24.01.2021 Consegne regolari su tutto il territorio nazionale

Come curare le rose

Se c’è un fiore che non passerà mai di moda e che rappresenta simbolicamente tanti valori e stati d’animo, quello è la rosa. Regina indiscussa dei giardini e delle composizioni floreali la rosa vanta tantissime varietà, davvero per tutti i gusti ed è una pianta ideale sia per l’esterno che per l’interno. Se desideri piantarla in giardino o all’interno del tuo appartamento, sappi che prendersene cura non è poi così difficile: fondamentale è la scelta della giusta varietà. Tieni a mente i consigli che ti forniremo in questa guida e scoprirai come curare le rose in modo semplice e piacevole.

Curare le rose: breve guida pratica

Come abbiamo accennato, prendersi cura delle rose è più facile di quanto si possa pensare. L’importante è ricordarsi le basi per una giusta coltivazione, in modo da fornire ai fiori tutto ciò di cui hanno bisogno. Ecco un breve riassunto di cosa devi sempre tenere a mente per prenderti cura delle tue rose nel miglior modo possibile.

  • Luce. La rosa è una tipologia di pianta che ha bisogno di molta luce solare. Se è in casa ponila vicino ad una finestra ben illuminata; se è all’esterno prediligi l’esposizione in pieno sole rispetto alle zone ombreggiate.
  • Temperatura. No al caldo troppo intenso! Le rose non sopportano il caldo eccessivo che potrebbe addirittura arrestarne la fioritura: per questo in estate ricopri il terreno con corteccia o paglia per proteggere la rosa da temperature troppo elevate.
  • Terriccio. La rosa non necessita di terricci particolari: se coltivi una rosa in giardino ti basterà scavare una buca a semicerchio e mettere sul fondo del concime biologico e della torba. Stessa cosa vale per la tua rosa da far crescere in appartamento. Ricordati sempre di proporzionare il vaso alla pianta per una crescita adeguata.
  • Concimazione. In primavera, tra metà a fine giugno, aiuta le tue rose con del concime biologico per aumentare le sostanze nutritive presenti nel terreno. Se la tua rosa è in vaso puoi concimarla anche una volta al mese.
  • Annaffiatura. Il terreno della rosa deve sempre rimanere ben drenato, perciò inserisci un substrato di argilla, ghiaia o sabbia per evitare ristagni d’acqua. Cerca di mantenere il terreno sempre abbastanza umido e non bagnare foglie e fiori direttamente, perché sono facile preda dei funghi.
  • Potatura. Per le rose esistono due o tre potature: una invernale, una estiva e una autunnale. La potatura a febbraio, quindi in pieno inverno quando la pianta è a riposo, si rivela il mese ideale. In estate puoi rimuovere i fiori appassiti, in autunno le foglie secche o cadute, mentre in inverno approfittane per rimuovere rami secchi o rovinati.

Come curare le rose recise

Chi non ha mai desiderato conservare le rose recise più a lungo possibile, per godersi al massimo quel mazzo di fiori ricevuto in regalo?

Ci sono alcuni trucchi per far durare più a lungo le rose recise. Per prima cosa ponile in un grande vaso pieno di acqua, senza sommergere le foglie altrimenti marciranno prima del tempo. Quando le vedi piegarsi leggermente, pratica un taglio di circa 2 cm con un coltello per permettere alle rose di assorbire più acqua e allungarne la vita. Cambia l’acqua regolarmente.

Se già sai che lascerai le tue rose in casa senza prendertene cura per alcuni giorni, aggiungi all’acqua un’aspirina o una goccia di candeggina per evitare che i batteri possano guastare le tue bellissime rose.

Rose in vaso: una decorazione senza tempo

Chi ama i fiori recisi o le piante in generale non può fare a meno delle rose per decorare gli ambienti della casa. La rosa ha un fascino senza tempo e diventa una decorazione raffinata per rendere accoglienti alcune stanze o angoli di casa che rimangono un po’ anonimi.

In base al tuo tipo di arredamento puoi scegliere diverse tipologie di rose e adattare i colori, così che siano in perfetta combinazione con il mood della stanza in cui si trovano. Se hai delle stanze chiare e il bianco prevale su tutto, opta per delle rose pallide dai colori pastello come il rosa antico o il lilla. Preferisci i contrasti? Allora scegli rose dai colori forti e vivaci, come il rosso o il giallo. Se il tuo arredamento invece è un mix di colori, cerca di combinarle con i colori giusti in palette, o di scegliere un colore neutro che non sia troppo a contrasto.

Suggerimenti:

Decorazioni creative con le rose

Le rose sono i fiori giusti per idee creative in gradi di fornirti un colpo d’occhio raffinato. Per un bel centrotavola, serviti di un vaso in cui lasciarle in mostra in tutto il loro splendore o disponile in una composizione circolare più o meno grande a seconda delle tue esigenze. Recidi e infila il gambo in una spugna per fiori, aggiungi altri fiori se lo desideri e copri la base con dei nastri, foglie o della carta per composizioni floreali.

Un’altra idea che puoi cogliere al volo è quella di far essiccare le tue rose e conservarle in casa come elemento decorativo. Taglia gli steli dei boccioli non ancora totalmente fioriti, lega insieme le tue rose e mettile a testa in giù appese ad un filo in un ambiente asciutto e ventilato. Dopo averle essiccate per alcune settimane spruzza della lacca sui fiori per rinforzarle e proteggerle. Le rose secche sono belle esposte in un ambiente rustico, all’interno di quadri o in vaso per un tocco country chic in bagno o camera da letto. Spazio alla creatività!

Ti piace l’idea di decorare casa con i fiori? Allora segui le nostre guide sulle “Decorazioni floreali“, troverai tanti spunti creativi da cui prendere ispirazione.

banner lifestyle