Iscriviti per scoprire tutti i brand a -70%

Iscriviti per scoprire tutti i brand a -70%

Comò in stile giapponese con dettagli bianchi e lampade di design

Troppo spesso le nostre case sono sovraffollate da oggetti che si accumulano misteriosamente durante gli anni, diventando così un peso. Solo quando si vuol giocare spostando i mobili si incomincia a notare la confusione: letteralmente e figurativamente! In questa guida i nostri esperti d’interni vi porteranno in un mondo minimal e lontano da eccessi. Immergersi in un arredamento da interni in stile giapponese significa apprezzare le potenzialità di questo stile di vita!

Un arredamento giapponese offre un senso di pace, contemplazione e attenzione all’essenziale.

Westwing Interior-Expertin Anna

Westwing vi darà la possibilità di ispirarvi allo stile giapponese consigliandovi per il meglio.

Arredamento giapponese: come funziona?

Non è sufficiente comprare un Buddha per portare in casa l’atmosfera tradizionale giapponese, anche perché il Buddha non è affatto giapponese. Anche un set di Katane o un carattere incomprensibile sulla parete non rispecchieranno le idee del Sol Levante. Lo stile giapponese scaturisce da una filosofia: se volete portare il Giappone in casa vostra, dovete andare più in profondità!

Correttamente allineati: Feng Shui

Il Feng Shui proviene originariamente dalla Cina, ma l’insegnamento di vivere in armonia è praticato anche in Giappone. Si scelgono i colori, le forme e i materiali in linea con gli elementi come fuoco, legno, metallo, acqua e terra. Il cosiddetto Bagua determina quali elementi devono essere posizionati in diversi punti della casa; tutto serve a garantire un flusso equilibrato di Chi tra Yin e Yang. Solo così la persona si sentirà a suo agio e in salute nella propria casa: l’arredamento giapponese ne tiene conto. La vostra dimora diventerà un luogo dove potrete ricaricare le batterie e trovare pace e tranquillità.

Concentrarsi sullo Zen

Il buddismo Zen è un’altra influenza filosofica abbracciata dall’arredamento giapponese. Secondo la propria auto-divulgazione, esso non ha alcun insegnamento, ma è solo una realtà. Ciò nonostante porta con sé alcuni elementi: l’attenzione alle cose importanti, l’attenta gestione dell’ambiente e di se stessi, e il consapevole rifiuto della costante ricerca di nuovi beni. I giapponesi non cercano di ostentare e accumulare gli oggetti, ma piuttosto di circondarsi di beni necessari.

Arredamento giapponese – I must have

Gli interni in stile giapponese hanno naturalmente delle rigide regole tradizionali, con le quali il fascino del design dell’Estremo Oriente e la qualità dell’amorevole artigianato giapponese giungono a casa vostra.

I 6 comandamenti dell’arredamento giapponese

  • Le carta Shoji leggermente traslucida viene adoperata per i tramezzi che sono la prima cosa che viene in mente quando si pensa a un interno giapponese. Le pareti Shoji permettono agli abitanti di separare in maniera privata le piccole stanze, senza bloccare la luce del giorno. Le pareti Shoji sono popolari anche qui, come divisori o addirittura per trasformare l’angolo di una stanza in una cabina armadio. Un altro termine per queste divisioni è “Fusuma”.
  • I tatami sono indispensabili per un arredamento giapponese perché la vita, a differenza dell’Occidente, non si svolge all’altezza del sedile, ma a livello del pavimento. I tatami ti proteggono dalla freddezza del pavimento grazie alle proprietà isolanti della paglia. Inoltre, è facile da pulire, può essere ricollocato con facilità e ha un bell’aspetto naturale.
  • Letti giapponesi, come il letto futon, hanno fatto breccia anche in Occidente. Tuttavia, l’arredamento in stile giapponese si riferisce ai futon che vengono arrotolati durante il giorno e nascosti negli armadi o dietro le pareti Shoji per liberare lo spazio.
  • Noren: sono tende in tessuto con caratteri Kanji. In Giappone sono spesso utilizzate dai negozi, ma in origine erano usati come parasole. Se si desidera aggiungere accenti giapponesi alle finestre si possono usare le graziose tende Noren.
  • “Tansu”: è il nome dato alle cassettiere tipiche dell’arredamento giapponese. Realizzate in legno giapponese, possono essere utilizzate per riporre tutti i tipi di oggetti.
  • Altri tipici accessori per la casa giapponese sono gli stupendi cuscini-sedia, decorazioni murali calligrafiche, tavoli in bambù o in legno, giardini zen e bonsai.

Se non intendete progettare tutta la casa in stile giapponese, è possibile farlo anche con le singole camere: un soggiorno come centro contemplativo con mobili giapponesi, una elegante e versatile camera per gli ospiti, o una camera da letto come un tranquillo rifugio.