24.11.2020 Consegne regolari su tutto il territorio nazionale.

Matrimonio civile all'aperto

Celebrare il proprio matrimonio civile all’aperto in una bellissima location è il sogno di moltissime coppie. Infatti, organizzare un matrimonio sulla scia della tradizione americana sta diventando un’usanza molto diffusa anche in Italia. Ci sono tuttavia moltissime questioni che molte coppie devono sciogliere prima di giurarsi amore eterno. Chi non ha mai sognato di sposarsi con l’abito bianco sotto le fronde di un albero, in un incantevole bosco, al lago o sulla spiaggia? Per varie ragioni, di carattere burocratico, molto spesso la location dei tuoi sogni resterà un sogno irraggiungibile. Vediamo insieme quali sono le domande più frequenti e come districarsi tra autorizzazioni e organizzazione.

Matrimonio civile all’aperto: domande frequenti

Questa guida vuole essere una sorta di vademecum per aiutarti nei vari passaggi, prima di organizzare il tuo matrimonio civile all’aperto. Rispondiamo insieme alle domande più consuete così da sciogliere qualsiasi dubbio in merito.

Attenzione, perché questa è la prima spinosa questione: è possibile celebrare un rito civile solo nelle location autorizzate. Per quanto un bravo gestore di una struttura possa impegnarsi, ahimè rimarrà comunque impossibile ottenere un’autorizzazione in brevissimo tempo. Molto spesso la trafila per ottenere il via libera del Comune per una location è molto tortuosa e può richiedere molto tempo. Controlla sempre prima di impegnarti con qualche location e verifica tramite l’ufficio comunale preposto che l’autorizzazione sia effettiva o meno.
È possibile sposarsi all’aperto soltanto nel caso in cui il Comune disponga di parchi, giardini o altre location di sua proprietà. Secondo l’art. 106 del codice civile, affinché il matrimonio abbia validità deve essere celebrato presso una Casa Comunale (ovvero una struttura nella disponibilità giuridica del Comune). Questo perché non è possibile trasportare i registri comunali fuori dal territorio comunale.
Se non apprezzi le location del tuo Comune, si può richiedere una delega rilasciata dall’Ufficio pubblicazioni del proprio comune di residenza affinché si possa celebrare altrove il rito. È inoltre possibile fare richiesta per adibire un luogo comunale a Sala di Celebrazione.
Per quanto l’atmosfera sia affascinante e romantica, le spiagge essendo dei luoghi destinati al turismo non risultano idonei ad una celebrazione ufficiale con validità giuridica. A meno che il tuo comune non abbia una spiaggia riservata alle celebrazioni nuziali, le spiagge restano dei luoghi adatti solo per matrimoni simbolici.

Un’alternativa: il matrimonio simbolico

Una valida alternativa per poter scegliere la location dei tuoi sogni è quella di organizzare un matrimonio simbolico, dopo però aver legalizzato le nozze in Chiesa o in Comune. Puoi optare per una cerimonia intima in Comune, al fine di legalizzare l’unione, e poi spostarti con parenti e amici per ripetere la cerimonia officiata da qualcuno di fiducia che renda la cerimonia più coinvolgente e personale.

In questo caso puoi dare sfogo alla tua fantasia! Ti piacerebbe dire “sì, lo voglio” tra ghirlande di fiori con i piedi nella sabbia? O magari nel parco di un castello da addobbare con scenografie sognanti e romantiche? Il matrimonio simbolico è un’opzione da tenere a mente se proprio non vuoi rinunciare a quella location che tanto ti piace!

Consigli per scegliere la location

Da qualche anno molte location come ville e castelli per matrimoni hanno richiesto e ottenuto l’autorizzazione dal Comune. Scegli tra le location munite di autorizzazione per non inciampare in spiacevoli inconvenienti o verifica se la location scelta del banchetto è nell’elenco di quelle comunali.

Quando sceglierai la location, considera alcune componenti che potrebbero influire sulla percezione che gli invitati avranno del matrimonio. La location deve essere raggiungibile per tutti e non troppo lontana dal luogo in cui verrà celebrato il rito. La soluzione ideale rimane sempre scegliere una struttura in cui sia possibile celebrare la funzione civile e poi allestire il banchetto nuziale.

Per scegliere la location giusta per il grande giorno, considera innanzitutto il tema del matrimonio. Ad esempio castelli, ville, tenute o casali in campagna si prestano molto bene ad uno stile shabby e country chic tra atmosfere raffinate e romantiche. Valuta ogni proposta e tutto quello che le strutture sono in grado di offrirti: nel caso di un matrimonio all’aperto considera sempre un piano B in caso di pioggia.

Per quanto riguarda le decorazioni, le location all’aperto sicuramente ti daranno una mano perché sono già molto ricche di verde. Puoi impreziosire il tutto con addobbi floreali e fiori di stagione, oppure far costruire un romantico arco di fiori sotto cui pronunciare il fatidico sì.

Stai cercando altri utili consigli per organizzare il grande giorno? Visita la nostra sezione “Idee matrimonio” e lasciati ispirare!

banner decorazioni