Iscriviti per scoprire tutti i brand a -70%

Iscriviti per scoprire tutti i brand a -70%

Pianta sopra a testiera del letto rosa

Da sempre sconsigliate per essere posizionate in camera da letto, le piante invece contribuiscono a creare un’atmosfera più accogliente in una delle stanze più importanti della casa. Senza contare che alcune specie hanno la capacità di purificare l’aria circostante. Scopri quali specie possono essere utilizzate in camera da letto e quali sono i loro benefici.

Piante in camera da letto: sfatiamo un mito

Avere delle piante in casa e curarle in modo adeguato è sicuramente un modo per arricchire il proprio arredamento e donare un clima di benessere emotivo, per noi stessi e per chi ci viene a trovare. Tuttavia, l’unica stanza nella quale si è sempre pensato di non dover posizionare degli elementi vegetali è proprio la camera da letto. Questo perché, se durante il giorno le piante assorbono anidrite carbonica e rilasciano ossigeno, di notte avviene un effetto contrario, assorbono l’ossigeno rilasciando anidrite carbonica, e tale aspetto può rivelarsi dannoso per la salute.

In realtà, un recente studio della NASA ha dimostrato come la quantità di anidrite emessa dalle piante sia talmente bassa da essere innocua. Pertanto, le piante in camera da letto possono essere utilizzate tranquillamente e anzi, sono in grado di apportare diversi effetti benefici. Tra questi, si è evidenziata l’esistenza di piante che purificano l’aria in camera da letto, in grado cioè di assorbire sostanze come la formaldeide, l’ammoniaca, il benzene e altri elementi contenuti in detergenti per la pulizia, pitture e spray per ambienti.

Tra gli altri benefici delle piante in camera si annovera il fatto che sono in grado di ridurre l’umidità nell’ambiente circostante, migliorano l’umore e riducono lo stress in modo significativo. Quest’ultimo aspetto è reso possibile in quanto si tratta di piccoli elementi naturali capaci di rimandare la mente a scenari di relax, serenità e benessere. Insieme a una giusta illuminazione della camera da letto, le piante forniscono un’atmosfera serena e tranquilla. Inoltre, non dimenticare che il colore verde è da sempre considerato la tonalità che dà armonia all’anima e senso di equilibrio tra se stessi e l’ambiente che ci circonda.

Insomma, con le piante puoi ricreare nella tua camera da letto una piccola oasi di pace, lontano dai disagi e dalle ansie, svegliandoti pieno di energie e vitalità; puoi arredare la camera con elementi originali e pienamente corrispondenti alla tua personalità.

Quali piante per la camera da letto?

Avere delle piante in camera da letto è un buon modo per accrescere relax e comfort, ma è bene sapere che non tutte le specie sono adatte a questo scopo. Alcune infatti non si rivelano benefiche come appena descritto o possono effettivamente rilasciare quantità eccessive di anidrite carbonica durante la notte.

Di seguito puoi dare un’occhiata non solo alle piante che purificano l’aria in camera da letto, ma anche alle specie che si contraddistinguono da altri effetti positivi per l’ambiente e per il benessere psicologico.

  1. Aloe vera: ha una forte azione anti inquinamento; la presenza di macchie sulla superficie delle foglie sta ad indicare un’alta concentrazione di sostanze nocive nella stanza;
  2. Pothos: è una pianta facile da coltivare e che si caratterizza da un grande effetto scenico nonché da una forte carica filtrante;
  3. Orchidea: posizionata al sole, è una specie in grado di filtrare la formaldeide e di donare un tocco di armonia alla camera;
  4. Felce: con le sue foglie verdi e inconfondibili, è ottima contro l’umidità e le sostanze chimiche derivanti da vernici o pitture;
  5. Edera: è una pianta semplice da trovare, ma ha grandi potenzialità nel filtraggio dell’aria, è utile contro le muffe e per chi soffre di asma;
  6. Filodendro: si tratta di una pianta rampicante efficace non solo contro l’umidità, ma anche per le concentrazioni di onde elettromagnetiche;
  7. Tillandsia: altra specie che si rivela utile per la riduzione dei campi elettromagnetici rilasciati da smartphone e da altri dispositivi elettronici;
  8. Pilea peperomioides: pianta di origini orientali, è facile da curare, dà stile alla camera e purifica l’aria;
  9. Gelsomino: concilia il sonno e riduce lo stress;
  10. Lavanda: indubbiamente il suo colore e il suo profumo sono in grado di dare piacevoli sensazioni di relax;
  11. Sansevierie: produce ossigeno di notte e contrasta le concentrazioni di elettrosmog.
Scala in legno con piante in camera da letto

Piante in camera per ogni stile di arredamento

Oltre a ricreare un ambiente piacevole da vivere e un’aria in casa sicuramente più pulita, le piante rappresentano un complemento di arredo adattabile in pratica a qualsiasi stile, da quello scandinavo fino allo stile industrial e minimale.

Infatti possono essere posizionate sia su di un tavolino di legno in un angolo, se si tratta di piante da vaso, che su una cassettiera. Un’alternativa piuttosto originale può essere rappresentata dal posizionare una pianta a cascata in un vaso a sospensione, magari legato al soffitto con corde di iuta intrecciate; in questo modo si va ad arricchire l’ambiente con un notevole effetto scenico. Ottime da vedere e per “riempire” eventuali angoli vuoti sono le piante da terra, magari posizionate in un vaso particolare o con qualche decoro originale.

Grazie alla loro estrema versatilità, le piante possono arricchire molto e dare un tocco di colore anche in camere da letto total white e dalle linee minimali. Oppure possono rappresentare degli eye catcher in un ambiente romantico e dai colori pastello.

Facendo un po’ di attenzione alla tipologia di pianta e con poco impegno, hai la possibilità di dare maggiore serenità alla tua camera da letto e a te stesso. Svegliarsi rivitalizzato e positivo non può far altro che rendere migliori anche le tue giornate.