Rosa shocking

Solo il nome di questa tonalità di rosa ti spaventa e hai paura che in casa sia un po’ too much? Oggi ti vogliamo far innamorare di questa sfumatura che riscalda anche l’ambiente più minimal, e ti assicuriamo che è molto meno difficile da usare di quello che pensi: leggi la nostra guida al rosa shocking.

Caratteristiche del rosa shocking

Il rosa shocking è una sfumatura del magenta. È composto dalla maggior parte da pigmento rosso, seguito da un’alta percentuale di blu e una piccola parte di verde. È un colore che si vede poco nell’interior design, un po’ perché considerato troppo “femminile” e un po’ perché è un colore molto intenso che si ha il timore di usare. A noi piace moltissimo e oggi vogliamo dimostrarti che si adatta bene a tanti stili diversi e ti aiuta a rendere fresco e frizzante ogni spazio di casa, dalla cucina alla camera da letto.

Abbiamo poi un’altra buona notizia per te. Il rosa shocking può essere usato con ogni stile d’arredo: dal vintage al moderno, dal contemporaneo allo scandinavo, minimal e rustico… Dà il tocco di colore a un ambiente luminoso e neutro, così come dà una nota vibrante in un ambiente industrial e a prevalenza di toni scuri.

Come usare il rosa shocking per arredare la casa?

Partendo da qualche dettaglio di colore si può trasformare una stanza intera. Vediamo dove e come usare il rosa shocking in casa.

In soggiorno

Se è la prima volta che lo sperimenti, è meglio introdurre il rosa shocking in casa gradualmente, con qualche accessorio. Puoi partire dai cuscini per un divano grigio oppure con pezzo d’arte appoggiato su una mensola o una stampa pop su una parete.

Vuoi fare un passo in più? Posiziona un unico elemento rosa shocking all’interno di un soggiorno neutro, industrial o minimale. Un divano rivestito in un tessuto molto semplice, come la microfibra, in un colore come il rosa shocking diventa molto audace. Aggiungi qualche cuscino a contrasto, anche giallo o turchese, e vedrai l’effetto armonioso ma vitale.

Se vuoi essere al 100% alla moda, segui la tendenza delle scritte al neon e rendila il punto focale del tuo salotto: sopra il divano farà un figurone. Con cosa si abbina il rosa shocking? Puoi mantenere tutta la stanza in colori neutri, o, se la tua anima è wild e vuoi arredare in modo eccentrico, si sposa bene con le stampe animalier.

In cucina

Il rosa in cucina non è molto utilizzato: da una parte si teme che sia troppo lezioso, e dall’altra che non si sposi bene con i colori che di solito usiamo per arredare questo spazio. Ma ti vogliamo far cambiare idea: anche qui puoi usare un solo elemento che diventi il protagonista di tutta la cucina, ad esempio un frigorifero retro color rosa shocking, che sta bene sia nella cucina tradizionale in legno che in quella moderna.

Cucina industriale? Intorno al tavolo da pranzo di legno rustico e anche in contrasto con una parete di mattoni faccia a vista, alterna sedie in metallo rosa shocking ad altre nere. Cucina boho? Intorno a un tavolo in legno decapato e sbiancato posiziona sedie tutte diverse tra loro, con imbottiture rosa shocking, turchesi e gialle.

Se non vuoi stravolgere tutto l’arredamento di cucina e sala da pranzo, il dettaglio rosa shocking che fa davvero la differenza con poco è rappresentato dai fiori: fai un bouquet con peonie di diverse sfumature di rosa, oppure tulipani o, ancora, dalie o garofani.

In bagno

I bagni sono, tradizionalmente, gli spazi di casa in assoluto più neutri. Si passa dal bianco totale a qualche sfumatura di grigio e marrone, con mobili lucidi oppure effetto legno. Se vuoi rinnovare un bagno un po’ datato, è il momento di inserire qualche elemento rosa shocking, un colore non troppo eccitante ma che dona tutta l’energia che ti serve per iniziare bene la giornata.

Un primo makeover molto veloce del bagno si fa sostituendo i tessili: cambia le tende, gli asciugamani e i tappetini e scegli il rosa fluo. Se ti piace, puoi ridipingere i pensili o solo le piastrelle all’interno della doccia. Se senti la voglia di azzardare ancora di più, dipingi il soffitto di rosa shocking, oppure cambia il pavimento!

In camera da letto

Questa tonalità di rosa è piuttosto intensa e da dosare bene negli ambienti dedicati al riposo. In una camera da letto dai toni neutri, inserisci un solo dettaglio rosa shocking: una stampa o un poster oppure, per una decorazione fai da te velocissima, compra una tela in canvas e dipingila di rosa shocking. Sarà l’elemento di colore divertente da appendere sopra la testiera del letto, a contrasto su una semplice parete bianca.

Se invece vuoi fare un passo ulteriore, all’interno di una stanza minimal o scandinava dipingi una parete d’accento rosa shocking, anche questa dietro la testata del letto. Assicurati che tutto il resto sia molto sobrio: un letto in legno chiaro, biancheria da letto bianca e qualche tocco grigio e nero per i comodini o le lampade.

I migliori abbinamenti

Se è vero che il rosa shocking si inserisce in modo inaspettato in quasi tutti gli stili d’arredo, ce ne sono due che secondo noi ne ricavano il massimo.

Per una casa rétro

Il rosa acceso ricorda molto le atmosfere degli anni Cinquanta, ed è una delle nuance più adatte in una casa dall’anima vintage. Puoi abbinarlo con il bianco e nero per un look alla Happy Days e ricreare l’atmosfera di un Diner dell’epoca, ma puoi anche ingentilirlo con un arancione caldo, come il color albicocca, o toni lilla e lavanda, giallo limone o color menta o, ancora, carta da zucchero.

Per una casa glam

L’arredamento glamour è lussuoso, fatto di materiali preziosi come la pelle, il velluto, il cristallo, e di colori molto ben bilanciati tra loro a partire da un tono neutro di base che si illumina con i metalli, gli specchi e le finiture lucide. Qui puoi addirittura dipingere una parete rosa shocking a cui appendere uno specchio antico o dei quadri con cornice dorata o mettendoci davanti una sedia Luigi XV che creerà un contrasto inaspettato e decisamente luxury.

Il rosa non ti basta mai? Sei in buona compagnia: parti dalla nostra guida alle “Tonalità di rosa” e potrai sbizzarrirti con le sfumature più alla moda.