Come arredare un soggiorno con stufa a pellet

Ormai è tempo di lasciar perdere i classici caminetti a legna e dare il benvenuto alle più moderne e ben più performanti stufe a pellet. Diffuse in montagna ma sempre più comuni anche in città, assolvono al duplice scopo di creare atmosfera e calore in casa durante le lunghe giornate invernali. Ma come inserire questo elemento nell’area living della casa? Basterà seguire qualche semplice regola e scoprire qual è il modello che meglio si adatta alla propria situazione. Andiamo subito ad approfondire il discorso così da capire come arredare un soggiorno con stufa a pellet.   

Stufa a pellet: le caratteristiche 

Prima di affrontare il discorso dal punto di vista prettamente stilistico è bene fare una breve premessa, perfetta per chi non sa bene cos’è e come funziona una stufa a pellet. In estrema sintesi, si tratta di un apparecchio che produce calore bruciando il pellet, un combustibile a biomassa ricavato dal legno. Si tratta in tutto e per tutto di una stufa, considerata però più ecologica e pulita del più classico caminetto. Uno dei tanti vantaggi di questo apparecchio, infatti, è l’efficienza, perché sfrutta a pieno il potere calorifero del combustibile utilizzato. 

Quanto al funzionamento, è molto semplice e lineare perché la stufa lavora in modo completamente automatico: in generale, la coclea procede a prelevare il pellet dal serbatoio, inserendolo perfettamente dosato nel focolare. In questo ambiente, poi, il sistema forza e veicola l’aria all’interno, così da unire combustibile e comburente che, insieme, andranno a generare il calore.

Non c’è pericolo di fuoriuscite, perché si tratta di un sistema chiuso: i fumi prodotti dalla combustione sono espulsi all’esterno attraverso la canna fumaria. Quanto ai residui, la stufa a pellet ne produce pochissimi e sarà necessario pulirla solo saltuariamente.

Stili di arredamento

Passiamo ora al focus dell’articolo, ovvero capire come arredare un soggiorno con la stufa a pellet. Inutile dire, infatti, che oggi sul mercato esistono tantissimi modelli differenti che, più o meno simili nel funzionamento, differiscono moltissimo nel design. Questo permette di poter utilizzare una stufa a pellet in qualsiasi ambiente, dal più rustico al più moderno, senza snaturare lo stile d’arredamento predominante. 

Stile moderno 

In un ambiente moderno è bene puntare tutto sul design così da scegliere una stufa a pellet in grado di inserirsi coerentemente in soggiorno, valorizzando (e non snaturando) lo stile d’arredo.  

In un ambiente minimale e lineare è opportuno puntare su stufe dalle forme squadrate capaci di mimetizzarsi nella stanza. Sceglile con la canna fumaria non a vista, così da creare il meno ingombro possibile su pareti e pavimento. Quanto ai colori, privilegia tonalità in continuità con quelli della casa: oggi per fortuna esistono finiture di tutti i tipi, dal bianco all’argento satinato. 

Se invece la tua casa moderna si ispira allo stile industriale, puoi osare un po’ di più e scegliere modelli con tubo di scarico a vista. Puoi inoltre optare per forme più arrotondate e classiche per far diventare la stufa un pezzo forte dell’arredo. Quanto ai colori, scegli senza indugi le cromie più scure, dall’ardesia al nero, in finitura rigorosamente mat. 

In una casa moderna e glamour, invece, punta tutto sulle stufe a pellet di forma tubolare, sia in finitura lucida che opaca. Si integreranno perfettamente nell’ambiente regalando un design più morbido al soggiorno. 

Stile classico  

In un ambiente classico ed elegante, i contorni della stufa si ammorbidiscono e le linee squadrate lasciano spazio a profili più stondati e morbidi, nonché a decorazioni più marcate. Gli amanti dello stile elegante ma retrò potranno optare per una stufa a pellet che ricorda da vicino la forma di un caminetto intarsiato: forma rettangolare con profili morbidi, braciere con ampio e vistoso focolare, superficie decorata e piedini d’appoggio vivranno perfettamente in un soggiorno di stampo classico. Opta per modelli con tubo di scarico sul retro, così da non caricare troppo l’ambiente visivamente.

Quanto ai colori, sceglili sempre in linea con l’arredo esistente. Dal bordeaux per una casa che vuole essere raffinata al bianco per chi punta tutto sulla luminosità, le opzioni sono davvero infinite e non mancano anche i modelli bicolor. In questo specifico caso, poi, si potranno lasciare da parte le finiture opache per osare anche con quelle lucide. 

Stile rustico  

Quale stufa a pellet scegliere per arredare un soggiorno rustico? Ti consigliamo di puntare tutto sulle forme retrò, perfette per ricordare da vicino le stufe d’altri tempi. Scegli una stufa con forma rettangolare, optando per un modello alto e stretto o basso e largo. L’importante è che sia presente un focolare ampio e ben visibile, che contribuirà a realizzare la giusta atmosfera in casa. Un altro elemento importante è il tubo di scarico dei fumi che, in questo caso, deve essere decisamente a vista per diventare, anch’esso, un elemento d’arredo. 

Quanto ai colori, sceglili a contrasto con il resto della casa, in modo che la stufa possa spiccare all’interno del soggiorno. I modelli neri perfetti su una parete chiara, opta invece per stufe con finitura chiara qualora tu debba addossarle a una parete più scura o con rivestimento in pietra. 

Dove posizionare una stufa a pellet in soggiorno 

Arredare il soggiorno con la stufa a pellet significa anche posizionare l’apparecchio in modo corretto, sia per permetterle di funzionare al meglio che per inserirlo coerentemente all’interno della stanza dal punto di vista della resa visiva. 

Cominciamo col dire che se stai pensando di acquistare una stufa a pellet sarà prima di tutto necessario verificare che ci sia abbastanza spazio per l’installazione: devi infatti avere (o sgomberare) una parete libera, soprattutto nel caso in cui il tubo di scarico non sia a vista e vada inglobato nel muro. 

Altra accortezza è quella di mantenere una distanza minima fra gli altri elementi d’arredo, così da evitare di surriscaldarli eccessivamente. È importante, ad esempio, che nelle immediate vicinanze della stufa non ci sia un mobile come una vetrinetta o una libreria, che non gioverebbero della vicinanza di un così importante elemento di calore. La distanza da qualsiasi elemento d’arredo, da entrambi i lati della stufa, infatti, dovrà essere di almeno 25 cm. Bisogna inoltre lasciare un corretto spazio di sicurezza anche sopra la stufa, che deve essere di minimo 40 cm

Altri vincoli tecnici per posizionare correttamente la stufa a pellet in soggiorno sono la necessaria presenza di una presa elettrica (la stufa funziona tramite una centralina elettrica) e la presenza di una pavimentazione realizzata in materiale ignifugo laddove la stufa verrà posizionata. 

Decorazioni must have per completare il look 

Avere una stufa a pellet in soggiorno significa inserire un elemento importante che contribuirà ad arricchire lo stile della stanza. Ma è possibile che stile e ordine vengano meno quando avrai costantemente fra i piedi l’antiestetico sacco di plastica che contiene il pellet, ovvero il combustibile della stufa. 

Se non vuoi fare avanti e indietro dal ripostiglio almeno una volta al giorno, ti consigliamo di dotarti di un contenitore di design da posizionare vicino alla stufa; sarà perfetto per conservare il combustibile necessario a riscaldare l’intera area living. Ma come sceglierlo? Opta per il legno in una casa in arte povera, in stile rustico o in stile moderno e lineare. Scegli invece il metallo in tutti i casi in cui il tuo soggiorno sia di ispirazione vintage o industriale. Oltre a essere un elemento meramente funzionale, si tratta anche di una decorazione che ti aiuterà a costruire lo stile di una delle parti più importanti della tua casa. E ora sei pronto a goderti l’inverno?

Suggerimenti:

Non fermarti alla stufa a pellet: scopri tanti altri consigli per arredare con gusto e ricercatezza l’area living della tua casa. Dai un’occhiata alla categoria “Soggiorno” per scoprire i nostri suggerimenti.