03.12.2020 Consegne regolari su tutto il territorio nazionale.

camera da letto vista dall'altro con piumone bianco e cuscini

Un letto su misura, una camera accogliente e il resto del mondo chiuso fuori: tutto parte da una sana e tranquilla nottata di riposo. L’ingrediente speciale è praticamente invisibile agli occhi: sai già come scegliere il materasso giusto per le tue esigenze? Più soffice o più duro, piccolo o grande, in lattice o a molle. Sono tantissime le tipologie da considerare in base alle tue necessità e abitudini. Non perdere il sonno e scopri subito i consigli dei nostri esperti per dormire come un ghiro.

Perché è importante scegliere un buon materasso?

Dormire bene è fondamentale quanto mangiare, bere e respirare. Secondo un recente studio scientifico svedese, riportato dalla Fondazione Veronesi, il buon sonno è un elisir di giovinezza. Per un corretto riposo biologico servono sette ore per notte, senza interruzioni, ma è anche possibile “recuperare” durante il weekend.

Quello che forse non tutti sanno è che la qualità del sonno è influenzata dal materasso scelto. Per esempio, deve essere in grado di mantenere una temperatura corporea stabile: sbalzi di calore possono causare micro risvegli e di conseguenza un peggioramento del sonno. Un altro fattore che incide moltissimo sul riposo è la durezza della superficie: i materassi più morbidi, ad esempio, sono usati soprattutto per bambini o anziani.

Se ogni mattina ti svegli con qualche piccolo dolore, forse non stai dormendo sul modello che fa per te. Per una scelta ideale, niente deve essere sottovalutato: peso, altezza, postura, problemi linfatici, allergie, caratteristiche specifiche della colonna vertebrale. In poche parole, il materasso giusto per te è quello che ti “conosce” e può garantirti ore di comfort e pace assoluta.

Non importa lo stile della camera da letto: può essere una camera da letto moderna, in stile scandinavo o altri. Non dovresti sottovalutare il pezzo più importante di tutta la stanza!

Come scegliere il materasso: tipologie

Se ti stai chiedendo come scegliere il materasso, la risposta è che tutto dipende da te. Non c’è un modello più giusto dell’altro, ma ne esiste sicuramente uno più adatto a te. Un po’ come anche altri pezzi di arredamento all’interno della stanza, come la presenza delle piante in camera da letto: solo tu puoi decidere quale sia il modello più adatto per te. Che si tratti di materasso matrimoniale, singolo o a una piazza e mezza, è quello che c’è al suo interno a fare la differenza. Vediamo insieme le principali tipologie.

Materasso a molle

Il materasso più comune e tradizionale è sicuramente quello a molle. Questa tipologia viene prodotta da tempo e si basa sull’inserimento di molle insacchettate singolarmente all’interno, per garantire elasticità e sostegno, anche per le persone in sovrappeso. Dato che garantiscono grande areazione, i materassi a molle sono perfetti per chi suda molto. Inoltre, solitamente sono quelli più economici.

Materasso in lattice

Il lattice è una sostanza ricavata dalla pianta della gomma, che talvolta viene usata insieme ad altri composti sintetici per riempire i materassi. Offre un buon sostegno, mantenendo una certa rigidità, ma allo stesso tempo si adatta alla forma del corpo: viene così esercitata una pressione uniforme. I materassi in lattice sono indicati soprattutto per chi offre di problemi respiratori e allergie, a meno che non si tratti proprio di allergia al lattice.

Materasso memory

Rispetto al materasso a molle, quello in memory foam è realizzato con una schiuma compatta, che non lascia passare l’aria. I materassi memory seguono la forma del corpo e la assecondano durante la notte. Leggeri e facili da trasportare, vanno ben areati ogni mattina, per evitare l’accumulo di umidità. Solitamente si consigliano a chi ha sempre freddo e si muove molto durante la notte.

Dimmi come dormi e ti dirò chi sei

Un altro fattore che influisce sulla scelta del materasso è la posizione che preferisci per dormire.

  • A pancia in su: se dormi in posizione supina, opta per un materasso memory o in lattice medio-rigido che supporti soprattutto la parte inferiore della colonna vertebrale, mantenendo la sua curva naturale.
  • A pancia in giù: se preferisci dormire in posizione prona, il materasso deve essere rigido, preferibilmente a molle, e non permettere a fianchi e torace di affondare troppo, causando mal di schiena.
  • Su un fianco: scelta preferita dalla maggior parte delle persone, trova un abbinamento perfetto nel materasso memory, che accompagna i contorni del corpo.

Come scegliere il materasso: 3 consigli utili

Ora che conosci le principali tipologie, ecco come scegliere il materasso secondo alcune accortezze più generiche. Ricordati che ti farà compagnia per almeno dieci anni: deve essere amore a prima vista e a lunga scadenza!

  1. Provalo prima di comprarlo: sembrerà banale, ma a meno che si tratti di un materasso per la stanza degli ospiti, è sempre buona cosa stendersi per almeno dieci minuti per valutare la sensazione di comfort offerta.
  2. Controlla i materiali utilizzati: soprattutto nel caso in cui tu soffra di determinate allergie, è bene leggere attentamente l’etichetta e la descrizione del materasso.
  3. Valuta tutto l’insieme: oltre al materasso, rifletti bene anche su tutto il resto, ovvero la struttura del letto, la rete o le doghe e il cuscino, affinché tutto lavori in sinergia per farti riposare bene. 

Hai già scelto il materasso giusto per te? Sei in cerca di altri consigli per arredare la camera da letto? Registrati gratuitamente su Westwing per scoprire un mondo di offerte esclusive con sconti fino a -70%!