Color vinaccia

Il vinaccia è una sfumatura di viola che lo combina con il magenta, e prende il nome dalla buccia dell’uva. È un colore deciso che veniva usato in passato soprattutto per arredare in stile classico e antico, ma oggi è diventato protagonista anche di palette più contemporanee, se abbinato a colori inediti, dai neutri ai colori pastello. Scopri come usarlo in tutta la casa con la nostra guida al color vinaccia.

Pareti color vinaccia: sì o no?

In generale, quando si parla di colori scuri e intesi, dovresti valutare prima la luminosità della stanza. Pareti di questo colore danno subito una nota elegante e raffinata, ma la luce cambia molto le sfumature del vinaccia. In un ambiente ampio e luminoso crea un’atmosfera calda e accogliente, adatta alla meditazione, alla concentrazione e al relax, proprio come succede con tutta la famiglia dei viola, colore deputato alla riflessione. In spazi troppo angusti o bui, invece, potrebbe creare un effetto troppo cupo.
Oppure, puoi dipingere un’unica parete in color vinaccia a fare da contrappunto ad altre più chiare. Alleggerisci il tutto con mobili di legno chiaro o, per uno stile più lussuoso, marmo e materiali scintillanti.

Quali colori abbinare

Il vinaccia si abbina a diversi colori e raggiunge un particolare equilibrio con i neutri, come il bianco, il grigio, il tortora o il sabbia, che dona eleganza e raffinatezza.

Si abbina perfettamente ad altri colori autunnali, come il “fratello” bordeaux, il marrone, il rosso, il giallo senape e il beige.

Un altro accostamento elegante, che mitiga una tinta scura come il vinaccia, è quello con il rosa.

Ti sconsigliamo, invece, di abbinarlo ad altri colori troppo scuri, come il blu notte o il nero, che creano un’atmosfera molto cupa. In alternativa, puoi utilizzare le tonalità più chiare di questi colori, come il turchese, l’azzurro pastello e il grigio polvere.

Come usare il color vinaccia in casa

Con qualche accortezza e gli abbinamenti giusti anche un colore deciso come il vinaccia può essere inserito all’interno di diversi ambienti e adattato a vari stili. Vediamo come.

Soggiorno

Usando il color vinaccia in soggiorno puoi spaziare tra diversi stili. Ad esempio, se il tuo soggiorno è in stile classico e hai mobili antichi e vintage, puoi rivestire il divano e le poltrone con un velluto color vinaccia. Se l’ambiente è particolarmente luminoso, puoi anche acquistare tendaggi di questo colore, a patto di dipingere le pareti di una tonalità neutra, come grigio o tortora.

Invece, se vuoi dare un tocco più moderno al soggiorno e alla zona giorno, battezza solo una parete da dipingere in vinaccia, a contrasto con le altre quattro che potrai lasciare in bianco, e arredi e tessili in cammello o caramello.

Se il tuo soggiorno è in stile boho o eccentrico, abbina il vinaccia a colori più brillanti e pieni, come il viola, il verde o l’arancione.

Cucina

Per una cucina in stile moderno, mobili in color vinaccia possono essere bilanciati dall’uso del grigio o del tortora per le pareti (o viceversa, se la stanza è abbastanza grande e luminosa). Se i mobili sono minimal e dalle linee nette e definite, l’alternanza di vinaccia/grigio o tortora e di superfici lucide e opache creerà geometrie interessanti che daranno profondità all’ambiente.

Piccoli dettagli neri (come le rubinetterie, le maniglie o i pomelli) e piastrelle bianche che enfatizzino la luminosità dell’ambiente.

Camera da letto

Il color vinaccia in camera da letto è un azzardo? No, se sai dosarlo correttamente. Con una sfumatura leggermente più chiara puoi creare un ambiente romantico e retro, da impreziosire con elementi dorati e un lampadario importante, anche di cristallo. Se ti piace in modo particolare questo colore, puoi anche dipingere in vinaccia la parete dietro la testata del letto, bilanciandola con toni pastello per non appesantire troppo l’ambiente. Se, invece, non vuoi azzardare, scegli questo tono solo per i tessili, le coperte, i cuscini o un morbido tappeto scendiletto.

Bagno

Senza fare costose ristrutturazioni, puoi cambiare subito mood a un bagno in cui prevalgono i toni chiari come grigi o beige creando un contrasto con una parete in vinaccia.

Se il tuo bagno è piccolo, e soprattutto nel caso in cui sia cieco, ti consigliamo di non dipingere le pareti, ma di inserire tocchi di vinaccia solo negli accessori: rubinetterie, asciugamani, ma anche piccoli oggetti decorativi. Perfetto se vuoi creare un bagno in stile etnico/jungle, con dettagli dorati e verde bosco, e una bella pianta tropicale che ben si adatta agli ambienti umidi.

Scegliere i colori per la casa non è solo una questione di bellezza o stile, ma anche di sensazioni che i colori ci comunicano: possono darci energia, favorire il relax, l’appetito o l’allegria. Scopri il potere dei colori nelle nostre guide a “Colori e abbinamenti“.

banner arredamento