bagno quadrato

Il bagno quadrato è una tendenza sempre più diffusa nelle case moderne e nei piccoli appartamenti, dove l’esigenza di ottimizzare gli spazi ha la priorità. Il bagno quadrato – dotato o meno di antibagno – pone vincoli precisi per la disposizione dei sanitari. Come distribuirli in modo intelligente e come arredare un bagno piccolo quadrato? Segui i nostri consigli per progettare la stanza all’insegna della praticità e per decorarla con stile.

Come disporre i sanitari

La pianta quadrata caratterizza spesso il bagno principale della casa, così come i servizi secondari di piccole e medie dimensioni. Pur essendo molto comune, questa configurazione può creare qualche incertezza a livello di progettazione, specie per quanto riguarda la collocazione dei sanitari.

Generalmente, all’interno dei bagni quadrati i sanitari si sviluppano lungo la stessa parete. Infatti, il wc, il bidet e la doccia – oppure la vasca – sono posizionati “in linea“ su una delle pareti ai lati della finestra. La collocazione di quest’ultima influenza la posizione delle ceramiche. Mentre la vasca da bagno può essere inserita sotto la finestra, il box doccia deve collocarsi a fianco di quest’ultima e consentirne l’apertura.

Un altro elemento da considerare è l’eventuale necessità di attrezzare il bagno con lavatoio, con lavatrice, contenitori e armadiature per riporre prodotti per la pulizia e altri oggetti. Una valida soluzione è la creazione di un vano antibagno o di uno spazio separato rispetto ai sanitari: ad esempio, sfruttando una parete in cartongesso o un muretto. Un’altra opzione è installare sanitari filo muro con ingombro compatto e sanitari sospesi per risparmiare centimetri. Inoltre, dove c’è poco spazio per muoversi, è consigliabile optare per i mobili bombati.

Vasca o doccia?

Se il bagno quadrato è molto ampio, non è esclusa la possibilità di inserire sia la doccia che la vasca da incasso. Se la stanza è molto piccola, al contrario, si andrà per esclusione. Tutto dipende dai metri quadri utili e dalle esigenze personali: una famiglia con figli piccoli, ad esempio, può sentire l’esigenza di una comoda vasca per il bagnetto. Per molte persone, al contrario, il box doccia rappresenta il massimo della praticità e della funzionalità.

Tieni presente che, nel caso delle vasche a libera installazione, la posizione dei sanitari può essere scelta con maggiore libertà. Ovviamente, a patto di poter contare su una buona metratura. Se il bagno quadrato è piccolissimo – ma non per questo vuoi rinunciare ai momenti di relax in chiave wellness – puoi optare per una cabina doccia idromassaggio di dimensioni compatte. Considera che i box in vetro trasparente sembrano più “leggeri” rispetto al vetro satinato! Quest’ultimo tende a evidenziare il volume della doccia, anche se rappresenta un vantaggio dal punto di vista della privacy.

La scelta dei colori

Devi fare le acrobazie per inserire tutto ciò che serve all’interno del bagno quadrato? Se la posizione dei mobili e dei sanitari è obbligata, puoi sempre rifarti con le decorazioni. A cominciare dalla scelta dei colori, il modo più immediato per personalizzare la stanza. Come arredare un bagno piccolo quadrato? Se la pianta è ridotta, ti consigliamo di evitare gli “azzardi” estetici: un bagno rivestito in marmo nero, ad esempio, rischia di sembrare ancora più piccolo. Se la stanza, al contrario, è molto grande, puoi valutare i colori scuri come l’ardesia, da alternare a rivestimenti e ceramiche chiare (o viceversa).

In generale, le tonalità chiare e neutre fanno apparire lo spazio otticamente più grande. Un bagno con pareti bianche e arredi in legno naturale è un’assoluta garanzia, indipendentemente dalle dimensioni della stanza. Lo stesso dicasi per gli ambienti rivestiti con piastrelle color pastello o in tonalità neutre come il tortora. Se lo desideri, puoi rendere il bagno più originale con qualche tocco di colore in più. Ad esempio, puoi vivacizzare la pavimentazione con le cementine in gres porcellanato, ideali per arredare il bagno in stile vintage senza sacrificare la praticità.

Un tocco personale

Oltre alla scelta dei colori, ci sono altre strategie per decorare il bagno quadrato e per esprimere il tuo stile. Oltre a giocare con le grafiche e coi colori, puoi valorizzare l’aspetto materico con un inserto di piastrelle decorative in gres effetto pietra strutturato. Oppure, concentrarti sui dettagli d’arredo, come i porta asciugamani: oltre alle classiche piantane puoi optare per scalette e supporti di design, a barra o a gancio, dalle linee essenziali.

Un altro aspetto su cui puntare è l’illuminazione. Anche in questo caso puoi spingerti oltre la classica plafoniera e optare per una o più lampade a sospensione in vetro, ceramica, metallo o altri materiali. Molto utili per arredare il bagno quadrato sono anche gli specchi, un complemento strategico per ampliare lo spazio. Così come le piante: che ne dici di creare una piccola giungla tropicale, per goderti l’effetto rilassante del verde anche in casa?

Suggerimenti:

Stai ristrutturando il tuo bagno o ti sei appena trasferito in una casa nuova e cerchi consigli pratici o idee per arredarlo? Allora dai un’occhiata alla nostra sezione dedicata e lasciati ispirare!