni e a ritrovare l’equilibrio mentale.

Se poi abbini il color lavanda al profumo dell’omonima pianta, nota per le sue proprietà rilassanti, avrai la combinazione perfetta. In una camera da letto dai toni lavanda, ad esempio, puoi nebulizzare un’acqua profumata con quest’essenza prima di coricarti per conciliare il sonno.

Pareti color lavanda

Il color lavanda, per il suo carattere allegro e rilassante, è un ottimo alleato per le pareti di casa, a cui puoi scegliere se dare un finish tenue e delicato o compatto e intenso. A seconda del risultato che vuoi ottenere, puoi usarlo a tutta parete oppure solo su piccole porzioni, dipingendo solo delle nicchie, creando una boiserie a metà parete oppure dipingendo solo il soffitto.

Un’altra idea per le pareti color lavanda è usare una carta da parati: per assicurarti un vero stile country e provenzale puoi sceglierne una che riproduca proprio una distesa di lavanda. Se invece vuoi usarla per ricreare lo stile scandinavo o minimal, scegli una carta da parati a righe color lavanda alternate al bianco.

Non dimenticare la cura dell’illuminazione artificiale, per esaltare questo colore e le sue sfumature, che siano faretti a incasso nel soffitto o a parete o profili led da inserire nel retro dei mobili.

Suggerimenti:

Come usare il color lavanda in casa

Per completare la guida sul color lavanda, ti diamo qualche idea per usare questa sfumatura nei vari ambienti di casa.

Soggiorno

Il color lavanda per le pareti del soggiorno si sposa con mobili e parquet in legno chiaro, ma anche con dettagli scuri in colori come il grigio o il marrone. Non disdegnare tocchi luccicanti per accessori oro e argento, come le cornici di quadri e specchi, lampade da tavolo o lampadari scenografici.

Preferisci non toccare le pareti? Rivesti divano e poltrone con stoffa color lavanda, oppure dai un tocco romantico e impalpabile con tende leggere in questa tonalità di viola chiaro, anche in diverse gradazioni di palette.

Cucina

Il color lavanda in cucina? È un’ottima idea per dare nuova vita a un ambiente un po’ datato e che ha bisogno di una rinfrescata. Introduci questa tinta con le piastrelle dietro il piano cottura, oppure dipingendo le ante dei pensili e mobili color lavanda, anche nei suoi toni più scuri, o aggiungendo decorazioni e tessili in lavanda che smorzano il monotono di una cucina in nuance classiche come il bianco, il beige e il nero. Puoi rinnovare subito l’ambiente acquistando anche per la cucina tende leggere in questo colore.

Camera da letto

La zona notte è il luogo perfetto per un colore così rilassante, usato in nuance con il glicine e il lilla, per una camera dallo stile classico. Se vuoi usarlo in un ambiente più contemporaneo, puoi scegliere due strade: o dosarlo insieme ad altre tinte più tenuti, oppure spingere di più combinando diverse sfumature di viola.

Un armadio color lavanda dà carattere e brio a una camera da letto in toni chiari. Puoi interrompere la continuità del bianco anche solo con elementi tessili color lavanda, come cuscini, trapunte e lenzuola. Questo colore enfatizza anche i grigi e il beige. Un risultato non scontato per una camera da letto romantica? L’abbinamento con il verde salvia.

Bagno

Ideale anche per il bagno, il lavanda porta subito una ventata di freschezza, dando la sensazione di pulizia e delicatezza. Rendilo più moderno scegliendo le piastrelle color lavanda, anche decorate con disegni grafici o delicati. Dai carattere mettendolo a contrasto con il nero, oppure, per un bagno prezioso, con rubinetteria dorata. Come tocco finale, un cestino con un pot-pourri a base di lavanda essiccata.

Camera dei bambini

Come tinta rilassante ma allo stesso tempo stimolante, il lavanda è adatto anche alla cameretta dei più piccoli. Dai nuova personalità a questa stanza usando dettagli in lavanda per creare geometrie o disegni su una parete bianca, o per ridipingere un mobile in legno o, ancora, per un bel tappeto morbido su cui giocare. Puoi abbinarlo al giallo per stimolare la creatività dei più piccoli giocando con le geometrie nel dipingere le pareti o scegliendo una carta da parati divertente.

Ti piacciono i colori delicati e pastello ma hai paura che dopo un po’ di stufino? Non se segui i consigli per abbinarli nella nostra sezione “Colori e abbinamenti“.

banner arredamento