Rosso vermiglio

Declinato in diverse sfumature, il rosso vermiglio ha una personalità ben definita che lo pone, inevitabilmente, sotto i riflettori. Puntare su questo colore per l’arredo di una stanza, o per dipingere una parete, significa avere le idee chiare: che si tratti di un’ambientazione ultra moderna o in stile vintage, la ricerca dell’armonia è frutto di scelte ben precise e di accostamenti ben calcolati. Anche tu subisci il fascino del rosso vermiglio? Se sì, leggi i nostri consigli per arredare la casa in modo audace, ma senza pecche in fatto di stile.

Origine e caratteristiche

Con l’espressione rosso vermiglio si intende generalmente un rosso acceso dall’aspetto molto carico. In realtà, sul piano cromatico l’accezione è più specifica: tecnicamente, il vermiglio o vermiglione corrisponde al pigmento anticamente ricavato dal cinabro, minerale contenente mercurio. Il suo utilizzo si perde nella notte dei tempi, come testimoniano anche le pitture rupestri risalenti al Neolitico.

Storicamente usato, fra le altre cose, per miniare i manoscritti, nel tempo ha assunto sfumature molteplici in base all’origine del pigmento, spaziando dal rosso lacca alle tonalità violacee. Generalizzando possiamo definire il vermiglio come un rosso intenso, con caratteristiche intermedie fra il porpora e l’arancio.

Pareti rosso vermiglio: sì o no?

Come facilmente intuibile, il rosso vermiglio è un colore molto deciso che attira l’attenzione e non ama spartire la scena. Il suo impiego a livello di arredo non è banale e tantomeno lo è l’abbinamento con gli altri colori. Questa premessa vale soprattutto per la decorazione delle pareti: una scelta indubbiamente “passionale”, ma che richiede un minimo di prudenza. Quasi inevitabilmente, questa soluzione ti vincolerà a puntare sui colori neutri, come bianchi, neri e grigi per l’arredo della stanza.

Una scelta meno impegnativa consiste nel dipingere un’unica parete. Oppure, nell’usare per una carta da parati con sfondo o dettagli rosso vermiglio: così facendo potrai inserire altre nuance da richiamare nella stanza. Un accostamento molto elegante, ad esempio, è quello con l’oro metallico, protagonista di seducenti carte da parati con motivo damascato. 

Se non te la senti di verniciare i muri, puoi considerare un’interessante alternativa: ovvero, allestire una parete attrezzata color vermiglio. Ad esempio, puoi puntare su una composizione con porta tv in stile moderno, vivacizzata da ripiani ed altri elementi color rosso acceso. Perché non riverniciare la libreria a tutta altezza in legno? In questo caso ti consigliamo l’accostamento con mobili vintage – come divani in stile cottage o poltroncine con finitura laccata – per dare al living un tocco retrò.

Suggerimenti:

Come abbinare il rosso vermiglio

Come abbiamo visto il rosso vermiglio può essere interpretato in diversi modi, privilegiando di volta in volta un’ispirazione contemporanea o retrò.  Ecco una panoramica di abbinamenti “facili” e una selezione di idee creative da copiare.  

Abbinamenti classici

Fra gli accostamenti più diffusi c’è quello fra rosso vermiglio e tonalità neutre, tipicamente il bianco, il nero e le varie declinazioni di grigio. Molto spesso si tratta di ambienti in stile minimal caratterizzati da linea pulite, contrasti netti e decorazioni ridotte al minimo. Per creare un punto focale può bastare un semplice elemento d’arredo, come un pouf rosso acceso. In soggiorno puoi provare anche a coordinare il mobile porta tv col divano, optando per le finiture opache o lucide.

Se questo tipo di arredo ti sembra troppo freddo, prova a giocarti la combinazione bianco-rosso vermiglio in chiave completamente diversa, anche “rustica”. Ad esempio, puoi provare a inserire una parete color vermiglio in un living con rivestimento in mattoni bianchi e completare il look con travi a vista, poltrone e divanetti in tessuto vintage. Scegli con cura i complementi – ad esempio, tavolini in legno e lampade con paralume antracite, coordinate magari al tappeto – e richiama il leitmotiv vermiglio con cuscini o altri dettagli in tinta: il soggiorno perfetto è servito!

Abbinamenti creativi

Sul piano degli abbinamenti cromatici, i colori neutri non sono un must, ma piuttosto una “traccia” che aiuta a semplificare il progetto d’arredo. Ciò detto, non mancano le opzioni più insolite e originali. I dettagli oro, nello specifico, sono ideali per arricchire un’ambientazione retrò chic: ti suggeriamo di puntare su cornici, lampade a sospensione, soprammobili e altre decorazioni.

Molto ricercato anche l’accostamento fra rosso vermiglio e blu: se hai scelto di optare per una vetrinetta o una libreria rossa, ad esempio, puoi abbinarla a un tappeto blu, richiamato da piatti pregiati e altri oggetti decorativi esposti sugli scaffali o sui tavolini. Per dare luce alla stanza – preferibilmente rischiarata da grandi finestre – ti consigliamo di puntare su tonalità tenui – come il bianco avorio, il beige o il grigio chiaro – per la pareti, il divano e gli altri arredi. Una combinazione affatto scontata, poi, è quella col rosa: per armonizzare più facilmente i colori, ti suggeriamo di puntare su un rosa molto chiaro e desaturato per renderlo più neutro e versatile.

Non sai che sfumatura di rosso utilizzare per la tua casa? Leggi il nostro articolo dedicato alle tonalità di rosso e lasciati ispirare da tanti consigli di stile.