Donald Robertson x Westwing Collection: Manca 1 Giorno al Lancio!

Idee rivestimenti pareti camera da letto

Vuoi trasformare la camera da letto senza dover cambiare i mobili o sostituire e coordinare mille accessori? La strategia più efficace è puntare su un rivestimento dal grande impatto estetico: una pannellatura in legno, una carta da parati colorata, una composizione di specchi o una boiserie dall’aspetto classico o moderno. Ecco una panoramica di idee per i rivestimenti delle pareti della camera da letto, con soluzioni scenografiche per cambiare look all’intera stanza.

1. Carta da parati: un classico senza tempo

Fra i rivestimenti per le pareti della camera da letto, la carta da parati è sicuramente fra le più gettonate, insieme agli stickers che possono essere applicati e sostituiti con grande facilità. I prodotti più innovativi semplificano la posa in opera e la manutenzione, con superfici lavabili all’occorrenza. Praticamente infiniti gli effetti grafici fra cui scegliere, dai motivi geometrici scandinavi ai trompe l’oeil che simulano archi in stile classico e scorci cittadini. Virtualmente la carta da parati può imitare qualunque tipo di materiale: dalle piastrelle in ceramica alle tele artistiche, dai mattoni faccia a vista al legno. E ricreare qualunque tipo di ambientazione: una giungla lussureggiante, un paesaggio romantico o, all’opposto, una metropoli trafficata. In alcuni casi il rivestimento può essere personalizzato scegliendo il colore o adattando la grafica alla posizione di porte, mobili e arredi per bilanciare i diversi elementi.

Suggerimenti:

2. Pannelli in legno per una camera rustica

Quando si tratta di legno, la parola d’ordine è autenticità: una composizione di assi o pannelli lignei supererà sempre, dal punto di vista estetico, una finitura effetto legno. Oltre alle soluzioni “rustiche”, è possibile optare per finiture ricercate, come moduli sfalsati e listelli inclinati effetto 3d. Non è solo lo schema di posa a dare movimento alla parete, ma anche il gioco di sfumature, texture e venature. Interessante anche l’accostamento con materiali dal look più freddo, come il cemento e il metallo. Per non parlare della pietra che, insieme al legno, è il rivestimento ideale per la camera da letto in stile tradizionale ed eco-chic.

3. Rivestimento con specchi

Lo specchio a tutta parete, in alcuni contesti, può risultare un po’ eccessivo, anche quando viene usato per mascherare una grande armadiatura. Un’alternativa meno “statica” è creare una composizione di specchi  caratterizzati da dimensioni diverse o posizionati in modo asimmetrico. Per rivestire le pareti di una camera da letto dalle atmosfere vintage – declinate in chiave shabby o industriale, a seconda dei casi – puoi puntare anche sugli specchi effetto finestra, con telaio in legno sbiancato o in metallo scuro. Un oggetto di questo tipo può risultare molto decorativo e rendere la stanza ariosa e ricca di luce: come sempre nel caso degli specchi, attenzione a scegliere la collocazione giusta, per non riflettere scorci troppo scuri o caotici.

Suggerimenti:

4. Mattoni a vista

Cerchi il rivestimento giusto per le pareti di una camera da letto in stile industriale? Se ami l’effetto materico, difficilmente saprai resistere ai mattoni a vista. Accostati ad arredi in legno e metallo, i mattoncini rossi sono sempre molto popolari, nella stanza dei ragazzi e non solo. Un’alternativa più versatile sono i rivestimenti bianchi effetto calce: è un’opzione adatta per una stanza shabby, ma anche per una camera da letto in stile nordico. Nel secondo caso ti suggeriamo un rivestimento in gres strutturato nei toni del grigio e del marrone chiaro. Se ami le ambientazioni rustiche e country, il rivestimento in pietra o mattoni si sposa alla perfezione con le finte travi in legno (e, a maggior ragione, col legno originale se hai la fortuna di vivere in un vecchio casale).

5. Una boiserie per combinare stile e praticità

In molti casi, come abbiamo visto, i rivestimenti per le pareti della camera da letto reinterpretano soluzioni tradizionali in chiave moderna. Non fa eccezione la boiserie, originariamente realizzata in legno con pannelli intagliati. Oggi come oggi, le opzioni a livello di materiali sono molto ampie e includono la ceramica, il metallo e le finiture in similpelle. Molto spesso la boiserie viene impiegata esclusivamente per incorniciare il letto, anche con applicazioni in tessuto imbottito. Sempre eleganti le boiserie bianche con cornici, modanature e bassorilievi in gesso o polistirolo dipinto. Un’altra “scorciatoia”  è ricorrere alla carta da parati: utile per completare una boiserie bassa o, in alternativa, per simularne l’effetto tridimensionale, riproducendo cornici e specchiature. Insomma, indipendentemente dal budget la boiserie non è un’idea da scartare per rinnovare l’aspetto della stanza e aggiungere un tocco chic. Non dimenticare, poi, che la boiserie può essere un’aggiunta interessante anche dal punto di vista dell’isolamento termoacustico, specie se realizzata in legno.

Come vedi ci sono soluzioni per tutte le tasche e rivestimenti adatti per ogni stile d’arredo. Leggi i nostri suggerimenti per completare il look della camera da letto!