Iscriviti per scoprire tutti i brand a -70%

Iscriviti per scoprire tutti i brand a -70%

Parquet rovere sbiancato con accessori

La scelta del pavimento è un elemento da non sottovalutare: le sue forme e colori dovranno entrare in sintonia con l’arredamento per ricreare alla perfezione il design desiderato. Scegliere un parquet rovere sbiancato significa in primo luogo mettere in risalto l’ambiente e gli elementi che lo abiteranno.

Tutto ciò è reso possibile dalla sua tonalità tenue tendente al bianco, la quale risulta un efficace strumento per far risultare la luce nello spazio circostante. I motivi per dotare la tua abitazione con un parquet rovere sbiancato possono essere svariati: dallo stile alle sue particolari caratteristiche.

Caratteristiche del parquet in rovere sbiancato

La caratteristica di un parquet rovere sbiancato che risalta immediatamente all’occhio è senza dubbio la sua lucentezza. Tale qualità lo rende ideale per tutti quelli appartamenti dotati di finestre e vetrate non troppo ampie. La scelta di questa tipologia di parquet risulta un ottimo compensativo alla mancanza di luce. Le tonalità chiare del parquet rovere sbiancato saranno anche molto utili per ricreare caratteristici contrasti di colore con gli elementi di arredo presenti nella tua abitazione.

Oltre le qualità estetiche, il rovere, essendo un legno pregiato,  presenta importanti proprietà termiche. Il legno è un ottimo isolante, e permetterà così alle tue stanze di non restare vittime degli sbalzi di temperatura. Va detto che però a differenza di un classico pavimento piastrellato risulta più delicato e necessita di una manutenzione più frequente.

Alcuni difetti purtroppo su un parquet rovere sbiancato possono essere ancora più evidenti rispetto ad altre tipologie di pavimentazione. Essendo molto chiaro le macchie si noteranno molto facilmente e di conseguenza dovrà essere pulito sovente. Oltre a sporcarsi facilmente il rovere sbiancato è anche abbastanza delicato: dovrai prestare un po’ d’attenzione nel trasportare gli oggetti perché il parquet tenderà a rigarsi facilmente.

Per quali stili di arredamento è consigliato?

Il parquet rovere sbiancato attraverso le sue tonalità chiarissime esprime vitalità, eleganza e splendore regalando ampiezza agli spazi e donando armonia e semplicità all’ambiente circostante. Proprio per tutte queste caratteristiche dovrai evitare di “soffocarlo” sotto la pesantezza di un arredamento in stile classico. Lo stile che meglio si sposa con il rovere sbiancato è quello moderno.

La decisione migliore per arredare una stanza con questo genere di pavimentazione ricade su uno stile minimalista. I componenti dell’arredo non devono essere troppi per non contrastare quella sensazione di armonia ed apertura trasmessa proprio dal pavimento. Ad esempio una camera da letto potrebbe limitarsi alla presenza del letto, di un paio di comodini ed una cassettiera. Il guardaroba potrebbe essere invece sostituito con una cabina armadio, all’interno della quale si potrà ancora godere della bellezza e lucentezza del parquet rovere sbiancato. Anche per il soggiorno la regola base resterà quella di non affogare il parquet sotto un arredamento importante.

Oltre che allo stile minimal il rovere sbiancato trova una giusta collocazione anche nell’arredamento di impronta shabby chic. I mobili contraddistinti da un “effetto polvere” e da colori tenui entrano nella giusta sintonia con il candore della pavimentazione. La monocromia del connubio mobili – parquet sarà interrotta dalle fantasie dei tendaggi e dagli altri accessori così frequentemente utilizzati nella concezione shabby chic.

Come scegliere il parquet

Al momento dell’acquisto di un parquet rovere sbiancato avrai due possibilità di scelta: decapato o spazzolato. Qual è la differenza tra i due?

Come abbiamo già sottolineato, il rovere sbiancato possiede delle tonalità chiarissime, ma sarebbe errato pensare che sia completamente bianco. Infatti essendo un legno presenta al suo interno delle venature, le quali rimango presenti anche dopo il processo di sbiancatura. Nel caso del parquet spazzolato le venature rimarranno più scure e sarà l’ideale da abbinare ad un arredamento con tonalità più intense. Se invece preferissi l’effetto opposto, ovvero un pavimento con venature più chiare dovrai invece optare per un parquet decapato.

Ricorda che comunque al di là della scelta un parquet tende a cambiare con il tempo. A seconda della quantità di luce a cui è esposto le tonalità di colore possono subire variazioni. Un’altra causa per la quale il colore del parquet potrebbe modificarsi è dovuta all’utilizzo di prodotti per la pulizia troppo invasivi.

Manutenzione e pulizia del pavimento in rovere sbiancato

Il parquet rovere sbiancato è indubbiamente fra i più belli ed eleganti in commercio. La sue resa estetica è per certi versi unica, in grado di trasmettere eleganza e al tempo stesso una sensazione di accoglienza. Tuttavia abbiamo già avuto modo di notare quanto sia delicato: le macchie si vedono facilmente e la presenza di animali in casa può voler dire rassegnarsi ad avere un parquet rigato.

Date le premesse è necessario prestare particolare attenzione alla sua pulizia. Bisogna evitare prima di tutto di utilizzare prodotti aggressivi come la candeggina o l’alcol, e in generale tutte le sostanze abrasive o corrosive. Per lavare un parquet rovere sbiancato sono consigliati prodotti detergenti neutri che eviteranno di rovinare lo smalto della superficie. Ricorda però di non esagerare neanche con l’acqua: la superficie va sempre asciugata in maniera accurata, altrimenti il parquet resterà macchiato. Per rimuovere polvere, briciole ed altri residui dovrai invece avvalerti di panni elettrostatici o di un’aspirapolvere con le apposite spazzole per parquet.