color pesca

Una nuance delicata per una casa che non vuole rinunciare al colore. Lasciamo da parte le tinte troppo estrose ed eccentriche per concentrarci sul color pesca, perfetto da abbinare anche ad altre tonalità. Siamo di fronte a un colore morbido e versatile che però in sé racchiude una forte personalità: è perfetto per trasformare le pareti domestiche in un ambiente da sogno, rilassante e caldo. Se sei interessato a capire come usarlo in casa, ecco un vademecum completo: dagli abbinamenti agli usi, non mancano nemmeno le linee guida per ottenerlo mixando le giuste tonalità.

Come usare il color pesca in casa

Dall’area living alla zona notte, il color pesca può trovare moltissimi usi in casa. Magnifico sulle pareti e superbo su decorazioni, tende, tessili e rivestimenti, questa tonalità si adatta perfettamente a diversi stili d’arredo. Ecco qualche esempio.

  • Stile moderno e minimale: la sua delicatezza lo rende perfetto per creare zone di colore non troppo appariscenti in case votate alla linearità, come quelle che si ispirano allo stile scandinavo e nordico. Le pareti bianche accoglieranno dettagli cromatici delicati su cuscini, coperte e decorazioni.
  • Stile etnico: il color pesca è onnipresente in Oriente e si adatta perfettamente a chi vuole dar vita a un’atmosfera esotica non troppo d’impatto. Delicato ma forte allo stesso tempo, conquisterà pareti e tessili per realizzare una casa eclettica ma non banale.
  • Stile vintage: le tonalità del pesca vivono benissimo anche in una casa retrò. La delicatezza del colore fa infatti risaltare l’arredo, il vero protagonista in una casa che vuole ispirarsi alle atmosfere del passato e, in particolare, agli anni ‘60 e ‘70.
  • Stile classico: per una casa che vuole unire l’eleganza al calore, il color pesca è perfetto. Dalla boiserie alle pareti, la tonalità può diventare sfondo di nicchie in muratura o andare a tinteggiare i paralumi di lampade eleganti e perfettamente integrate nell’ambiente.

Insomma, la palette del pesca è davvero versatile e si presta ad essere utilizzata in case molto diverse fra loro. Cosa dire, però, della destinazione d’uso? Quali sono le stanze che meglio accolgono la tonalità? Come già anticipato è perfetto sia per la zona giorno, che risulterà calda e luminosa, sia per la zona notte, che diventerà accogliente e rilassante. Non a caso è spesso usato nella zona nursery e nella cameretta dei bambini: il color pesca è dolce e bello senza essere invadente, è pacato e per questo aiuta il riposo notturno (o diurno) dei piccoli di casa.

Color pesca per le pareti: come si ottiene

Il color pesca è una delle tante tonalità dell’arancione e ricorda appunto le nuance dell’omonimo frutto. Siamo di fronte a un cromatismo caldo che assimila anche le tonalità del rosa pallido. La sua palette è varia ma se vuoi sapere come ottenere il color pesca è bene tener presente il suo codice colore, RGB 255, 299, 180, che si raggiunge mixando tra loro i tre colori primari in una percentuale molto precisa: 100% di rosso, 89.8% di giallo e 70,59% di blu.

Se invece cerchi una tonalità accesa di pesca ti consigliamo di scegliere il Peach Echo di Pantone (codice 16-1548) o il Living Coral (codice 16-1546) che, eletto colore dell’anno nel 2019, accentua di molto la presenza del rosa al suo interno.

Ottenuto il colore, è possibile destinarlo alle pareti di casa, tanto della zona notte quanto di quella giorno: si tratta infatti di una tonalità versatile che trova posto in qualsiasi ambiente. Ecco una breve panoramica.

  1. Camera da letto

    È una delle tonalità più rilassanti in assoluto e vive meravigliosamente nella stanza deputata al riposo. Lascia il soffitto bianco, dipingi le pareti col pesca e gioca con la biancheria da letto per riprendere la tonalità in stampe floreali o optical.

  2. Cucina

    Tieni conto della grandezza della stanza: in una cucina piccola il color pesca può essere destinato a una o due pareti, avendo cura di mantenere sempre il soffitto bianco. Gli arredi bianco latte o color panna faranno il resto, magari abbinati a decorazioni che riprendono il colore delle pareti.

  3. Soggiorno

    A seconda dello stile d’arredo scelto, il color pesca può rivestire una o più pareti, sempre tenendo a mente la grandezza della stanza. Particolarmente adatta, in questo caso, è la scelta di una carta da parati con decorazioni pesca, perfette per arredare senza appesantire troppo l’ambiente.

  4. Bagno

    Il non plus ultra del relax in una stanza che diventa un’oasi di benessere. Usare il color pesca in bagno significa dar vita a una stanza intima e piacevole: usalo sulle piastrelle, a tutta altezza o a mezza altezza, per abbinare accessori dello stesso colore.

Abbinamenti con il color pesca

Le tonalità del pesca vanno abbinate in modo sapiente per evitare di appesantire troppo l’ambiente o di dar vita a cromatismi che centrano poco l’uno con l’altro. Per fortuna si tratta di una tonalità decisamente versatile che ben si adatta a vivere di fianco ad altri colori. Ecco i nostri spunti d’autore.

Bianco e i colori neutri

Si tratta delle tonalità che fanno risaltare meglio il pesca, perché lo arricchiscono e lo movimentano senza per questo diventare protagonisti. L’abbinamento con il bianco è perfetto in una casa moderna e lineare, perché creerà uno stacco netto su pareti, complementi e decorazioni. Per una casa che, invece, non ama i contrasti e preferisce le sfumature, tutti i colori neutri saranno i benvenuti. Dal grigio perla all’avorio e fino al beige, il risultato sarà quello di dar vita a un’atmosfera calda e rilassante in cui nessuna tonalità prevarica quella che le sta accanto.

Colori pastello

Per una casa colorata e romantica, il pesca vive divinamente accanto alle tonalità pastello. Si tratta infatti di cromatismi non troppo accesi che faranno risaltare in modo magistrale la tipica vivacità del color pesca. Il risultato? Un’abitazione che punta all’emozione e non è per nulla banale. In una casa con pareti pesca, tessili e decorazioni potranno essere verde menta, azzurro carta da zucchero o verde acquamarina. La delicatezza regnerà sovrana ma è richiesta molta attenzione nel dosare i diversi colori: il rischio, infatti, è che le tonalità si prevarichino l’un l’altra.

Dettagli in oro

Una casa preziosa che punta ai dettagli luminosi. L’abbinamento del color pesca alla nuance dell’oro deve essere dosato in modo sapiente ma, per fortuna, le opzioni a disposizione sono molte. Chi vuole dar vita a un ambiente particolarmente ricercato ed elegante può optare per una carta da parati pesca con decorazioni in oro, perfetta per impreziosire l’ambiente rendendolo al contempo luminoso. Chi, invece, cerca soluzioni meno appariscenti, potrà scegliere pareti color pesca da cui spiccano dettagli in oro: dalle cornici dei quadri alle decorazioni da muro, le possibilità sono davvero molte e perfette per una casa che vuole essere preziosa dal primo all’ultimo dettaglio.

Se cerchi altri suggerimenti sull’uso del colore su pareti e arredi, non perderti le nostre guide tematiche sull’abbinamento dei colori in casa.