Decorare pareti mansarda

Se stai ristrutturando o facendo un restyling della mansarda devi dedicare qualche attenzione in più per le decorazioni delle pareti. Questo ti permetterà di lavorare meglio sulle proporzioni della stanza, donando una maggior sensazione di altezza e apertura. Benché rimangano sempre valide le regole generali dell’home decor, infatti, per decorare le pareti della mansarda la scelta dei rivestimenti murali e delle decorazioni è ancora di più grande importanza. Ecco qualche consiglio a tema che potrà esserti sicuramente utile!

Come far sembrare una mansarda più grande: regole base

Prima di passare ai suggerimenti per decorare le pareti in mansarda, è bene riassumere brevemente alcune regole per far sembrare lo spazio più ampio ed arioso.

  1. Asseconda l’inclinazione del tetto

    Segui la forma del soffitto per scegliere le zone in cui posizionare i tuoi arredi. Se tutta la tua casa è mansardata, destina le parti con una maggiore altezza alla zona giorno, mentre quelle più basse possono accogliere le camere da letto.

  2. Scegli mobili su misura

    Per gli arredi più ingombranti come il guardaroba, scegli mobili su misura che seguano l’inclinazione del soffitto. Questo stratagemma renderà l’ambiente più armonico dal punto di vista visivo.

  3. Usa pareti in cartongesso

    Se hai a disposizione una mansarda di grandi dimensioni, puoi sacrificare qualche centimetro sul pavimento per costruire pareti di cartongesso che regolino le altezze creando piani rettilinei che rendano meno evidente il tetto spiovente. Qui potrai inserire faretti o sistemi di raffrescamento.

  4. Evita di riempire tutto lo spazio

    Per evitare una spiacevole sensazione di claustrofobia, evita di riempire completamente lo spazio con accessori e decorazioni. Scegli pochi elementi d’impatto per arredare in modo oculato senza però appesantire eccessivamente la stanza

1. Pareti colorate

Uno dei modi più semplici per decorare le pareti di una mansarda è quello di affidarsi al colore. Sono da prediligere i colori chiari, perché rendono più arioso e luminoso l’ambiente. Questo però non significa dover rinunciare totalmente al colore, tutto dipende dalla destinazione d’uso della mansarda. Qui di seguito qualche opzione.

  • Palette di colori chiari nella zona giorno. Nella zona giorno sono da prediligere i colori chiari che, oltre a donare l’impressione di una maggior ampiezza spaziale, rendono anche molto più luminoso l’ambiente. Puoi giocare con la palette neutra del tortora, in tutte le sue gradazioni, su quella del bianco e dei grigi. Non c’è tuttavia bisogno di scegliere un solo colore: puoi destinare il bianco al soffitto e alle pareti inclinate, usando poi tonalità più scure sulle pareti verticali, così da creare un po’ di dinamismo cromatico.
  • Colori più scuri nella zona notte. Nelle camere da letto è possibile spaziare di più con i colori, scegliendo anche tonalità più scure, dal blu al verde e fino all’ocra. Ti consigliamo, però, di affidare il colore a massimo due pareti, mantenendo comunque il soffitto bianco. Questo stratagemma renderà armoniosa la stanza senza appesantirla troppo.
  • Pareti a righe verticali. Le righe verticali colorate hanno il pregio di donare una maggior sensazione di altezza in una stanza dai soffitti bassi. Per questo si tratta di un’opzione sempre più utilizzata nelle mansarde, dove c’è bisogno di alzare visivamente le pareti spioventi. In camera da letto potrai abbinare il bianco a tutte le gradazioni di blu, mentre nella zona giorno – soprattutto se non te la senti di osare – potrai giocare con il bianco e le diverse tonalità del tortora. Chi cerca un effetto scenografico, invece, può utilizzare tonalità più accese (dal giallo al fuxia) da abbinare, come sempre, al bianco. Anche in questo caso bisogna limitarsi ad alcune pareti, idealmente quelle più basse.

2. Carta da parati

Tornata a essere protagonista dell’home decor, la carta da parati può diventare la regina degli spazi mansardati, con la quale è possibile creare effetti molto diversi fra loro a seconda del pattern utilizzato. Le possibilità a disposizione sono davvero molte. Eccone alcune.

  • Carta da parati su tutte le pareti. L’effetto scatola è assicurato ed è perfetto soprattutto nella zona notte. La carta da parati finisce anche sul soffitto, rendendo particolarmente accogliente la stanza. In questo caso si consiglia un pattern a decorazione fitta caratterizzata da tonalità chiare, in cui il colore emerga da una base bianca. In questo modo si eviterà di rendere troppo opprimente la stanza.
  • Carta da parati su massimo due pareti. Si tratta della scelta perfetta nella zona giorno. Le pareti decorate con carta da parati sposteranno infatti il punto focale della stanza, evitando allo stesso tempo di appesantirla. Puoi destinare la carta da parati a una sola parete, a due pareti contigue o a due pareti opposte, in base all’effetto che vuoi ricreare o al tuo gusto personale.

Ricorda però di prediligere motivi delicati, fitti o con estensione principalmente verticale per ampliare – almeno visivamente – il tuo spazio mansardato. Evita i motivi ampi o orizzontali che, al contrario, “restringerebbero” lo spazio. Fai inoltre attenzione ai motivi scultorei o trompe l’oeil che, con le pareti spioventi, potrebbero non restituire l’effetto che desideri.

Suggerimenti:

3. Rivestimenti originali

Se vuoi decorare le pareti della mansarda con qualcosa di diverso puoi puntare anche sui rivestimenti. Se ad esempio desideri un effetto “baita”, usa le perline in legno. Il perlinato da interno, oltre a essere un buon isolante termico e acustico, ha anche un grande potere decorativo. Per rendere più luminosa la stanza puoi usare le perline bianche, perfette anche per un arredo shabby chic. L’unico accorgimento? Usa il perlinato con orientamento verticale per donare una sensazione di maggior altezza alla stanza.

Anche il microcemento è un ottimo rivestimento, soprattutto per un bagno mansardato moderno che vuole evitare l’uso delle piastrelle. Può essere applicato sulle pareti verticali e anche nella zona doccia. Resiste infatti all’acqua e all’umidità ed è davvero facile da pulire.

4. Scegli l’illuminazione giusta

Per arredare e decorare le pareti della mansarda è opportuno fare attenzione anche alla corretta illuminazione degli ambienti, per non rischiare di rendere le stanze buie. Installare correttamente le luci, poi, dà la possibilità di mettere in risalto i punti più belli della stanza. Innanzitutto, crea il giusto equilibrio fra luce naturale e artificiale. Posiziona correttamente i punti luce, facendo particolare attenzione ai punti non illuminanti naturalmente.

Poi, scegli la tipologia di lampada in funzione dell’altezza. Se ti piacciono le lampade da soffitto che illuminano a giorno, installale nei punti più alti della mansarda. Le lampade a binario sono invece perfette da ancorare ai due lati del tetto spiovente. Vuoi un look più moderno? Punta sui faretti da posizionare sulle pareti spioventi. Puoi sceglierli da incasso (se è presente una controsoffittatura) o esterni ed orientabili, posizionandoli ad altezze diverse così da direzionare la luce dove ce n’è più bisogno. Per le pareti verticali, puoi puntare sulle appliques, perfette per un look più elegante e classico. Per un ambiente moderno e lineare, puoi usare le strisce led, decisamente versatili. Si possono applicare direttamente alle pareti, anche verticali, in modo da mettere in risalto angoli particolarmente curati o che necessitano di un’atmosfera ad effetto.

Suggerimenti:

Se cerchi altre idee o suggerimenti per le pareti di casa non dimenticare di dare un’occhiata alla nostra sezione “Decorazioni per pareti”: troverai tanti consigli utili per creare la giusta atmosfera fra le mura casalinghe.