giardino sensoriale

L’esperienza del verde è sempre rigenerante, a maggior ragione quando coinvolge intensamente tutti i nostri sensi. Un giardino sensoriale consente di ammirare, giorno dopo giorno, lo spettacolo della natura e di apprezzare il suo linguaggio affascinante in tutte le forme. Fiori variopinti catturano la vista, fragranze sospese nell’aria inebriano l’olfatto, cinguettii melodiosi accarezzano l’orecchio, frutti succosi stimolano il gusto, foglie e petali vellutati interagiscono col nostro tatto. Ci sono mille ragioni per progettare un giardino sensoriale, tutte valide: a cominciare dalla voglia di relax! Come realizzare i percorsi e come arredare uno spazio outdoor dedicato ai cinque sensi? Ecco una piccola guida.

Cos’è un giardino sensoriale?

Oltre che una passione, il contatto con le piante può diventare una vera e propria terapia. Basta una semplice passeggiata fra il verde per sentirsi travolti da una sensazione di armonia e benessere. Ma anche per ritrovare il gusto dell’autenticità e delle cose semplici, spesso “sequestrato” dalla tecnologia e da abitudini e ritmi di vita poco salutari. A trarre giovamento da questa esperienza sono anche gli anziani, le persone con disabilità o con problemi di salute, così come i bambini che in mezzo al verde possono fare continue scoperte (molto più appassionanti dei videogiochi). Il giardino sensoriale nasce proprio con l’intento di favorire il rilassamento e il recupero psicofisico, stimolando gentilmente i cinque sensi.

Da dove partire per realizzarlo

Vuoi creare un giardino sensoriale per i tuoi bimbi, per la comunità o tutto per te? In ogni caso è un’ottima idea: fare giardinaggio diventerà molto più interessante (immagina, ad esempio, di sistemare un’aiuola col naso immerso fra mille profumi). Segui i nostri spunti per trovare l’ispirazione giusta!

Progettazione

La progettazione del giardino è incentrata sui percorsi sensoriali, concepiti per guidare il visitatore attraverso le “tappe” dell’esperienza percettiva. Anche se la metratura è ridotta, cerca di creare dei piccoli sentieri che consentano di ammirare – annusare, toccare, ascoltare e gustare – le delizie del tuo piccolo eden. I percorsi dovranno seguire un andamento preferibilmente sinuoso e collegare i principali punti di interesse (come le aiuole colorate e le bordure fiorite). Fai attenzione a creare sentieri confortevoli, privi di barriere architettoniche e ben illuminati, installando punti luce che consentano la visibilità anche dopo il tramonto. Cerca di dare rilievo anche all’ingresso del giardino: ad esempio, posizionando un arco rivestito di rose o altri rampicanti che inviti il visitatore a sfiorare le piante o a odorare il profumo dei fiori.

Aree gioco e relax

Oltre che in movimento, un giardino sensoriale si fa apprezzare anche in completo relax. Le aree dove concedersi una piacevole sosta non possono mancare e includono panchine – preferibilmente schermate dal sole diretto – amache, dondoli o sdraio posizionati in punti panoramici o fra ciuffi di fragranti aromatiche. Come abbiamo visto, il giardino sensoriale è un piccolo paradiso per i bambini e idealmente dovrebbe accogliere anche una zona gioco loro dedicata. Cerca di ricavare anche un’area dedicata alle attività all’aria aperta come i laboratori dedicati alle piante e alla semina, ai lavoretti artistici e così via. L’ideale è avere a disposizione un tavolo spazioso, con sedie comode rivestite di cuscini colorati e ben ombreggiato, sfruttando una pergola rivestita di rampicanti, un gazebo o un grande ombrellone.

Quali materiali scegliere

In un giardino sensoriale le aiuole fiorite sono il primo elemento che cattura l’attenzione, ma non certo l’unico. Anche un camminamento rivestito di pietre irregolari o una decorazione con sassolini e ghiaia colorata può risultare molto efficace. Un altro materiale sempre interessante è il legno, usato per fiorere, graticci, sostegni per piante, bordure in salice intrecciato e molti altri accessori da giardino. Per vivacizzare l’arredo puoi puntare anche su oggetti di recupero e affidarti al riciclo creativo per creare fioriere alternative ed originali espositori per piante in pallet dove mettere in bella mostra vasi dipinti con colori brillanti. Se vuoi allestire un “salotto” outdoor, dai la preferenza agli arredi in legno dal look naturale come tavoli in abete, teak o bambù, sedie in legno di eucalipto, poltroncine in giunco e così via.

Come stimolare i sensi nel giardino sensoriale

Il giardino sensoriale ha un obiettivo ben preciso: risvegliare il nostro istinto e le nostre facoltà percettive e aiutarci a ritrovare un contatto profondo con la natura e coi suoi ritmi. Questa tipologia di giardino è appositamente progettata per stimolare i nostri sensi, uno dopo l’altro o in simultanea. Ecco gli accorgimenti da seguire per realizzare un’esperienza sensoriale coinvolgente, mese dopo mese.

Vista

In un giardino sensoriale, l’occhio viene immediatamente catturato dal colore, ma anche dal contrasto tra le forme e i volumi. Nello scegliere e accostare le piante, cerca di movimentare l’insieme giocando con le diverse altezze e con varietà dal portamento e dalla linea diversa. La primavera e l’estate, sono, per definizione, i momenti dell’anno che offrono maggiori attrattive in giardino. Un giardino sensoriale che si rispetti, però, dovrebbe coinvolgere lo spettatore non stop, celebrando il ciclo delle stagioni. Cerca di inserire più varietà possibili con fioriture che si alternino senza soste dalla primavera ai mesi più freddi. Non sottovalutare i chiaroscuri creati dal dialogo fra ombra e luce e l’effetto del giardino by night. 

Udito

Oltre a catturare la vista col suo gioco di riflessi, l’acqua funge da elemento di collegamento fra i diversi elementi del giardino e culla la mente col suo tintinnio. Altro suono molto rilassante è quello degli insetti che, nella bella stagione, visitano il giardino a caccia di polline e di nettare: chiudere gli occhi e ascoltare il ronzio delle api è sempre una sensazione molto piacevole. Anche una casetta per gli uccelli e un acchiappasogni azionato dal vento sono complementi perfetti per il tuo giardino sensoriale.

Tatto

Il mondo vegetale offre una varietà di stimoli tattili: basti considerare le diverse consistenze – carnosa, setosa, vellutata, coriacea, impalpabile nel caso delle “erbe ornamentali” – che caratterizzano il fogliame e le corolle dei fiori. Cerca di mettere in primo piano le varietà più interessanti da questo punto di vista, valorizzandole con l’aiuto degli arredi da giardino. I vasi sospesi, ad esempio, invitano quasi inevitabilmente a toccare le piante, specie se offrono fioriture scenografiche e vaporose. Se il giardino ospita anche qualche albero, è possibile sfiorarne la corteccia o abbracciarlo per “assorbire” la sua energia.

Olfatto

Uno dei sensi più sollecitati, in un giardino rigoglioso, è l’olfatto. Scegliendo le varietà più adatte portai riempire l’aria di profumi per tutto l’anno, anche nei mesi più freddi. Anche un arbusto poco appariscente come la sarcococca confusa, o l’osmanto– anche noto come Olea frangrans – possono regalare intense emozioni olfattive nei mesi invernali e autunnali. Non richiedono presentazioni la lavanda, le rose, il gelsomino, le aromatiche mediterranee e le cosiddette herbes de Provence. Oltre alle varietà più note, però, c’è di più: basta solo documentarsi!

Gusto

E che dire del gusto? Il giardino sensoriale può trasformarsi in un paradiso in miniatura dove cogliere frutti succosi direttamente dal ramo o riempire il cestino di ortaggi freschissimi. Un piccolo orto non dovrebbe mai mancare: se hai poco spazio a disposizione puoi allestire un orto in vaso o in verticale, limitandoti magari alla coltivazione delle aromatiche. Per facilitare l’accesso alle aiuole e la lavorazione del terreno puoi creare un orto rialzato. Non scordare le piante da frutto! Anche un singolo albero – magari, in versione “nanizzata” – da allevare in contenitore può dare un ottimo contribuito alle degustazioni ambientate nel tuo giardino sensoriale!

Cerchi altre idee per i tuoi spazi verdi outdoor? Leggi le nostre guide a tema “Giardino” e lasciati ispirare da spunti creativi e consigli utili!

banner lifestyle