Pavimenti per esterno

Per cambiare stile allo spazio outdoor della tua casa è importante creare aree accoglienti dove intrattenere gli amici o semplicemente godersi un po’ di tempo libero immersi nella natura. Per il tuo make-over parti dai pavimento per esterno, che rendono immediatamente le zone verdi più eleganti e vivibili. Tra le variabili che incidono maggiormente sul design della veranda, del giardino o di un terrazzo, le piastrelle influenzeranno l’aspetto della tua oasi green più di qualsiasi altro elemento. Continua a leggere e scopri come scegliere le piastrelle per esterni, i fattori da tenere in considerazione, i materiali e i consigli dei nostri esperti.

7 fattori da tenere in considerazione

Spazi esterni disadorni o dall’aspetto trascurato possono essere completamente trasformati grazie a una scelta attenta del pavimento per esterno. Oggi esiste una grande varietà di colori, forme, stili e materiali, sia naturali che artificiali, per accontentare i gusti di tutti. Ma come si fa a scegliere la soluzione migliore? Ecco alcuni fattori da considerare prima di arrivare alla scelta finale.

1. Destinazione d’uso

La prima grande riflessione da fare riguarda lo spazio che devi “vestire” con il pavimento per esterni. Se si tratta di un portico o di un balcone, le piastrelle avranno meno esigenze dal punto di vista della resistenza alle intemperie, perché coperte. Se invece devi creare dei vialetti, una zona piscina o un’area en plein air, dovrai invece scegliere materiali trattati per resistere.

2. Resistenza al freddo e alla pioggia

Il ciclo di gelo e disgelo tipico di molte regioni italiane può indebolire gradualmente sia le piastrelle in pietra sia quelle in terracotta, causando crepe e danni. Il clima dovrebbe essere quindi uno dei primi criteri da considerare quando si sceglie il materiale delle piastrelle. Ad esempio, pietre come il granito, il travertino e l’ardesia sono molto apprezzate nell’ambito dei pavimenti per esterno, così come il cotto; tuttavia, questi materiali sono tutti porosi e assorbono l’acqua, motivo per cui necessitano di adeguati trattamenti impermeabilizzanti.

3. Resistenza ai carichi

Se stai pensando di arredare il tuo spazio outdoor con tavolo, sedie e altri arredi, scegli piastrelle che possano sopportare un carico più pesante. In questo caso è anche preferibile una posa fissa che garantisca stabilità, non flottante o ad appoggio.

4. Superfici antiscivolo

Le cadute sulle superfici scivolose sono molto ricorrenti: per evitarle, opta per piastrelle specificatamente trattate per evitare questo problema. Nel caso del gres porcellanato, ad esempio, esistono diverse classificazioni di resistenza allo scivolamento. Se abiti in una zona con clima piovoso e soggetta a sbalzi di temperature, assicurati quindi di scegliere una piastrella con un alto grado di antiscivolo.

5. Muffa e macchie di umidità

Diretta conseguenza di pioggia oppure neve sono anche le macchie scure causate dalla muffa, che rischiano di rovinare l’impatto estetico della tua pavimentazione. Anche in questo caso, accertati di posare un prodotto trattato e impermeabilizzato.

6. Design

Prima di partire alla ricerca della piastrella perfetta, è necessario essere pienamente consapevoli dello stile con cui si desiderano impostare la terrazza o il giardino. Interni ed esterni devono dialogare tra di loro: un modo particolarmente intelligente per ottenere questo risultato consiste nell’utilizzare lo stesso tipo di piastrelle.

7. Colori

Il colore è un fattore cruciale che viene spesso trascurato quando si parla di pavimento per esterno. Un consiglio utile, oltre a quello di mantenere la stessa palette cromatica della casa, consiste nell’illuminare le aree in ombra con piastrelle di colore chiaro e attenuare le aree luminose con piastrelle più scure. Se vuoi un effetto super naturale, scegli prodotti in tonalità terrose, che si armonizzino perfettamente con alberi, fiori e prato.

Accessori e arredi per esterno:

I materiali più diffusi

Una volta valutati tutti i fattori chiave per la scelta del tuo pavimento per esterno, arriva il momento più divertente: la scelta finale. I materiali a disposizione sono diversi e offrono tutti un vantaggio pratico oppure estetico diverso: ecco una panoramica completa.

  1. Cotto: pregiato ed elegante, con le sue tinte che spaziano dall’arancio al marrone scuro è perfetto sotto il portico di una casa country.
  2. Pietra: difficile battere il fascino di rivestimenti naturali come ardesia, luserna, beola e granito. Per quanto riguarda il formato, puoi scegliere qualcosa di piccolo in stile pavé oppure delle mattonelle più grandi, ideali se lo spazio è ampio.
  3. Gres: ottima alternativa alla pietra, le piastrelle in gres sono disponibili in finiture che ne ricordano le venature e le tinte naturali. In più, sono realizzate con tecniche avanzate che le rendono resistenti, antiscivolo e praticamente eterne.
  4. Legno: bellissimo dal punto di vista estetico, oltre che ecocompatibile, è però più delicato e resiste meno alle intemperie.
  5. PVC: soluzione low-cost, nelle versioni a incastro è ideale per creare delle zone calpestabili sul prato.
  6. Cemento: è un’altra soluzione economica, ma sicuramente più resistente del già citato PVC; potresti anche optare per gli autobloccanti, nel caso ti serva creare un passaggio per le vetture.

Pavimento per esterno: consigli utili

Per concludere la nostra panoramica sui pavimenti per esterno, non poteva mancare qualche consiglio finale. Dopo il restyling non vorrai più rientrare in casa!

Posa

In molti casi, le piastrelle si possono posare autonomamente in appoggio, direttamente sulla terra o sul prato, oppure tramite un sistema a incastro. Se preferisci ottenere una maggiore stabilità, affidati invece a un professionista per una posa con colla oppure cementata.

Manutenzione

Abbiamo già ricordato l’importanza di effettuare trattamenti per l’impermeabilizzazione della pavimentazione. Non dimenticare di pulire periodicamente con prodotti appositi, che preservino la bellezza e resistenza delle superfici.

Valorizzazione

Nella scelta di arredi e accessori per l’outdoor, dai set con tavolo e sedie ai cuscini, mantieni un fil rouge cromatico. Ad esempio, con il pavimento per esterno in ardesia staranno benissimo mobili in stile moderno, in grigio o total white, con finiture argentate. Con il cotto, invece, sì a dettagli in legno e tessuti multicolore e vivaci, per un look caldo e accogliente. Organizzare grigliate, cene e aperitivi con le persone a cui vuoi bene sarà ancora più bello: e quando cala la sera, non dimenticare lanterne, ghirlande e candele per dare vita a un’atmosfera magica, da mille e una notte.

Mobili e complementi da esterno:

Stai pensando di cambiare look alla tua casa? Parti da “Pavimenti e rivestimenti” leggendo le nostre guide, troverai tanti consigli utili!

banner arredamento