piante da bagno

Vuoi dare un tocco di verde al tuo bagno, ma non sai da dove iniziare? Esistono tantissime piante da bagno, capaci di sopravvivere anche con poca luce e purificare l’aria della tua stanza. Inoltre, l’umidità che si forma in bagno quando fai la doccia o usi l’acqua calda, ricrea un’ambiente ideale per alcuni tipi di piante. Segui i nostri consigli per scegliere le migliori piante da interno perfette per decorare il bagno, dandogli una ventata di natura e freschezza!

Piante da appartamento per decorare il bagno

Solitamente, nelle nostre case l’ingresso e il soggiorno sono considerate le stanze “nobili”, quelle a cui dedichiamo tutte le nostre attenzioni per averle sempre al top. Il bagno, invece, è un po’ la Cenerentola delle case. Disposto in una posizione poco illuminata, umido, poco desiderato, ricercato solo nel momento del bisogno… rappresenta l’ambiente meno considerato. Le piante da interno, però, possono aiutarti a rendere il tuo bagno una stanza dall’aspetto molto piacevole e curato. Inoltre, le piante da bagno sono ormai considerate una scelta molto di moda nel mondo dell’interior design.

Prima di iniziare, però, va ricordata una cosa. A differenza di ogni altro complemento d’arredo, le piante sono vive e hanno precise esigenze da soddisfare per sopravvivere. Nelle prossime righe troverai una piccola guida sulle piante migliori per decorare il bagno, quelle più adatte a vivere in un ambiente chiuso e con poca luce.

Scegliere le piante da bagno più adatte

La prima cosa da fare è scegliere le piante giuste per arredare il tuo bagno. Devi valutare le dimensioni dell’ambiente, la quantità di luce che vi entra durante il giorno, lo spazio a disposizione. Ad esempio, in un bagno lungo e stretto senza molta luce, dovresti evitare di inserire piante che soffrono al buio. Vediamo da vicino le migliori piante da bagno, adatte sia per stare su mensole e mobiletti, sia direttamente sul pavimento.

1. Piante da mensola

  • Corna d’alce. Anche se con il passare degli anni diventerà una pianta da pavimento, raggiungendo gli 80-100 centimetri di altezza, nella sua giovinezza è ottima per arricchire mensole o basket pensili. È perfetta se stai cercando piante per un bagno poco luminoso, dato che predilige gli ambienti ombreggiati, lontano dalla luce solare diretta. Inoltre, adora essere nebulizzata periodicamente e la temperatura adatta a lei non deve essere inferiore ai 15ºC. Se scegli questa pianta per decorare il bagno, non devi mai lasciare che il terreno inaridisca, innaffiandola una volta alla settimana, senza bagnare le foglie.
  • Edera (Hedera – helix – ‘Pittsburgh’). Stai cercando piante per un bagno piccolo? L’edera è la scelta giusta. Si tratta di una pianta senza particolari necessità, che ama essere posizionata dove c’è poca luce, lontano dall’irradiazione diretta. Deve essere innaffiata con costanza, ma in modo parsimonioso. Inoltre, è eccezionale per purificare l’aria.
  • Aloe vera. Una pianta perfetta per stare al chiuso perché la luce diretta del sole può bruciare le sue foglie. Posizionala vicino ad una finestra dove può beneficiare di lune indiretta. Essendo originaria dell’Africa, inoltre, ha bisogno di pochissima irrigazione: con poche cure la tua pianta crescerà in fretta dandoti tante soddisfazioni.

2. Piante da pavimento

  • Sansevieria. Questa pianta, di cui sono disponibili in commercio diverse varietà, è la resistenza in persona. Si accontenta delle cure basilari, è ottima anche sui davanzali luminosi delle finestre (almeno per gli esemplari più giovani), sopportando bene eventuali periodi di siccità. È una delle piante da vaso più comuni, perché le sue necessità primarie sono: un’annaffiatura ogni 2-3 settimane, niente acqua in ristagno nei sottovasi e una temperatura che non scenda al di sotto dei 10ºC.
  • Orchidea Phalaenopsis. La regina delle piante d’appartamento, citata persino nella letteratura (ricordi la serra personale di Nero Wolfe?). L’orchidea in bagno rappresenta una scelta quasi obbligata. Ottima a terra oppure in bella vista su un mobiletto, donerà una grazia e un’eleganza fuori dal comune al tuo bagno. Ama il caldo e avere le radici sempre umide, elemento per cui le annaffiature dovrebbero essere due a settimana in estate e una in inverno.
  • Dracena. Un altro esempio di pianta robusta e versatile, adatta ad un bagno caratterizzato da una buona luminosità, con la possibilità di sole mattutino o serale. Il suo fogliame variopinto darà il giusto tocco di colore all’ambiente circostante. Per una cura perfetta dovrai prevedere un’innaffiatura a settimana, due nelle calde giornate estive. Controlla sempre che il terreno sia asciutto, prima di procedere con l’innaffiatura successiva. Ricordati che a novembre e dicembre la pianta entra in riposo vegetativo e dovrai eliminare il fertilizzante dalle annaffiature, che dovranno diventare più rade.

Il giusto ambiente per le piante da bagno

Per un risultato ottimale, dunque, ci sono alcuni parametri che dovrai prendere in considerazione se vuoi utilizzare le piante nell’arredo del tuo bagno.

  1. Ambiente

    Le piante da scegliere devono amare l’ambiente umido che si crea in questo locale. Considera allora quanto è grande il tuo bagno e quanta umidità si crea.

  2. Luce

    È un altro parametro da tenere in considerazione, poiché alcune piante amano gli ambienti luminosi, mentre altre vivono meglio in penombra.

  3. Concimazione

    È il pasto delle piante. Dai sempre alle tue amiche verdi la giusta quantità di fertilizzante (è semplice: devi solo seguire le istruzioni sulle confezioni).

  4. Posizione

    Dove vuoi posizionare la tua pianta? Su un ripiano o per terra? Scegli prima la location per le tue piante e in base a ciò seleziona una pianta tipo l’edera per mensole o ripiani oppure piante grandise preferisci tenerle a terra.

L’importanza dell’arredamento

Scegli fioriere o vasi che si adattino bene al design che caratterizza la stanza. In un bagno classico ti saranno utili fioriere in colori scuri e design elegante, mentre in un bagno stile rétro troveranno la giusta collocazione vasi in ceramica e terracotta. L’idea fashion può essere quella di utilizzare porta vasi in ottone lucidato per le tue piante, specie quelle cespugliose e di una certa dimensione: l’effetto visivo è notevole! Infine, il bagno moderno: a lui riserva fioriere in pietra o ceramica e adotta nuance pastello, avrai un risultato eccellente.

Suggerimenti:

Estro e natura

Utilizzare le piante da bagno per arredare ti permette di donare all’ambiente un tocco di originalità, oltre a portare un pezzo di natura in casa. Se poi ami le piante e queste sono presenti anche in altri locali della tua casa, sarà l’occasione per sottolineare il filo conduttore che ne detta le regole stilistiche. Non importa se il tuo bagno ha le dimensioni di un living o è un ambiente piccolo e poco luminoso. Le piante gli conferiranno quel tocco in più capace di riflettere la tua personalità, oltre ad aiutarti a purificare l’aria dell’ambiente.

Sei in vena di restyling nel tuo bagno? Nella nostra sezione dedicata al “Bagno” puoi trovare tante altre idee originali per un tocco personale!

banner decorazioni