Iscriviti per scoprire tutti i brand a -70%

Parquet rovere sbiancato con accessori

La scelta del pavimento è un elemento importante: forme, materiali e colori devono entrare in completa sintonia con l’arredamento per creare uno stile armonico. Scegliere un parquet in rovere sbiancato significa in primo luogo mettere in risalto l’ambiente: tutto ciò è reso possibile dalla sua tonalità tenue tendente al bianco, che fa risultare la luce nello spazio circostante. Scopri le sue caratteristiche, le diverse tipologie e come abbinare mobili e accessori secondo il mood che preferisci! E non dimenticare qualche piccolo consiglio per preservare la bellezza del tuo parquet nel tempo.

Caratteristiche del parquet in rovere sbiancato

La prima caratteristica importante del parquet in rovere sbiancato è senza dubbio la sua luminosità. Tale qualità lo rende ideale per i monolocali e gli appartamenti dotati di finestre e vetrate non troppo ampie: puntando su arredi bianchi ton sur ton, la casa sembrerà immediatamente più spaziosa.

Oltre al valore estetico, il rovere presenta importanti proprietà termiche. Si tratta infatti di un legno pregiato dalle ottime capacità isolanti, ideali per evitare gli sbalzi di temperatura nelle stanze. In più, è anche molto resistente rispetto ad altri legnami. Presta però attenzione alla posa: quella flottante è ideale per i grandi formati, mentre quella incollata è più stabile e indicata per i listelli piccoli.

Tipologie di rovere sbiancato

Al momento dell’acquisto di un parquet in rovere sbiancato ci sono due principali possibilità di scelta: spazzolato o decapato. Qual è la differenza tra i due? Come abbiamo già sottolineato, il rovere sbiancato possiede delle tonalità chiarissime, ma sarebbe errato pensare che sia completamente bianco. Essendo un legno, presenta infatti al suo interno delle venature che si intravedono anche dopo il processo di sbiancatura.

  • Nel caso del parquet spazzolato, trattato con delle apposite spazzole in metallo che eliminano la parte più morbida del legno, le venature rimarranno più scure. Si abbina bene a un arredamento con tonalità più intense.
  • Se preferisci un pavimento con venature più chiare, dovrai invece optare per un parquet decapato, in cui il colore bianco si concentra nell’incavo del legno. Normalmente questo processo avviene passando della calce sul legno, a cui segue la cottura nei forni.

Ricorda che ogni parquet tende a cambiare con il tempo. A seconda della quantità di luce a cui è esposto, le tonalità di colore possono subire variazioni. Un’altra causa per la quale il colore del parquet potrebbe modificarsi è dovuta all’utilizzo di prodotti per la pulizia troppo invasivi.

In quali stanze utilizzarlo

Le stanze ideali per un parquet chiaro sono la camera da letto e il soggiorno, che risulteranno accoglienti e daranno un’immediata sensazione di calore. Se la cucina e il soggiorno non vengono separati da una porta, potrebbe però risultare antiestetico optare per due tipi di pavimentazione diversa. Nessun problema: oggi il parquet può essere usato anche in ambienti dove prima veniva sconsigliato.

Per zone delicate come la cucina o il bagno esistono infatti tipi di parquet in rovere sbiancato con apposite finiture che permetteranno al legno di non assorbire l’acqua e di non sporcarsi facilmente. Con qualche piccola attenzione, potrai avere un pavimento super resistente, persino negli ambienti sottoposti a maggiore sollecitazione.

Gli stili consigliati

Il parquet in rovere sbiancato esprime leggerezza ed eleganza, ma permette anche di far risaltare gli spazi. Proprio per tutte queste caratteristiche è considerato molto versatile, soprattutto nel caso dell’arredamento moderno. Ecco qualche proposta per creare un mood perfetto nella tua casa.

Stile minimal

Una delle scelte classiche per arredare una stanza con questo genere di pavimentazione ricade sullo stile minimalista. I componenti dell’arredo devono essere misurati, per non contrastare la sensazione di armonia e purezza. Ad esempio, una camera da letto potrebbe limitarsi alla presenza del letto e di una cassettiera all white, abbinati a un paio di comodini in plexiglass o vetro. Il guardaroba potrebbe essere invece sostituito con una cabina armadio, all’interno della quale si potrà godere della bellezza del parquet in rovere sbiancato. Anche per il soggiorno la regola base resterà quella di non nascondere il pavimento con arredi troppo vistosi e di usare pochi colori.

Stile shabby chic

Il rovere sbiancato trova un’ottima collocazione soprattutto nell’arredamento shabby chic. Mobili in legno verniciato di chiaro entrano nella giusta sintonia con il candore della pavimentazione. La monocromia del connubio mobili e parquet può essere spezzata dalle fantasie dei tendaggi e dagli altri accessori romantici caratteristici di questa tendenza di home décor.

Manutenzione e pulizia del pavimento in rovere sbiancato

Il parquet in rovere sbiancato è indubbiamente fra i più belli in commercio. La sua resa estetica è per certi versi unica, in grado di trasmettere un’eleganza senza tempo. Ricordati però che è solitamente piuttosto delicato, a meno che non sia stato sottoposto a trattamenti specifici. Le macchie si vedono facilmente e la presenza di animali in casa può voler dire rassegnarsi ad avere un parquet rigato. Considerate queste premesse, è necessario prestare particolare attenzione alla sua pulizia: ecco qualche suggerimento.

  1. Per rimuovere polvere, briciole e altri residui usa panni elettrostatici o un aspirapolvere con le apposite spazzole per parquet.
  2. Evita i prodotti aggressivi come la candeggina o l’alcol, e in generale tutte le sostanze abrasive o corrosive. Per lavarlo sono consigliati prodotti detergenti neutri che eviteranno di rovinare lo smalto della superficie.
  3. Non esagerare neanche con l’acqua: la superficie va sempre asciugata in maniera accurata, altrimenti il parquet resterà macchiato.

Con queste piccole accortezze, il tuo parquet durerà in eterno!

banner arredamento