Iscriviti per scoprire tutti i brand a -70%

Dettaglio bicchieri e vasetti con piante aromatiche

Per avere un balcone verde e profumato in tutte le stagioni non c’è niente di meglio delle piante aromatiche. Tenere un piccolo orto a portata di mano, in terrazza, sul balcone o nel tuo giardino, è il modo perfetto per avere prodotti naturali freschi e un buon profumo fra le mura domestiche. Nelle prossime righe ti sveleremo tutto quello che devi sapere sulle piante aromatiche: scopri quali sono le più popolari e segui i nostri consigli per prendertene cura al meglio.

Basilico, menta, rosmarino, timo, salvia…in natura esistono un’ifinità di erbe aromatiche! Sono semplici da coltivare e, oltre a diffondere un irresistibile profumo in casa, si prestano benissimo per decorare gli spazi esterni, creando un accogliente angolo verde anche quando lo spazio a disposizione non è molto.

Senza contare la soddisfazione di poter aggiungere un aroma in più ai piatti in cucina! Avere a disposizione una foglia di basilico appena colta per il sugo della pasta, un rametto di rosmarino per l’arrosto, delle foglie di menta per il primo mojito della stagione è un privilegio non da poco! Ecco qualche consiglio per scegliere le varietà migliori e creare il tuo piccolo angolo verde.

Taglio di piante aromatiche

Le nostre 5 piante aromatiche preferite

Al mondo esistono centinaia di tipologie di erbe aromatiche, e presentarle tutte sarebbe impossibile. Ecco le nostre 5 preferite:

  1. Rosmarino: si tratta di una delle più pregiate fra le piante aromatiche, è perfetta per tutti i piatti tipici della dieta mediterranea, arrosto e patate al forno in primis. Il rosmarino cresce nei periodi caldi, da maggio fino massimo a ottobre. Ama il sole e il clima caldo, quindi meglio posizionarla in un posto ben soleggiato e proteggerlo accuratamente in inverno.
  2. Prezzemolo: una pianta particolarmente adatta alla coltivazione in vaso sul balcone, che, in condizioni di clima temperato, genera foglie tutto l’anno. Preferisce la penombra e non sopporta gli sbalzi di temperatura. Anche il prezzemolo è fra gli ingredienti tipici della dieta mediterranea e può essere usato praticamente dappertutto (non a caso esiste il detto “sei come il prezzemolo”!).
  3. Crescione: probabilmente la meno nota fra le piante aromatiche, il crescione è una piantina che può ravvivare diversi piatti e che ha incredibili proprietà benefiche: oltre a rafforzare il sistema immunitario è un perfetto antiossidante. Ha l’aspetto di una pianta infestante ed è molto facile da coltivare.
  4. Basilico: non esiste salsa di pomodoro che non sia condita da foglie di basilico. Il basilico non ha bisogno di presentazioni: si tratta di una piantina che cresce in condizioni di sole favorevole, soprattutto da maggio a ottobre. Per la coltivazione sul balcone è perfetta, purché sia ben esposto al sole.
  5. Timo: quest’erbetta aromatica è nota ai più perché è alla base di molte tisane, poiché gode di proprietà benefiche per gola e stomaco. Tuttavia, il timo può essere il perfetto condimento anche per piatti a base di carne. Il timo ha bisogno di molta luce ma teme il sole diretto, perciò va posizionato in un luogo ben illuminato ma riparato.

Se deciderai di coltivare queste piante aromatiche in vaso in casa tua, ogni tuo piatto sarà ravvivato da queste miscele di aromi, donando un piacere per tutti i sensi. Inoltre, darai un tocco personale agli spazi esterni, rendendo il balcone e il giardino più caldi e accoglienti. Le piante aromatiche sono un dettaglio che non passa mai inosservato!

Crea il tuo orto di piante aromatiche: 6 consigli

Dopo questa breve panoramica sulle nostre erbe aromatiche preferite, ecco qualche suggerimento per aiutarti a coltivarle in casa.

  1. La scelta dei vasi

    Se decidi di attrezzare un piccolo orto sul terrazzo di casa, fai in modo di creare le migliori condizioni possibili affinché le piante aromatiche crescano in piena salute. La scelta delle fioriere dove piantare le erbe, ad esempio, è fondamentale: i vasi devono garantire una buona circolazione dell’aria e devono soprattutto assorbire l’acqua in eccesso. Inoltre, le dimensioni sono importanti: fioriere troppo strette possono impedire la crescita delle radici. Se ti accorgi che le tue erbe aromatiche “stanno strette”, travasale delicatamente in una fioriera più grande.

  2. Terreno e terriccio

    Altro aspetto da considerare è il terreno. Se la tua coltivazione di erbette aromatiche parte dai semi, assicurati di usare un terreno ben drenato al posto del terriccio convenzionale. Se invece acquisti piantine aromatiche già cresciute, il terreno dovrà avere un minor contenuto argilloso è una quantità inferiore di fertilizzante.

  3. La divisione delle erbe

    Devi sapere che le erbette aromatiche si dividono fra quelle perenni e quelle che crescono solo in determinati periodi dell’anno. Posizionare queste due tipologie di erbe aromatiche in due fioriere differenti è importante perché prevedono un diverso apporto di acqua. Rispetto alle erbe che ti abbiamo consigliato, sappi che crescione e prezzemolo rientrano nella categoria di piante aromatiche perenni, mentre timo, basilico e rosmarino crescono prevalentemente nei periodi caldi.

  4. La posizione

    Anche la collocazione che darai alle tue piantine aromatiche contribuirà alla loro crescita. Ricorda che solitamente le erbette aromatiche prediligono la luce solare diretta, mentre alcune specie più delicate necessitano di una zona ombreggiata. Fra le varietà che ti abbiamo consigliato, solo il crescione e il prezzemolo preferiscono le zone ombreggiate. Collocale lontane dal sole solo però se vivi in una calda città del Sud Italia: le zone d’ombra dei centri urbani del nord sono deleterie anche per le erbette perenni.

  5. Il periodo giusto

    Qualora tu voglia avviare il tuo orto di piante aromatiche in vaso sin dalla semina, devi sapere anche qual è il periodo giusto per poter seminare. Se vuoi far crescere erbette aromatiche perenni, devi seminare a settembre, mentre per quelle stagionali devi piantare i semi a maggio. Ricordati di proteggere nei primi giorni la tua semina con del vello da giardino. Fai crescere in modo naturale le tue piantine ed evita tutti i fertilizzanti chimici, perché potrebbero alternarne il gusto.

  6. La cura

    Nei mesi caldi, infine, anche l’innaffiatura deve essere fatta in momenti specifici. Ricordati che dovrai dare l’acqua alle tue piantine aromatiche solo al mattino e alla sera. Innaffiarle a mezzogiorno, nel momento più caldo della giornata, equivale a bruciarle. Le piantine aromatiche hanno bisogno di amore e pazienza, quindi non essere frettoloso nel volerne raccogliere le foglie.

Occhio alle erbacce

Uno dei principali nemici delle tue piante aromatiche sono le cosiddette “erbacce”: quei vegetali che crescono spontaneamente, senza alcuna proprietà naturale particolare, che sottraggono linfa vitale, come acqua e concime, alle tue piantine.

Se non vuoi andare a strappare periodicamente le erbacce che si formano intorno alle tue erbette aromatiche, puoi ovviare con un semplice escamotage. Puoi coprire il terreno intorno alle tue piantine con foglie secche e ghiaia, una mistura che in gergo viene chiamata pacciame e che, qualora tu non abbia nel giardino di casa, può acquistare in un qualunque negozio di settore. Da evitare il pacciame a base di corteccia, e assicurati che sia particolarmente alto, affinché le tue piante aromatiche in vaso possano respirare da sotto.

Se seguirai i nostri consigli alla lettera, avrai un eccezionale orto domestico a pochi passi dalla tua cucina, e potrai ravvivare i tuoi piatti con delle gustose erbette aromatiche.

Arredare il giardino, la terrazza o il balcone non significa solo scegliere i mobili da esterno più adatti: le piante sono un elemento estremamente importante, incluse quelle aromatiche! Pianta le varianti che preferisci, scegli dei vasi decorativi in linea con il tuo stile e crea il tuo personale angolo di relax.

Ti manca qualcosa per completare l’opera? Registrati gratuitamente su Westwing, troverai tante idee anche per gli spazi esterni!

banner arredamento