terrazzo zen

Un angolo di pace e meditazione, dove sentirsi in armonia con la natura e osservare lo scorrere della vita: è il giardino giapponese. Per ricreare un’oasi di relax in stile orientale, non hai bisogno di grandi spazi, infatti oggi ti raccontiamo come ricrearlo anche in un terrazzo. Piante, sabbia, rocce e acqua: con questi quattro elementi puoi subito iniziare ad arredare il tuo terrazzo zen.

Come creare un terrazzo zen

Arredare un terrazzo in stile zen è un modo per creare uno spazio esterno seguendo la filosofia e le tecniche del giardino in stile giapponese, che ha come obiettivo quello di favorire il rilassamento secondo i canoni dell’estetica e della filosofia orientale. All’interno di un giardino zen diversi elementi, come l’acqua, le pietre e le piante sono combinati per creare armonia e stimolare la meditazione, il riposo e allontanare lo stress.

È nato come luogo di meditazione per i monaci buddisti, un ambiente esterno semplice e piacevole alla vista, ma soprattutto un luogo di pace e di contemplazione. Oggi è molto apprezzato per il suo essere elegante e di design, e anche per la sua facilità di progettazione: in questa guida ti parliamo di come creare un terrazzo zen, ma con questo stile puoi arredare anche tutto il giardino o un piccolo spazio in casa.

La sua bellezza è data dal fatto che è uno spazio asimmetrico e in continuo mutamento, perché segue i ritmi della natura, il movimento e il rumore dell’acqua, i cambiamenti delle stagioni e la crescita delle piante.

Hai uno spazio esterno da arredare e ti ispirano le filosofie orientali? Ecco da dove partire per creare anche tu il tuo terrazzo zen.

Gli elementi di un terrazzo zen

I giardini zen, in giapponese, sono definiti Karesansui, cioè “giardini di pietra”, e infatti la pietra è uno degli elementi fondamentali per costruire uno spazio di questo tipo. Questi giardini mettono al centro la natura, gli elementi sono disposti in modo asimmetrico ma non casuale ed esprimono l’armonia dell’uomo con la natura.
In un terrazzo zen non dovranno mai mancare i quattro elementi fondamentali del giardino in stile giapponese, che simboleggiano la vita, la pace e la natura:

  • l’acqua;
  • le piante;
  • la sabbia;
  • le rocce.

Se vuoi realizzare il tuo terrazzo zen, come prima cosa dovrai dividere lo spazio in una zona verde, un’altra di sabbia e pietre e prevedere uno spazio per l’elemento acqua, che non deve mai mancare e dovrebbe essere posizionato preferibilmente al centro del terrazzo, circondato da sassi e ghiaia. L’acqua deve poter scorrere, perché il suo suono rilassante è parte integrante del giardino zen, e potrebbe essere rappresentato anche da una piccola fontana.

Le piante in un terrazzo zen

La vera bellezza di un terrazzo zen è rappresentata dalle piante, e qui hai davvero l’imbarazzo della scelta. Puoi partire dalle tipiche piante giapponesi, il ciliegio, il bambù, l’acero rosso e il ginepro.
Se il clima della tua zona lo permette, abbonda anche con le piante tropicali come le orchidee, ma anche piante grasse, profumati gelsomini e altre piante fiorite come le azalee.

Le fioriere in cui posizionare le piante dovranno avere un design minimal, dai colori neutri, bianco, nero o panna, in elementi come il legno, il rattan o anche il cemento.

Colori e materiali

Colori e materiali per il terrazzo giapponese saranno quelli che ricordano la natura, lo stile sarà essenziale e senza fronzoli, preferibilmente in materiali sono ecologici.

Scegli materiali come il legno e il legno massello, la pietra, il rattan, il bambù, senza dimenticare uno spazio per sabbia, ghiaia e rocce, da disporre in modo asimmetrico ma armonioso.

I colori saranno le tinte naturali del legno, dal beige al marrone, il bianco e nero intervallati dal verde delle piante e il rosso dell’acero giapponese e dei fiori.

Che tipo di arredamento scegliere?

L’arredamento di un terrazzo zen è minimal e di design. Nella zona per il relax potrai inserire un tavolo, o un tavolino basso, tipico della cultura orientale, sedie o panche in legno e altri materiali naturali, come la pietra. Evita gli arredi in metallo e i colori troppo accesi, in contrasto con l’atmosfera meditativa tipica di questo stile orientale.

In un terrazzo zen non devono mai mancare i cuscini, per arredare ma anche per sedersi, se li posizioni intorno a un tavolino basso, in tonalità neutre e materiali naturali come il cotone e il lino, mentre vanno bandite le decorazioni troppo vistose e i colori sgargianti. Predisponi plaid e morbide coperte per la sera.

Anche l’illuminazione ha la sua importanza in un terrazzo zen. Decora con vasi e candele per la sera, per enfatizzare l’atmosfera rilassata e contemplativa. Per quanto riguarda l’illuminazione artificiale, evita lampadine e faretti dalla luce troppo fredda e intensa, a favore di luci soffuse e calde.

Gli accessorisaranno pochi e disposti in modo asimmetrico: acquista qualche lanterna, una piccola statua di Buddha e una fontana da esterno in pietra per integrare l’elemento dell’acqua.

Suggerimenti:

Lo spazio esterno delle nostre case ha la stessa importanza di quello interno, per questo nelle nostre guide trovi tanti altri consigli per arredare l’outdoor. Leggi i nostri articoli nella sezione “Terrazzo e balcone” e lasciati ispirare!

banner decorazioni