Sala yoga con ragazza che pratica su tappetino

Lo sport è in cima alla lista della cose da fare per compensare lo stress della vita lavorativa quotidiana. Lasciati andare, scarica completamente le tensioni e rilassati con lo yoga: ritroverai te stesso! Quest’ultimo si può praticare non solo in uno studio professionale, ma anche a casa con la tua sala yoga personale. Crea un luogo di pace e relax dove svolgere esercizi e rilassare la mente. I nostri esperti di design hanno alcune idee per aiutarti a trasformare una stanza in un ambiente elegante e rilassante, perfetto per lo yoga!

Che cos’è esattamente lo yoga?

Lo yoga non è solo uno sport, è molto di più. La parola “yoga” deriva dal sanscrito indiano e significa “unità e armonia”. Quando si pratica lo yoga si mettono quindi in armonia corpo, mente e anima. Per questo lo yoga è spesso utilizzato per ottenere una migliore qualità della vita, equilibrio e più energia. Lo yoga combina diversi esercizi, meditazione, una sana alimentazione e pensieri positivi. Inoltre, è diviso in diversi stili, che perseguono tutti lo stesso obiettivo: una connessione tra noi stessi e l’intero cosmo.

Vuoi sapere di più su questa pratica? Leggi anche: “I benefici dello yoga per corpo, mente e spirito“.

Arredamento per la sala yoga: requisiti di base

Lo yoga può essere praticato ovunque. Basta stendere un tappetino! Puoi andare in centri fitness o studi dedicati a questa disciplina, oppure puoi praticare tranquillamente a casa. Se hai lo spazio necessario, arredare una sala yoga sarà meraviglioso. Naturalmente, gli esercizi di yoga possono essere svolti in qualsiasi stanza, basta che ci sia lo spazio sufficiente per muoversi e un’atmosfera tranquilla!

  • La cosa più importante è sentirsi a proprio agio nella stanza o nell’angolo del tuo appartamento dove vuoi praticare.
  • La dimensione della stanza è molto importante per non doversi limitare nei propri esercizi. Un minimo di 2,5 per 3,5 metri è l’ideale.
  • Oltre al pavimento, che dovrebbe essere perfettamente piano, il luogo deve essere silenzioso e luminoso.
  • Lo spazio deve avere anche delle finestre per favorire la ventilazione durante gli esercizi.
  • Durante la stagione calda, lo yoga può essere praticato anche all’esterno (ad esempio su balcone e terrazzo o, perché no, in giardino).

Accessori che non dovrebbero mancare in una sala yoga

Per allestire la tua sala yoga, le decorazioni sono molto importanti. Conferiscono al luogo un’atmosfera armoniosa e creano l’ambiente giusto. Elementi assolutamente essenziali per il relax durante la pratica dello yoga sono candele profumate e bastoncini d’incenso oppure un diffusore per ambienti con degli oli essenziali alla lavanda, alla menta o al limone. Anche una cassa con musica soft e uno specchio possono essere utili. Puoi decorare la sala yoga anche con bellissimi murales e figure di Buddha.

Guida ai materiali: arredamento della sala yoga

I materiali naturali sono particolarmente indicati per una sala yoga. Chi pratica questa disciplina adotta uno stile di vita consapevole, sano ed equilibrato. Pertanto, i materiali artificiali sono fuori discussione. Un pavimento in legno, un tappetino yoga realizzato con materie prime naturali, come la gomma, e decorazioni yoga in ceramica o pietra sono perfetti per dare alla tua sala yoga un aspetto autentico. Anche gli arredi devono rispettare questo mantra: quindi che tu voglia acquistare una lampada, dei cesti contenitivi o un armadietto, assicurati che siano realizzati con fibre e materiali naturali.

Consiglio fai-da-te: detergente per tappetini yoga

Per realizzare un detergente per il tappetino di yoga, avrai bisogno di pochi ingredienti: un flaconcino spray, acqua distillata, oli essenziali, olio dell’albero del tè e aceto di mele.

  1. Riempi un piccolo flacone spray con 3/4 di tazza di acqua distillata.
  2. Versa 1/4 di tazza di aceto di mele.
  3. Completa il tuo detergente fai-da-te con 6/7 gocce del tuo olio essenziale preferito (lavanda, menta, limone) e 2 gocce di olio dell’albero del tè.
  4. Agita la bottiglia in modo che tutti gli ingredienti si mescolino bene.
  5. Spruzza il detergente su entrambi i lati del tappetino yoga e asciuga accuratamente con un panno di cotone morbido.

Il detergente per tappetini fatto in casa è pronto! Non solo rimuove i batteri, ma lascia anche un profumo piacevolmente fresco sulla superficie.

Hai una stanza libera o da rinnovare e non sai come utilizzarla? Nella nostra sezione dedicata alla casa trovi tanti spunti originali e guide pratiche: lasciati ispirare.

banner decorazioni