stile hipster

Nato originariamente come corrente culturale, lo stile hipster ha conquistato definitivamente anche il mondo dell’home interior. Se hai una passione per questa tendenza trasversale, che si fonda su un look eccentrico e creativo, trasferiscila nella tua vita di tutti i giorni. Scopri come mescolare colori, materiali e arredi per decorare un ambiente su misura per le tue passioni: lasciati conquistare dall’arredamento in stile hipster e inizia subito a trasformare una o più stanze.

Stile hipster: origine del termine e significato

Diventato molto popolare nel secondo decennio del nostro secolo, in realtà lo stile hipster affonda le sue radici nel Novecento. L’origine del termine “hipster” non è però chiara: c’è chi pensa sia nato durante il Proibizionismo negli Stati Uniti per definire chi portava con sé una fiaschetta di liquore (hip-flask in inglese), oppure per identificare chi ballava muovendo i fianchi (hip in inglese) seguendo il ritmo della musica swing. Tuttavia, è anche riconducibile al termine “hepcat”, utilizzato negli anni Trenta del secolo scorso per definire i primi appassionati di alcune particolari correnti di jazz, poi sostituito negli anni Quaranta proprio dalla parola “hipster”.

La filosofia hipster prese piede dopo la Seconda guerra mondiale, grazie alla nuova scena letteraria della Beat Generation e in particolare a figure leggendarie come quelle di Jack Kerouac e Allen Ginsberg. I nuovi poeti e scrittori incarnavano un’idea libera, decadente e quasi messianica dell’arte, senza radici e lontana dalla società, in perfetto stile bohémien.

Questo modo di vivere è tornato alla ribalta a partire dal 2010 sotto forma di moda: gli hipster di oggi ascoltano musica alternativa, hanno una passione per l’arte e la letteratura, ma soprattutto amano vestirsi in modo informale ed eccentrico. Tra barbe lunghe, camicie in tartan, occhiali da vista con montatura spessa e capi di abbigliamento retrò, lo stile hipster è semplice da riconoscere e ora può adattarsi anche alle case.

Le caratteristiche principali

Scegliere l’arredamento in stile hipster significa imparare ad abbinare diverse tendenze di home decor. La bellezza di questo look sta proprio nell’idea di mixare accenti antichi e moderni, mantenendo un mood volutamente casuale. Perfezionare lo stile hipster è più facile di quanto pensi: ecco alcuni suggerimenti per aiutarti a trovare la tua interpretazione personale di questa ispirazione contemporanea.

Materiali

Dal punto di vista delle finiture principali, l’arredamento in stile hipster è legato soprattutto alla tendenza industrial. Il legno di recupero e gli accenti in metallo sono essenziali per qualsiasi casa hipster, così come il cemento a vista o le pareti con mattoni, ideali per aggiungere quel sottile tocco rilassato alla tua casa. Per quanto riguarda gli arredi e gli accessori, dovrai poi farti guidare dallo stile vintage, usando texture dall’aspetto vissuto, plastica e cuoio.

Colori e abbinamenti

Lo stile hipster è fatto per stupire, anche attraverso la palette cromatica. Opta per i colori primari, da accostare liberamente tra di loro, con una predilezione per i colori accesi come il rosso, l’arancione e il giallo. Per introdurre l’elemento colorato ti consigliamo di usare stampe e motivi geometrici, tipici dell’arredamento stile hipster.

Accessori e decorazioni must have

Dal vecchio giradischi alla macchina da scrivere, la casa diventa un palcoscenico per oggetti iconici del passato. Lo stile hipster mescola il vecchio e il nuovo, incorporando oggetti d’antan con un tocco moderno: una macchina fotografica analogica esposta su una mensola e una parete riempita di polaroid completeranno l’atmosfera retrò della tua casa. E non dimenticare i libri: uno scaffale pieno di volumi classici non può mancare. Ritagliati un angolo dedicato alla musica, in cui mostrare la tua collezione di vinili, e incornicia alcuni dei tuoi dischi preferiti o le locandine dei concerti a cui hai partecipato.

Arredamento in stile hipster per ogni angolo della casa

Quando decori in stile hipster, ci sono alcune cose da tenere a mente. Innanzitutto, ogni arredo e complemento deve avere una storia, meglio ancora se si intreccia con le tue esperienze personali. In secondo luogo, niente è vietato, perché lo scopo è quello di distinguerti dalla massa: diamo un’occhiata ai suggerimenti per il restyling di ogni stanza.

Soggiorno

Per arredare il tuo living in stile hipster, non comprare tanto per il gusto di avere qualcosa di nuovo, ma scegli pezzi che significhino qualcosa per te. Regalati uno spazio che ti inviti a rilassarti: nella zona salotto dovrebbe sempre esserci un’abbondanza di cuscini, coperte, tappeti e pouf, meglio se lavorati a mano o con stampe originali. Perché non creare una parete eyecatching con una collezione di cornici di diverse forme, dimensioni e materiali? Funzioneranno bene anche gli adesivi murali e le lettere extra large, caratteristici di questo trend. Allestisci una zona lettura con un’accogliente poltrona con braccioli, aggiungi una lampada ad arco e un tappeto rotondo in finta pelliccia per dare carattere alla tua nicchia.

Se ami invitare a casa gli amici e organizzare grandi cene, posiziona il tavolo al centro del soggiorno, illuminato da un grande lampadario con paralume in metallo, e abbina sedie di colori e modelli diversi.

Cucina

In una cucina dalla struttura essenziale, con finiture in legno e acciaio, introduci qualche tocco divertente grazie a piatti artistici, decorazioni scovate al mercatino e una grande lavagna su cui scrivere il menù o il pensiero del giorno. Fai spazio per uno scaffale su cui appoggiare la tua collezione di mug e qualche pianta pensile. Infine, acquista elettrodomestici colorati in stile anni Cinquanta, di forma bombata, per creare un piacevole contrasto.

Camera da letto

L’arredamento hipster punta a realizzare un mood originale, ma che sia allo stesso tempo accogliente, in particolar modo nella zona notte. Il letto perfetto è semplice, in ferro battuto e quasi minimal: potrai poi arricchirlo decorando la testiera con una catena luminosa e appendendo quadri, foto e stampe sulla parete dietro. Completa con una coperta colorata fatta a uncinetto e comodini rigorosamente spaiati, che sembrino uscire dal rigattiere. L’idea creativa? Sostituiscili con una pila di libri tenuti insieme da una vecchia cintura in cuoio. Ai piedi del letto posiziona poi un vecchio baule in cui inserire biancheria, plaid e piumini.

Bagno

Per concludere il nostro excursus nell’arredamento in stile hipster, riserva un po’ di stravaganza anche per la stanza più riservata della casa. Per i rivestimenti, lasciati tentare da piastrelle lucide bianche in stile metropolitana, a cui accostare sanitari con linee classiche. Che ne dici di una vasca da bagno come quelle di una volta, con i piedini lavorati? Per un “colpo di scena”, opta per una parete ricoperta di una carta da parati coloratissima oppure per un grande specchio antico con vistosa cornice color oro: effetto WOW garantito.

Ti sono piaciuti i nostri consigli sullo stile hipster? Trova tante altre guide nella categoria “Stili di arredamento”!