Bianco ghiaccio

La tonalità ghiaccio è una sfumatura di bianco sporcata con una parte di nero, che gli regala sofisticate sfumature argentee. È un colore che si sposa bene soprattutto con altre tinte fredde, e può rendere ogni ambiente sofisticato e luminoso: vediamo come nella guida al bianco ghiaccio in casa.

Caratteristiche del colore bianco ghiaccio

Il bianco non è un colore unico. Anche se d’istinto lo associamo alla limpidezza e alla leggerezza, in realtà non tutti i bianchi si possono definire puri, perché ne esistono decine di tonalità, “sporcate” da altri colori, caldi o freddi, da punte di grigio, rosa o giallo, che rendono questa tinta più o meno calda, e, di conseguenza, più o meno adatta a stanze buie o luminose, a superfici lucide o opache, ad abbinamenti con altre tonalità, e così via. Il bianco aiuta in stanze poco illuminate perché fa sembrare gli ambienti più piccoli, grazie alla sua capacità di amplificare la luce.

Il bianco ghiaccio è una tonalità sporcata con qualche goccia di nero che, illuminata dalla luce naturale, si illumina di bellissime sfumature grigio/argento. Soprattutto se vuoi usarlo a parete, preferisci stanze esposte a sud, dove la luce è più calda e tendente al giallo. In quelle esposte a nord invece, dove la luce è più fredda è meglio non optare per un total white, perché raffredderebbe troppo lo spazio. Puoi abbinarlo ad altri bianchi, al grigio o, ancora meglio, a tonalità fredde come il blu, il verde, il viola.

È un colore elegante, spesso accostato agli stili moderni, molto usato soprattutto nei bagni e abbinato a superfici laccate e lucide. In generale, però, il bianco ghiaccio può essere usato in tutti gli ambienti di casa, giocando con materiali, texture e abbinamenti. Vediamo insieme come.

Come abbinarlo in casa

Se il bianco ghiaccio trova il suo spazio di elezione nel bagno, non per questo non puoi sbizzarrirti scegliendo questa tonalità anche per altre stanze di casa, a cui donerà freschezza, luminosità e raffinatezza.

Bagno

In bagno il bianco è molto utilizzato, perché comunica l’idea di igiene e pulizia. Puoi dipingere le pareti in bianco ghiaccio, perfetto sia per bagni piccoli che medio-grandi. È perfetto da abbinare a dettagli più scuri per spezzare il total white, ad esempio per i mobili, che potranno essere marrone scuro o mogano e dal design lineare, se il bagno è in stile moderno, oppure, per uno stile più rustico, in legno chiaro, da usare ad esempio per il top del lavabo, abbinato a cestini di vimini e tessili in cotone grezzo.

Cucina

Una pennellata di bianco rende la cucina subito più fresca e luminosa. Se la tua cucina è tradizionale e in legno, ridipingi le pareti in bianco ghiaccio. Oppure, acquista i mobili in questo colore, poi scaldalo con il top in legno e abbinalo a sedie rustiche per la tavola da pranzo e a tocchi di colore tortora o grigio. In una cucina dallo stile moderno, l’abbinamento più elegante è il bianco e nero. Il top potrà essere bianco per una luminosità maggiore, oppure in acciaio per la modernità assoluta. E perché non inserire un elegante parquet in rovere in bianco ghiaccio?

Ingresso

L’ingresso dovrebbe essere il più sgombro o leggero possibile, per non comunicare un senso di soffocamento a chi varca la soglia di casa. Ecco perché il bianco ghiaccio, luminoso e leggero, è perfetto per decorare questo spazio. Dipingi le pareti di questa tonalità e usa specchi a tutta altezza per ampliare ancora di più la percezione dello spazio. Usa il bianco abbinato ad altri colori chiari e, se vuoi decorare le pareti dell’ingresso, prediligi le righe orizzontali (per farlo sembrare più ampio) o verticali (per farlo sembrare più alto), in bianco ghiaccio e grigio. Se l’ambiente è lungo e stretto, usa il bianco su tutte le pareti tranne su quella di fondo, in cui puoi applicare un colore più scuro per riproporzionarlo.

Studio

Sappiamo che i colori freddi aiutano la concentrazione, la creatività e anche il relax, quindi via libera all’uso del bianco ghiaccio anche nella zona dedicata allo studio e al lavoro. Il bianco ghiaccio preferisce gli abbinamenti con altri colori freddi, e qui puoi scegliere l’abbinata bianco/blu o bianco/viola o, ancora, bianco/verde scuro tendente al blu. Dipingi le pareti in bianco ghiaccio e usa il colore a contrasto per mobili e decorazioni, ad esempio un tappeto, una lampada da tavolo o lampadario, o qualche stampa alla parete.

Quali abbinamenti scegliere (e quali evitare)

Abbiamo visto come il bianco ghiaccio è una sfumatura che contiene al suo interno tracce di nero, e questo lo rende molto elegante ma anche, inevitabilmente, più freddo di altri bianchi (come il panna o l’avorio). Per questo, gli abbinamenti migliori sono quelli con altre tinte fredde: tutti i verdi, i blu e i viola, il grigio e il nero. Perfette anche le loro gradazioni e sfumature più chiare: azzurri, lilla, carta da zucchero, tortora, lavanda, verde salvia, verde mare. Per scaldare l’ambiente dove hai utilizzato solo colori freddi con base bianco ghiaccio, gioca con i materiali, in particolare il legno in tutte le sue essenze. Per quanto riguarda i tessili, hai l’imbarazzo della scelta. Puoi riscaldare lo spazio con lana, seta, velluto, tessuti scamosciati, finta pelliccia…

Da evitare, invece, gli abbinamenti con le tonalità troppo accese e calde, a partire dalle sfumature di giallo, arancione e rosso. Se scegli il bianco ghiaccio per l’arredamento accortezze non abbondare con le superfici lucide, vetri, metalli, plexiglass e altri materiali sintetici, che contribuiscono ad accentuare la freddezza di questo tono.

Suggerimenti:

Il color ghiaccio è solo una delle tante sfumature di bianco che puoi usare per la tua casa. Scoprile tutte nella nostra guida al colore bianco, e scegli quella più adatta al tuo stile!