salotto feng shui

Secondo la filosofia Feng Shui il salotto è la stanza più Yang della casa, ovvero la più attiva dal punto di vista energetico: è per eccellenza l’ambiente dedicato alla socialità e all’incontro, ma anche al relax e all’intrattenimento. Anche qui, dunque, l’armonia deve regnare sovrana e l’energia vitale – il Chi – deve scorrere libera. Come creare un’atmosfera intima e accogliente? Segui i consigli dei nostri designer per allestire e decorare il tuo soggiorno in perfetto stile Feng Shui.

Feng Shui in salotto: colori e materiali

Per orientarti nella scelta dei materiali – e dei colori – puoi ispirarti al bagua, riferimento fondamentale per lo stile Feng Shui. Semplificando, si tratta di uno schema che consente di organizzare gli ambienti in otto zone, corrispondenti ad altrettanti punti cardinali, elementi naturali, colori e aree della vita. La cosiddetta zona Zhen, ad esempio, si posiziona ad est e corrisponde agli oggetti in legno e alle tinte verdi e marroni. Sul lato opposto – ad ovest – andrebbero posizionati invece oggetti in metallo e colorati di bianco e grigio, per favorire la creatività. Suona complicato? Non preoccuparti: per creare un soggiorno Feng Shui basta attenersi ad alcune semplici regole. Come dicevamo, il bagua è semplicemente uno schema, non un riferimento obbligato: sentiti libero di adattarlo alle tue necessità e ai tuoi gusti, o di usarlo semplicemente come spunto.

Le tonalità migliori per il soggiorno

Il salotto, si diceva, è una stanza Yang, molto carica dal punto di vista energetico. Ciò non significa abusare di colori sgargianti, fantasie vistose o pattern optical. Il rosso, ad esempio, è sì un colore energizzante e, in quanto tale, Yang: esagerare con le tonalità decise, tuttavia, può indurre una sensazione di nervosismo. Come nel caso della camera Feng Shui, la regola è la stessa: i colori più adatti sono quelli neutri, specie per le ampie superfici e i mobili ingombranti. In particolare, scegli nuance chiare come il tortora per tappeti, tendaggi e altri tessili d’arredo. Attenzione anche ai rivestimenti. Il pavimento del salotto dovrebbe essere uniforme e levigato: no alle piastrelle multicolori e a effetti troppo rustici o materici. Il bianco, pulito e luminoso, resta la scelta preferenziale per la finitura delle pareti.

La scelta dei materiali

Come certamente saprai dopo aver letto il nostro articolo su come arredare secondo il Feng Shui, i 5 elementi base di questo stile sono legno, fuoco, acqua, metallo e terra. La sfida è integrarli in modo armonico all’interno del soggiorno, combinando materiali diversi. Oltre ai mobili in legno, alle poltroncine in rattan e agli arredi in sughero e bambù puoi inserire nella stanza accessori in metallo e materiali affini, cioè vetro e cristallo. Per richiamare i riflessi dell’acqua puoi puntare su raso e seta, mentre le candele sono perfette per evocare il guizzo del fuoco e riscaldare l’atmosfera serale. Per richiamare l’elemento terra puoi optare per la pietra naturale e, in fatto di tessuti, sul lino. 

Mobili e accessori per un salotto Feng Shui

Sei indeciso su quali arredi inserire in soggiorno? Affidati al decluttering: seleziona attentamente mobili e accessori ed elimina tutto ciò che non ti convince. Nel dubbio, meglio togliere che aggiungere! D’altra parte, un salotto troppo vuoto può risultare poco accogliente: valuta bene l’effetto finale anche in base alla metratura e, se necessario, posiziona un tappeto al centro per creare un focus visivo e riequilibrare lo spazio.

Il divano

Cosa sarebbe un soggiorno senza un comodo divano dove abbandonarsi al relax? A dire il vero, non riusciamo neanche a immaginarlo! Quali sono le regole da seguire in questo caso? Anzitutto, assicurati di collocare il divano contro una parete – non al centro della stanza – e a una certa distanza da porte e finestre. In questo modo potrai sentirti al sicuro, senza esporti al flusso energetico che scorre attraverso gli infissi. Dai la preferenza ai divani con struttura in legno e, per quanto riguarda i tessili d’arredo, scegli le fibre naturali come i teli in lino e i plaid in lana o cotone. Quanto alla forma del divano, l’ideale è accantonare il design a L e preferire la forma a U o la silhouette lineare. 

Tavolini e librerie

Dove appoggiare le tue riviste preferite e il vassoio con il tè? Preferibilmente, su un tavolino tondo – meglio se di legno – posizionato nei pressi del divano. Quando puoi, privilegia le linee curve e il design morbido, perfetto per lo stile Feng Shui: al limite, puoi schermare gli spigoli con una pianta da interni o con una lampada dalla linea sinuosa. A proposito di linee e volumi: come scegliere la libreria giusta? Anzitutto, cerca di armonizzarla allo spazio, inserendo un mobile basso se il tuo soggiorno è molto piccolo. Gli scaffali a vista non sono indicati per il salotto Feng Shui: per mantenere un look pulito ed essenziale ti consigliamo un mobile con ante, dove riporre tutto il necessario senza sovraccaricare la stanza di oggetti e colori.

Le decorazioni

Vuoi arricchire la stanza con quadri e complementi d’arredo? Nel primo caso, evita i soggetti geometrici e scegli, al contrario, soggetti di ispirazione naturale o comunque rilassanti, anche dal punto di vista cromatico. Se ami gli arredi ispirati all’acqua – ad esempio, le fontane in stile orientale dal design discreto – la disposizione migliore è a nord o a est.

Le piante offrono un contributo prezioso allo stile Feng Shui: in salotto, così come in camera, preferisci quelle con foglia arrotondata rispetto alle piante da appartamento con foglie oblunghe e appuntite. Oltre a perfezionare l’estetica, potrai migliorare la qualità dell’aria: anche per questo motivo, tralascia le piante artificiali e i fiori secchi, considerati dannosi dal punto di vista energetico.

L’importanza della luce

La luce è essenziale per il Feng Shui: il salotto, idealmente, dovrebbe trovare posto in un ambiente ricco di luce naturale per stimolare l’armonia e il benessere. Quanto all’illuminazione artificiale, il consiglio è di ammorbidirla il più possibile e di creare vari punti luce. In base alle esigenze puoi giocare con lampade a sospensione, da terra e faretti, a patto che il flusso luminoso non sia troppo forte e diretto. Anche in questo caso ti consigliamo di preferire lampade e plafoniere dalle linee rotonde.

Una volta creato lo schema di illuminazione principale, non ti resta che perfezionare i dettagli. Ad esempio puoi appendere dei cristalli per creare un effetto vibrante o posizionare qua e là delle candele, per rendere l’atmosfera più intima e rilassante. Anche qui può aiutarti il bagua: i cristalli, in particolare, andrebbero disposti preferibilmente a nord-est e sud-est. Come abbiamo visto, non devi seguire pedissequamente questo schema, ma può essere interessante consultarlo per familiarizzare – almeno a livello teorico – con le regole dello stile Feng Shui. 

Suggerimenti:

3 errori da non fare

  1. Cedere alla tentazione dell’accumulo

    L’ordine e l’essenzialità sono irrinunciabili nel Feng Shui: il salotto, come le altre stanze della casa, deve essere improntato il più possibile al minimalismo. Vietato, quindi, accumulare oggetti superflui e stipare l’ambiente di mobili e decorazioni: il rischio è di far ristagnare l’energia e creare una sensazione di caos. Il nostro obiettivo, al contrario, è favorire il benessere e il dolce fluire del Chi all’interno degli ambienti domestici.

  2. Interrompere le energie

    Nel progettare lo spazio, cerca di mantenere la massima semplicità. Nicchie in cartongesso, rientranze nei muri, passaggi stretti, angoli scoperti e zone cieche non si sposano bene col Feng Shui: il soggiorno non deve diventare una sorta di labirinto, ma restare il più possibile arioso e aperto. Anche le travi in legno – per quanto accattivanti e realizzate in un nobile materiale naturale – sono poco adatte per questo stile di arredamento.

  3. Esagerare con l’hi-tech

    Se sei abituato a concepire il salotto come un ambiente che ruota intorno al televisore, è arrivato il momento di cambiare. Tutti amiamo la tecnologia:  è molto importante, però, trovare il giusto equilibrio, non per una semplice questione di design, ma di benessere a tutto tondo. Tieni presente che, in generale, i dispositivi tecnologici non vanno particolarmente d’accordo col Feng Shui: se proprio non sai rinunciare alla smart tv gigante, cerca di “mimetizzarla” nella stanza per evitare che diventi una sorta di totem. Se vuoi creare un punto focale per il salotto, molto meglio puntare su un caminetto o su una stufa vintage!

Cerchi altre idee per il tuo living? Leggi le nostre guide dedicate al “Soggiorno” e lasciati ispirare!

banner arredamento