Colore blu elettrico

Se pensi al blu elettrico immagini un colore difficile da utilizzare in casa? In realtà, questa sfumatura che ricorda l’energia prodotta dai lampi è molto versatile. Come tutti i blu, diventa un complemento rilassante e distensivo: il segreto sta nell’utilizzarlo nelle corrette proporzioni e abbinarlo ai colori giusti. Scopri come nella guida al blu elettrico.

Caratteristiche del blu elettrico

Il blu elettrico è un tono brillante, ha origini molto antiche ed è stato “inventato” alla fine dell’Ottocento per descrivere il colore che viene prodotto dal lampo delle scariche elettriche. È un colore molto saturo ma, come tutti i blu, è considerato una tonalità rilassante, perché associato alle profondità dell’oceano, ed è quindi molto usato in camera da letto, nella zona relax del soggiorno, in bagno e nelle camerette dei bambini.

Colore che non passa mai di moda per la sua versatilità, se usato bene non è stancante, e può essere scelto per creare note d’accento molto marcate, o addirittura per dipingere una o più pareti. Si adatta agli stili più classici, in particolare all’arredamento di lusso, ma anche a stili più eccentrici, moderni, e potrebbe essere una buona idea anche per il minimal, dove può fare da tocco pop in una palette neutra. Vediamo allora come usarlo per l’arredamento di casa.

Consigli per usarlo in casa

Non solo accessori e decorazioni: puoi scegliere il blu elettrico anche il colore dei mobili o delle pareti. Ecco secondo noi come potresti usarlo in casa.

Pareti

Entrare in una stanza blu infonde subito un senso di pace e rilassatezza, però con una tonalità così particolare ti consigliamo di andarci piano, e non farti prendere la mano dipingendola tutta. È importante prima valutare l’esposizione della stanza e le sue dimensioni: se è piccola e poco illuminata, ma il blu elettrico ti piace e vorresti usarlo lo stesso, hai diverse alternative. O ne dipingi solo una (possibilmente quella di fronte alla finestra, per farti aiutare dalla luce naturale), o scegli una carta da parati con disegni e decori in questa tonalità, o dipingi solo alcune zone delle pareti. Molto di moda, ad esempio, dipingere alcune sezioni per porre l’accento su alcuni dettagli della stanza.

Qualche idea? Dipingi una lunga striscia orizzontale ad altezza occhi che faccia da cornice per delle mensole o dei quadri o, ancora, dipingi sezioni verticali di parete, dal soffitto al pavimento, per dividere visivamente un open space molto grande.

Arredi e decorazioni

Se usi il blu elettrico negli arredi, fai una scelta di stile e personalità, ma allo stesso tempo non rischi di stancarti velocemente come potrebbe succedere dipingendo una parete. Il blu elettrico resta sempre una tonalità rilassante, meditativa, che si abbina ad altri colori più “facili”.

Parti da una palette di neutri, dipingendo le pareti di tortora, grigio chiaro o bianco avorio, e poi scegli qualche pezzo di arredo o decorazione blu elettrico per dare profondità allo spazio. Qualche suggerimento? In blu elettrico puoi scegliere il rivestimento del divano, la testata del letto o, ancora, sgabelli in alluminio da porre intorno alla penisola della cucina, la cornice dello specchio del bagno, o le applique in ingresso.

Tessili

Anche i tessili possono essere usati per provare a inserire il blu elettrico in casa senza cambiare tutto. È il modo più facile ed economico di provare a inserire un tono in un ambiente: al massimo, puoi sempre cambiarne la posizione e riprovare da capo.

Prova con un unico elemento in soggiorno, come un grande tappeto moderno con geometrie, fiori o disegni astratti in blu elettrico e colori caldi (giallo, arancione, rosso), che da solo arreda tutto l’ambiente. Ancora, il cappello in tessuto di una lampada da terra nell’angolo lettura, o le salviette in un bagno bianco o panna, un copriletto blu elettrico in una stanza dai toni neutri, tende leggere in una cucina in legno… non darti limiti, prova e sperimenta finché l’insieme non ti soddisfa.

Come abbinare il blu elettrico

Abbinare i colori non è semplice, ma è alla base della costruzione di ogni stile. Ecco perché ti diamo qualche suggerimento per completare la tua palette con il blu elettrico.

Neutri

La combinazione più semplice e versatile: blu elettrico e colori neutri. Aggiungere un tono di colore così d’impatto in un ambiente chiaro e luminoso crea un effetto sorpresa che rende il look finale molto più interessante. Basta anche solo un elemento o due in blu elettrico per catturare l’occhio e regalare profondità all’insieme.

Terracotta

Un duo a dir poco modaiolo che gioca coi colori complementari. Blu e arancione, infatti, sono all’opposto della ruota dei colori, e questo significa che si armonizzano e si completano a vicenda. Il blu elettrico, freddo e saturo, crea un contrasto piacevole col calore della terracotta. Visto che il blu elettrico è una sfumatura molto accesa, ti consigliamo di usare un tono delicato di terracotta, per non creare troppa confusione.

Verde menta

La delicatezza del verde menta, un colore a metà tra il verde e l’azzurro ormai utilizzatissimo nell’interior design, fa da fondale piacevole e luminoso all’intensità del blu elettrico. Se è vero che il primo richiamo è alle atmosfere marittime, questa coppia può essere usata felicemente anche nell’arredamento country e in un provenzale moderno.

Rosa

Perfetto mix tra dolcezza e forza, blu e rosa risolvono a vicenda i loro “difetti”: il blu elettrico rende il rosa meno lezioso, mentre il rosa smorza la freddezza del blu. I nostri rosa preferiti da usare insieme al blu elettrico sono il rosa antico, l’albicocca pallido, il rosa champagne e il color malva.

Vuoi continuare a scoprire altre sfumature di blu? Leggi la nostra guida dedicata alle “Tonalità di blu” e trova quella più adatta a te e al tuo stile!