25.01.2021 Consegne regolari su tutto il territorio nazionale

ristrutturare bagno

Ristrutturare il bagno non è un’operazione da sottovalutare. Le variabili che entrano in gioco sono tantissime: bisogna tenere conto degli impianti, delle normative da rispettare, dell’organizzazione degli spazi, del design e chi più ne ha più ne metta. Tuttavia non è una mission impossible: basta valutare ogni aspetto con cura. Questa guida ti aiuterà a ristrutturare il bagno, con soluzioni pratiche e ispirazioni creative.

Ristrutturare il bagno: 5 cose da sapere

Prima di ristrutturare il bagno dovrai tenere in considerazioni alcuni aspetti, che spesso fanno riferimento a vere e proprie normative. Ecco gli elementi principali a cui prestare attenzione:

  • Aerazione: i regolamenti prevedono che un bagno possa essere sprovvisto di finestre. Quando però queste non saranno presenti sarà obbligatorio installare un apparecchio per l’aerazione meccanica, in maniera tale da garantire il ricircolo dell’aria nella stanza da bagno.
  • Superficie del bagno: esistono normative locali che prescrivono le grandezze minime di un bagno. Quindi prima di ristrutturare il bagno dovrai informarti presso il tuo comune a proposito del regolamento edilizio.
  • Prese elettriche: in alcune zone del bagno potrà essere possibile che dietro la parete i tubi dell’impianto idrico siano in prossimità con le canaline dell’impianto elettrico. Per tale motivo la posizione delle prese di corrente deve rispettare la normativa, la quale prevede almeno una distanza di 60 cm tra un punto acqua e un punto luce.
  • Spazio per i sanitari: il bidet e il vaso in linea di massima vengono disposti affiancati in quasi tutte le abitazioni. Tuttavia andranno rispettate alcune distanze: lo spazio tra il fianco del wc e il muro dovrà essere di 15 cm, tra il wc e il bidet di 20 cm, tra il bidet e la doccia di 20 cm ed infine tra il bidet e il lavabo di almeno 10 cm.
  • Piastrelle: nei bagni alcune parti delle pareti devono essere ricoperte da materiale impermeabile e resistente come le piastrelle: in alcuni casi le normative locali stabiliscono fino a che altezza è necessaria la copertura.

5 trucchi per ristrutturare il bagno low cost

Ristrutturare il bagno oltre ad essere un intervento impegnativo può risultare soprattutto costoso. Frequentemente cambiare la disposizioni degli elementi della stanza da bagno e riorganizzare lo spazio può significare di conseguenza intervenire anche sull’impianto idrico. È possibile contenere in qualche modo le spese?

  1. Modificare i rivestimenti

    Ti piacerebbe cambiare le piastrelle sulle pareti? Puoi facilmente ricoprirle con una nuova variante, per dare un look fresco all’ambiente. Così facendo non dovrei spaccarle per rimuoverle, e soprattutto non ne dovrai acquistare delle nuove. Se, invece, non hai piastrelle alle pareti, puoi pitturare con una nuova tonalità od optare per una carta da parati resistente all’acqua.

  2. Rinnovare i pavimenti

    Anche in questo caso, potrai farlo senza rimuovere le vecchie piastrelle, ma installando le nuove direttamente su esse. La scelta, ad esempio di uno stile moderno, per le nuove piastrelle conferirà allo spazio decisamente un nuovo look, e ti eviterà i poco piacevoli costi di demolizione del vecchio pavimento!

  3. Cambiare i sanitari

    Ristrutturare il bagno quasi sempre significa cambiare i vecchi sanitari. Per risparmiare però potresti posizionare i nuovi elementi nella stessa posizione di quelli vecchi. Così facendo non dovrai intervenire sull’impianto idrico per creare nuovi attacchi in un altro punto del bagno. Prima dell’acquisto dei nuovi sanitari ricorda sempre di sceglierli con attacchi compatibili a quelli vecchi.

  4. Trasformare la vasca in doccia

    In fase di ristrutturazione sono in molti a voler sostituire la vecchia vasca con la doccia. Un’idea brillante e low cost potrebbe essere quella di smantellare la vasca ed installare se possibile un box doccia moderno delle stesse dimensioni. In questo modo la doccia andrà ad occupare completamente lo spazio lasciato dalla vasca senza bisogno di un nuovo piastrellamento.

  5. Modificare i complementi d’arredo

    L’aspetto di un bagno può cambiare completamente anche solo con l’aggiunta di complementi d’arredo ben pensati. Potrai ad esempio sostituire i lampadari oppure optare per eleganti faretti. Potrai arricchire le pareti con eleganti mensole in vetro su cui porre oggetti che si sposino con lo stile desiderato nel tuo bagno.

Alcune idee per rinnovare il bagno:

Per altri consigli su come dare nuova vita al tuo bagno, leggi i nostri articoli a tema “Arredamento bagno“.

Consigli di stile

Lo stile all’interno della stanza da bagno dipende molto dalla scelta dei colori. In un ambiente moderno potrai optare per un design minimal che giochi sulle tonalità del bianco e del nero, e magari su arredamenti accattivanti color antracite. Nel caso tu voglia una stanza da bagno in stile rustico, che rifletta la serenità di un ambiente naturale, potrai giocare su colori tenui come il bianco o il tortora in abbinamento a elementi di arredo che riprendano le tonalità del legno naturale.

All’interno di un bagno i colori servono anche a creare un’illusione ottica. Quando si ha che fare con un bagno piccolo è bene puntare su tonalità più chiare per le pareti laterali, e su colori più scuri per la parete più lontana dall’ingresso. Con questo piccolo accorgimento lo spazio sembrerà magicamente più ampio.

Lo stile del bagno non passa solo attraverso i colori, ma anche attraverso alcuni particolari. Ad esempio, potrai far risaltare la parete di una doccia optando per l’eleganza inconfondibile delle piastrelle a mosaico. Un elemento caratterizzante potrà anche essere il soffione della doccia. Ne esistono di tante forme capaci di esprimere al meglio un determinato stile, il quale passa anche dalla scelta del getto a pioggia o a cascata.

Cerchi altre idee per rinnovare la tua casa? Leggi la nostra guida su “Come ristrutturare casa“, troverai tanti suggerimenti utili per una ristrutturazione perfetta!

banner arredamento