Rosa cipria

Delicato ed elegante, il rosa cipria è una sfumatura chiara e luminosa che viene usata soprattutto negli stili shabby e provenzale. Ma se ti piace questa tonalità di rosa, non pensare che ti vincoli solo a quelle atmosfere: puoi usarlo e abbinarlo in moltissimi modi. Scopri come nella guida al rosa cipria nell’arredamento.

Caratteristiche del rosa cipria

Il color rosa cipria ricorda il prodotto di make-up il cui nome sembra risalire all’Antica Grecia e all’isola di Cipro, che si diceva fosse la terra di Afrodite, dea dell’amore. L’invenzione di una particolare cipria a base di riso ha invece origine cinese, ed è arrivata in Europa nel XV secolo, diventando uno dei cosmetici più utilizzati a partire dal Settecento.

Il color cipria è una sfumatura di rosa molto delicata e con una piccola parte di rosso mixata a un’altissima percentuale di bianco. Spesso confuso con il rosa antico, le differenze tra le due tonalità sono che il cipria è più chiaro e delicato, il rosa antico, invece, è leggermente più scuro e freddo e ha riflessi grigi.

Con quali colori abbinare il rosa cipria

Ti piace il rosa cipria ma non sai bene con quali altri colori starebbe bene in casa? Ecco cinque proposte.

Bianco

La scelta in assoluto più elegante e semplice da usare. È molto utilizzata perché il bianco è il colore prevalente della maggior parte delle nostre case, non ti stanca, ti aiuta a far sembrare l’ambiente più grande, più luminoso e confortevole. L’accoppiata tra bianco e rosa cipria può diventare la palette di tanti stili diversi: lo shabby, il nordico, il provenzale, lo stile classico e lo stile romantico. Ma inserendo materiali e colori a contrasto, nulla ti vieta di usarlo per una casa in stile contemporaneo o moderno.

Blu

All’opposto nella ruota dei colori, il blu e il rosa creano un contrasto armonico, completandosi tra loro. Il rosa viene ravvivato dalle varie tonalità di blu (che sia blu scuro oppure blu elettrico), e il blu viene mitigato dalla delicatezza del rosa. La palette più facile? Pareti rosa cipria e arredi blu, ma puoi anche invertire i due colori, se hai una stanza molto luminosa, creando una parete d’accento blu con davanti un arredo, ad esempio un imbottito, rosa cipria.

Giallo limone

Inaspettata e molto interessante, questa combinazione tra un colore polveroso come il cipria e una tonalità così brillante come il giallo limone ti stupirà per l’effetto delicato e allo stesso tempo fresco. Molto bella in zona giorno e invitante anche in cucina, provala in ingresso per accogliere i tuoi ospiti in modo sorprendente, o in bagno, alternando piastrelle giallo limone a pareti dipinte in cipria.

Monocromo

L’arredamento tono su tono può risultare elegantissimo o, al contrario, sembrare molto piatto. Con i rosa puoi giocare usando tantissime sfumature, da quelle più intense e vivide (come il rosa shocking), a quelle con note di viola (come il fucsia o il color ciclamino), fino a quelle chiarissime come, appunto, il color cipria. Questa grande varietà però non ti deve trarre in inganno: inserendo troppe sfumature rischi di rendere l’effetto confusionario. Segui la regola del tre: un colore predominante (che può essere appunto il cipria), e altri due rosa per arredi e dettagli.

Verde

Forse uno dei nostri abbinamenti preferiti, il rosa e il verde formano una coppia che si abbina alla perfezione in tantissime gradazioni. Puoi affiancare al rosa cipria varie sfumature di verde: delicato e modaiolo come il verde salvia, oppure due verdi molto luminosi come il verde acqua o il verde menta. Ancora, se vuoi creare un contrasto più deciso, scegli un verde brillante come il verde smeraldo o il verde petrolio.

Come usare il rosa cipria per arredare la casa?

Morbido e delicato, il rosa cipria viene spesso scelto come pittura murale, anche perché regala agli interni una luce bellissima e, come abbiamo visto, si abbina con facilità.

In soggiorno

Il rosa cipria ti permette di giocare con diversi stili, e rende le zone conviviali come il soggiorno accoglienti e rilassanti. Per una zona giorno molto elegante, abbina il rosa cipria delle pareti al blu del divano, riprendendo poi il rosa in diverse tonalità nei cuscini decorativi. Se vuoi aggiungere dettagli brillanti, scegli l’oro: lampade, applique e anche le gambe di sedie e poltrone spiccheranno decise sullo sfondo.

In cucina

Il rosa in cucina è un tabù? Fidati di noi e prova il color cipria: non invasivo, luminoso come il bianco ma con un tocco di calore in più, rinnova anche la cucina più classica. Se vuoi fare un tentativo, parti da decorazioni e tessili. Usa tendaggi, tovaglia e runner per la tavola da pranzo, piatti e bicchieri in sfumature di rosa e la tua cucina cambierà subito aspetto. Questo vale sia per la cucina vintage dai toni crema e legno, ma anche per una cucina industriale molto scura e con dettagli neri o antracite.

In bagno

Ecco un ambiente dove usare senza paura i toni del rosa. Scegli l’abbinata rosa cipria-blu per un ambiente fresco ed elegante, abbinalo al nero per un bagno dallo stile retro oppure a finiture preziose, dorate o color bronzo, per un bagno chic e lussuoso. Un’idea per dare nuova vita al bagno senza cambiare gli arredi è ridipingere il soffitto in rosa cipria, o le piastrelle interne al box doccia. E che ne dici di una carta da parati nei toni del verde e del rosa? Ne esistono di resistenti anche all’umidità che puoi usare anche in bagno.

In camera da letto

Perfetto in camera da letto per creare un ambiente rilassato e un’oasi di pace, anche qui puoi scegliere il rosa cipria come pittura per le pareti e il soffitto e creare una scatola accogliente ma non opprimente. Bello con un letto con la testata imbottita blu o verde, o in un ambiente a prevalenza di neutri. In questo secondo caso, inserisci altri dettagli a contrasto di un colore d’accento più scuro: può essere un grigio, il nero, o un’essenza legno scura.

Fucsia o rosa shocking? Rosa antico o rosa salmone? Se la scelta è ardua, ti può venire in aiuto la nostra guida alle “Tonalità di rosa“.