Iscriviti per scoprire tutti i brand a -70%

Camera da letto con armadio a ponte

Uno dei problemi che contraddistinguono le case moderne è indubbiamente la mancanza di spazio. È un’eterna lotta per ottimizzare al meglio le aree della propria abitazione. Nonostante tutto si rimane sempre in bilico tra la volontà di avere spazi più ampi e la necessità di trovare una sistemazione per tutti gli oggetti ed indumenti in nostro possesso. Forse la soluzione ideale potrebbe proprio essere quella dell’armadio a ponte. L’hai mai presa in considerazione?

5 motivi per scegliere un armadio a ponte

Per quale motivo dovresti proprio scegliere un armadio a ponte? Spesso questa soluzione è adatta per una piccola camera da letto, ma è molto versatile e può essere utilizzata in diversi modi. Ecco 5 motivi per convincerti!

  1. Il design nella progettazione dell’armadio a ponte ha ormai compiuto passi da gigante. Scordati le vecchie immagini di armadi antiestetici che occupavano intere pareti nelle camerette dei ragazzi. Ora ogni armadio a ponte si caratterizza per la sua versatilità e adattabilità a qualunque zona della tua casa, e non solo più esclusivamente alle camere da letto.
  2. Un armadio a ponte è la sintesi perfetta di praticità, funzionalità e design. Dotare una stanza di questo componente significa arricchirla di un elemento di design che entrerà in sintonia con la tua idea di arredamento. Inoltre, l’armadio a ponte sarà un quasi inesauribile contenitore per i tuoi oggetti permettendoti al tempo stesso di recuperare parte della superficie calpestabile.
  3. Si è spesso semplicemente concentrati solo sull’efficienza dell’armadio a ponte. Tuttavia ha anche una sorta di effetto benefico sulla parete occupata. Infatti questa verrà completamente ricoperta dall’armadio e non necessiterà di interventi di tinteggiatura così frequenti come per le altre pareti della casa.
  4. Abbiamo già ricordato quanto la versatilità sia uno dei tratti caratterizzanti di un armadio a ponte. Nonostante venga scelto frequentemente nella progettazione delle camere da letto, diventa  il componente di arredo ideale anche per altri spazi. Ad esempio l’incavo in cui solitamente viene inserito il letto potrà ad esempio essere sfruttato per inserire una scrivania, e creare così uno studio capace di contenere tutto il necessario!
  5. Forse non ci avrai mai pensato, ma l’armadio a ponte può trasformare uno dei tuoi spazi abitativi in una strategica camera per gli ospiti. Inserendo un armadio a ponte nell’ingresso oppure nella zona giorno, e associandolo ad un divano letto, lo spazio si trasformerà in un men che non si dica in una stanza per gli ospiti dotata di ogni comfort.

A ciascuno il suo stile

L’armadio a ponte si caratterizza per la sua adattabilità e praticità, ma non solo. L’evoluzione del design ha permesso con il tempo di ottenere armadi a ponte in linea con le esigenze di stile di ogni cliente.

Stile classico

Stile classico fa spesso rima con legno. Le prime camere da letto con armadio a ponte venivano progettate solitamente con questo materiale, il quale dona allo spazio circostante un tocco particolarmente elegante.

La struttura principale si compone solitamente di un armadio a muro composto da 4 o 5 ante. Le colonne portanti riportano un vano che espleta la funzione di comodino con cassetti. Ai lati del ponte possono essere inserite una serie di mensole che andranno così ad occupare completamente lo spazio disponibile sulla parete.

Nel vano d’inserimento verrà posizionato ovviamente il letto. Per mantenere una sintonia con lo stile classico dell’armadio a ponte in legno si consiglia la scelta di un fine letto a rondine.

Stile moderno

Il design e la creatività sono gli elementi di spicco nella concezione moderna dell’armadio a ponte. Una delle ultime tendenze in materia di stile è l’armadio a ponte a palafitta.

La struttura riprende quella del letto a baldacchino. La parte superiore è formata da moduli che si caratterizzano per la loro profondità, e  di conseguenza per l’ampia capacità di contenimento. Le ante applicate sono generalmente scorrevoli per facilitare l’utilizzo e l’accesso dell’armadio.

La parte inferiore sottostante al letto è invece caratterizzate da tutta una serie di comodi vani e cassettoni, nei quali troveranno posto gli oggetti più disparati. Questa nuova tipologia di armadio è disponibile in diversi materiali partendo dal classico legno colorato fino all’acrilico.

Consigli per scegliere l’armadio a ponte perfetto

I modelli di armadio a ponte sono tantissimi. Ma come scegliere quello tagliato su misura sulle tue esigenze?

Sembrerà banale, ma la prima regola nella scelta di un armadio è definita dalle dimensioni. Un armadio a ponte, così come qualunque armadio in generale, dovrà essere scelto tenendo in considerazione lo spazio a disposizione. Un armadio troppo piccolo verrà meno alla sua funzione di praticità e tenderà a “scomparire” all’interno della stanza. Al contrario un armadio troppo grande potrebbe risultare più un elemento di ingombro piuttosto che un oggetto pratico.

Una volta ragionato sulle dimensioni bisognerà valutare anche la scelta delle ante. Dovrai optare tra un modello con ante scorrevoli oppure con ante battenti.  Entrambe le versioni hanno pro e contro e influiscono sia sull’estetica che sulla funzionalità dell’armadio.

In tema estetico le ante scorrevoli forniscono la sensazione di superfici ampie e uniformi senza interruzioni alla vista. Le ante battenti invece beneficiano di un aspetto più rigoroso dettato dalle sue classiche linee verticali.

Tornando sul concetto di funzionalità le ante scorrevoli risultano le ideali quando lo spazio a disposizione è limitato. Il loro scorrimento evita di generare inutili ingombri. Ciò nonostante uno degli svantaggi di un armadio con ante scorrevoli è l’impossibilità di aprirle tutte contemporaneamente. Nel caso tu disponessi di un ambiente molto più spazioso le ante battenti ti garantirebbero la massima ergonomia di utilizzo non avendo il limite dell’apertura di più ante nello stesso momento.