Iscriviti per scoprire tutti i brand a -70%

menù natale internazionale

Il Natale viene celebrato in modi diversi in tutto il mondo. Alcuni aspetti variano da Paese a Paese, ma altre tradizioni rimangono le stesse, come panzare o cenare con i propri cari e condividere la gioia del Natale con regali e piccole sorprese. Aggiungi un tocco internazionale al tuo menù natalizio e prova alcune ricette proposte dal team internazionale di Westwing! Abbiamo preparato ricette per un antipasto dai Paesi Bassi, piatti principali da Italia e Polonia, dessert da Spagna e Germania e il drink natalizio preferito della Francia!

Antipasto: Capesante di Milou (Paesi Bassi)

Nei Paesi Bassi le tecniche di pesca aggressive sono sulla lista rossa per quanto riguarda la sostenibilità del pesce. Scegli per questa ricetta delle capesante raccolte a mano, che ottengono il bollino verde di sostenibilità. La raccolta a mano è un modo di pesca rispettoso dell’ambiente: è altamente selettiva e non provoca alcun danno all’habitat naturale. Anche la qualità delle conchiglie ne risente!

Ingredienti

  • 2 cm di zenzero fresco
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 peperone rosso
  • 1 lime
  • 2 ½ cucchiai di olio di sesamo
  • 8 capesante
  • 100 g di spinacino
  • 50 g di asparagi verdi freschi

Preparazione

  1. Sbuccia e grattugia lo zenzero. Trita finemente l’aglio. Taglia il peperone a metà nel senso della lunghezza, elimina i semi con un coltello e tritalo finemente. Grattugia la buccia di metà lime.
  2. Mescola lo zenzero, l’aglio, il pepe e la scorza di lime con 4/5 dell’olio di sesamo. Unisci metà di questa marinatura con le capesante intere. Lascia marinare in frigorifero per almeno 30 minuti.
  3. Mescola gli spinaci con l’altra metà della marinatura e dividili in piccoli piatti o usa le conchiglie delle capesante come piattini.
  4. Scalda una padella senza olio o burro, spennella gli asparagi con il resto dell’olio di sesamo e grigliali 1 minuto per lato, per poi aggiungerli ai piatti con gli spinaci.
  5. Griglia le capesante per un minuto e mezzo, per lato e aggiungile alle verdure.
  6. Aggiungere sale a piacere e guarnire con uno spicchio di lime.
Pranzo di natale capesante

Piatto principale 1: Tortellini di Giulia e Valentina (Italia)

La pasta ripiena è sicuramente un piatto amato in tutte le regioni italiane: ravioli, tortelli e tortellini sono presenti sulle tavole in ogni stagione dell’anno. A Natale questo primo piatto è un must have per il cenone della vigilia o per il pranzo del 25 dicembre. In ogni angolo d’Italia si prepara in maniera diversa: se avrai ospiti per i pranzi e le cene conviviali, ti verrà utile avere sottomano una ricetta per realizzarli. Vediamo insieme come realizzare la ricetta tradizionale dei tortellini e una seconda versione per gli ospiti vegetariani!

Ingredienti per la pasta

  • 500 g Farina
  • 5 uova

Ingredienti per il ripieno

  • 150 g Parmigiano Reggiano
  • 200 g lonza di maiale
  • 200 g prosciutto crudo
  • 200 g mortadella
  • Burro q.b.

Spezie e condimenti

  • Noce moscata
  • Salvia
  • Alloro
  • Rosmarino
  • Sale e pepe

Preparazione

  1. Per prima cosa, prepara la pasta. Amalgama la farina e le uova in una ciotola per poi trasferire il composto su un piano di lavoro. Impasta per circa 10 minuti, fino ad ottenere un composto liscio. Lascia riposare per 30 minuti.
  2. Intanto che la pasta riposa, prepara il ripieno. Sciogli un paio di noci di burro in una padella, con alloro e rosmarino. Quando si formeranno le bollicine, aggiungi la lonza tagliata a pezzetti e fai rosolare per circa 10 minuti. Passa poi la lonza, la mortadella e il prosciutto crudo nel tritacarne o in un mixer, senza però frullare completamente. Trasferisci il composto in una ciotola e aggiungi il parmigiano, sale, pepe, noce moscata e mescola.
  3. Riprendi il panetto di pasta e stendilo con il matterello o una sfogliatrice, fino ad ottenere una sfoglia spessa circa 2 mm. Taglia dei quadrati grandi 2 cm per 2 cm.
  4. Assembla i tortellini: metti al centro dei quadrati una piccola dose di ripieno e forma il tortellino con le dita.
  5. Cuoci i tortellini in del brodo di manzo per circa 3 minuti e servili caldissimi con del brodo!

Tortellini in versione vegetariana

Ingredienti per la pasta

  • 500 g Farina
  • 5 uova

Ingredienti per il ripieno

  • 150 g Parmigiano Reggiano
  • 2 patate medie
  • 1 carota piccola
  • 1 cipolla piccola
  • 1 costa di sedano
  • Olio extra vergine di oliva

Spezie e condimenti

  • Noce moscata
  • Salvia
  • Alloro
  • Sale e pepe

Preparazione

  1. Per prima cosa, prepara la pasta. Amalgama la farina e le uova in una ciotola per poi trasferire il composto su un piano di lavoro. Impasta per circa 10 minuti, fino ad ottenere un composto liscio. Lascia riposare per 30 minuti.
  2. Intanto che la pasta riposa, prepara il ripieno. Pela le patate, tagliale a pezzettini e cuocile in acqua non salata per circa 20 minuti. Sminuzza cipolla, carota e sedano e prepara poi un soffrittino: metti in una padella un paio di cucchiai di olio, aggiungi il mix di cipolla, carota e sedano e fai soffriggere a fuoco medio. Aggiungi le patate lessate schiacciandole leggermente, fai insaporire per qualche minuto aggiungendo un po’ di alloro e salvia, che poi toglierai prima di togliere la padella dal fuoco. Regola di sale, pepe e noce moscata.
  3. Metti il le patate in una ciotola, aggiungi il parmigiano e mescola. Otterrai un composto malleabile.
  4. Riprendi il panetto di pasta e stendilo con il matterello o una sfogliatrice, fino ad ottenere una sfoglia spessa circa 2 mm. Taglia dei quadrati grandi 2 cm per 2 cm.
  5. Assembla i tortellini: metti al centro dei quadrati una piccola dose di ripieno e forma il tortellino con le dita.
  6. Cuoci i tortellini in del brodo vegetale per circa 3 minuti e servili caldissimi con del brodo!

Il nostro consiglio: per una versione vegana, usa lo stesso procedimento ma sostituisci gli ingredienti per la pasta: 500 grammi di semola di grano duro e 250 grammi di acqua. Ometti il parmigiano nel ripieno (sostituendolo se possibile con 1 cucchiaino di lievito alimentare, che ha un sapore simile al formaggio), e anche i tuoi ospiti vegani saranno sorpresi!

pranzo di natale tortellini

Piatto principale 2: Pierogi wigilijne di Dominika (Polonia)

I pierogi sono il più amato comfort food polacco. La pasta morbida, il ripieno carico e il condimento sapido si abbinano perfettamente tra di loro. Prova la versione salata con patate e formaggio o con carne per Natale, anche se in estate si possono mangiare con mirtilli selvatici e panna dolce. I pierogi sono anche uno dei 12 piatti tradizionali della Vigilia di Natale. Oggi scoprirai come si preparano i pierogi tradizionali wigilijne!

Ingredienti per la pasta

  • 750 g di farina
  • 250 ml di acqua calda
  • Un pizzico di sale

Ingredienti per il ripieno

  • 450 g di crauti
  • 100 g di funghi secchi
  • 2 cipolle
  • 2 foglie di alloro
  • 2 pimento 
  • 1 cucchiaino di: cumino, maggiorana e sale
  • Pepe

Preparazione

  1. Per prima cosa, preparare il ripieno. Scola i crauti dal loro succo, mettili nella pentola e aggiungi i funghi, il pimento e l’alloro. Poi, versa l’acqua (deve coprire crauti e funghi) e fai bollire per 45 minuti.
  2. Nel frattempo, taglia le cipolle, e cuocile in padella con il cumino per 10 minuti.
  3. Dopo 45 minuti di bollitura, scola il ripieno e aggiungi le cipolle. Quando il ripieno è pronto, è il momento di preparare la pasta.
  4. In una ciotola impasta la farina con sale e acqua calda.
  5. Poi, stendi la pasta (circa 2 mm di spessore) e taglia dei cerchi con un una formina o semplicemente un bicchiere.
  6. Con un cucchiaio, metti il ripieno al centro del cerchio di pasta e richiudi sigillando i bordi.
  7. Fai bollire i pierogi in acqua salata fino a quando non vengono a galla.
  8. Goditi i pierogi!

Il nostro consiglio: più a lungo si lavora l’impasto, più elastico e morbido diventa.

pierogi

Dessert 1: Polvorones di Diana (Spagna)

Se c’è qualcosa che definisce il Natale in Spagna, sono i dolci. Ogni anno i supermercati riempiono gli scaffali di polvorones, turrones, mantecados e altri dolci. Ma perché non cambiare un po’ quest’anno e fare i polvrones fatti in casa? Vedrai che differenza con quelli che si comprano nei supermercati: molto più naturali e gustosi. Di solito i polvorones vengono serviti come dessert durante il cenone di Natale, il pranzo di Natale o al cenone di Capodanno, ma si possono mangiare anche in qualsiasi momento durante il periodo natalizio! Questa ricetta tradizionale è super veloce e facile e allo stesso tempo deliziosa. Bon appétit!

Ingredienti per 12-15 pezzi

  • 350 g di farina per dolci
  • 40 g di mandorle non tostate macinate
  • 80 g di zucchero a velo – fino a 100 g se ti piacciono più dolci
  • 110 g di burro
  • Una spruzzata di anisetta
  • ¼ di cucchiaio di cannella
  • 1 pizzico di sale

Preparazione

  1. Tosta la farina e le mandorle

    La sera prima, metti la farina e le mandorle macinate su una teglia adatta al forno. La farina deve essere ben setacciata e ben amalgamata con le mandorle. Preriscalda il forno a 130˚C e fai tostare per 30 minuti. Mescola di tanto in tanto con una spatola: il composto diventerà leggermente tostato. Fai attenzione a non lasciarlo più a lungo, diventerà amaro. Lascialo riposare fino al giorno successivo. Se lo si cucina con il Thermomix, mettere la farina e le mandorle nella terrina Thermomix e programmare 30 secondi, progressivamente fino a raggiungere i 10.

  2. Prepara la pasta di mandorle

    Forma un vulcano con l’impasto di farina e mandorle e metti il resto degli ingredienti all’interno, impastando fino a ottenere un impasto uniforme e forma una palla leggermente appiattita. Poi, avvolgi la palla in un involucro di plastica e lasciala in frigorifero tra i 30 minuti e l’ora. Passato questo tempo, tirala fuori dal frigorifero e con il palmo della mano premila un po’ (si aprirà ai bordi, ma man mano che la premerai diventerà di nuovo uniforme). Lascia la pasta abbastanza spessa e stendila delicatamente per uniformare la superficie. Usa uno stampino o un bicchiere per tagliare la pasta e formare i polvorones e lasciali riposare per almeno un’ora.

  3. Cuoci i polvorones

    Preriscalda il forno statico a 200˚C, inforna i polvorones nel forno per 15 minuti. Toglili dal forno e, quando sono freddi, cospargili di zucchero a velo e… sono pronti da mangiare!


Il nostro consiglio: i polvorones saranno perfetti se si usa la giusta quantità di burro, in modo che non siano troppo friabili o troppo appiccicosi. Assicurati che non si rompano quando li togli dal forno, anche se al morso dovranno essere friabili!

stampini per biscotti

Dessert 2: Creme Bacaroise di Antonia (Germania)

Qualcosa di dolce con una dolce storia alle spalle. Quando la figlia del duca bavarese Isabeau de Bavière si trasferì in Francia nel 1385, per diventare la sposa di Carlo VI e la futura regina di Francia, avrebbe portato con sé la ricetta di questo dolce cremoso. Sebbene non ci siano prove di questa storia del dolce tedesco, la ricetta appare per la prima volta in un libro di cucina francese nel 1815, dove Marie-Antoine Carême la descrive come Crème Bavaroise e la rifinisce con nocciole, caffè, caramello, tè, fragole, lamponi o ribes. Più tardi, la cuoca tedesca Christine Charlotte Riedl scrive la ricetta classica così come la conosciamo oggi. Oggi la ricetta è diventata un classico della cucina dolce tedesca, la preparazione è stata semplificata, ma la crema è ancora cremosa come al tempo.

Ingredienti per la crema

4 tuorli d’uovo
200 gr di zucchero a velo
1 baccello di vaniglia
250 ml di latte
6 fogli di gelatina
500 ml di panna fresca

Ingredienti per la purea di frutta

300 gr di lamponi (o frutta di stagione)
Zucchero in polvere
Frutta fresca per la decorazione

Preparazione

  1. Mescola i tuorli d’uovo con lo zucchero a velo per ottenere un composto omogeneo.
  2. Raschia il baccello di vaniglia e aggiungi al latte sia il baccello che il baccello intero. Poi portare lentamente ad ebollizione questo latte aromatizzato alla vaniglia.
  3. Nel frattempo, immergi la gelatina in una ciotola di acqua fredda.
  4. Ora puoi togliere il baccello dal latte e togliere il latte dal fuoco. Aggiungilo al composto di tuorli e zucchero mescolando continuamente. Per dare alla crema la giusta consistenza, tienila in caldo a bagnomaria e mescola fino ad ottenere una crema densa e priva di grumi.
  5. Prima di aggiungere la gelatina, il composto deve raffreddarsi. Metti la ciotola con la crema in acqua fredda e aggiungi la gelatina mescolando fino a quando il composto non diventa gelatinoso.
  6. Monta la panna a neve ferma e aggiungila alla crema.

Ora puoi riempire dei bicchieri o delle piccole ciotoline con la crema. riempire la crema bavarese finita in bicchieri o in piccole tortiere. È importante tenerla in frigorifero per almeno qualche ora, o preferibilmente per una notte, prima di servirla.

Passa in un mixer i lamponi freschi e, se necessario, addolciscili con un po’ di zucchero a velo. Poi, poco prima di servire il dolce, versali sopra la crema e decora con dei frutti interi!

Il nostro consiglio: i lamponi sono un must per accompagnare questa crema. Ma la ricetta può essere facilmente modificata a seconda del gusto e della creatività: si può guarnire la crema con quasi tutte le composte di frutta, ma anche con cacao o noci. A seconda della stagione e dell’occasione, è possibile creare la propria ricetta, proprio come ha fatto Isabeau de Bavière.

Crème Bavaroise Vegana

Bavarese e vegana? Sembra una combinazione insolita, ma la crema funziona anche su base totalmente vegetale.

Ingredienti

400 ml di panna vegetale da montare
300 ml di latte vegetale
1 baccello di vaniglia
10 gr di farina di semi di carrube
50 gr di zucchero
20 gr gelatina vegana

Preparazione

  1. Raschia il baccello di vaniglia come descritto sopra e scioglilo nel latte riscaldandolo lentamente.
  2. Aggiungi poi la farina di semi di carrube e lo zucchero, mantenendo il fuoco basso.
  3. Poi aggiungi la gelatina vegetale, abbassa il fuoco e mescola fino a quando tutti gli ingredienti sono miscelati in una crema liscia. Lascia raffreddare.
  4. Monta la panna vegetale e aggiungere ala crema.

Ora aggiungi la versione vegetale della crema in piccoli stampini o bicchieri come il classico metodo bavarese, lascia raffreddare e infine servila con la mousse di frutta come descritto sopra.

Drink: Kir Royal di Aline (Francia)

Kir è un cocktail a base di vino che si presenta in molte varianti, tra cui il famoso Kir Royal a base di Champagne. Questo aperitivo è considerato un cocktail ed è un grande classico della Borgogna. Il liquore al ribes nero funge da dolcificante che si combina meravigliosamente a qualsiasi vino.
La scelta del vino bianco da usare varia secondo il gusto personale, ma tradizionalmente il drink è stato creato con vini secchi perché la dolcezza della crème de cassis aiuta ad attenuare il gusto acido. Lo Chablis è un’ottima scelta. Questa ricetta è anche una buona opportunità per i vini che non sono, diciamo, perfetti da soli e potrebbe tornare utile un piccolo aiuto per creare un drink più dignitoso.

Ingredienti

9 cl di vino bianco secco o champagne
2 cl di crème de cassis

Preparazione

  • Prepara il cocktail direttamente nel bicchiere.
  • Versa la crème de cassis nel bicchiere e completa con il vino freddo o lo champagne.
  • Entrambi i tipi di Kir sono serviti in un bicchiere tipo flute.
kir royal

Prova una delle nostre ricette natalizie e porta a casa tua una nuova tradizione. I tuoi ospiti ne rimarranno sorpresi! E se sei in cerca di altri suggerimenti per ricreare una perfetta atmosfera natalizia, dai un’occhiata alla categoria “Decorazioni natalizie“: troverai tante idee per un Natale da sogno!

Il team di Westwing ti augura Buon Natale!

Manca qualcosa per apparecchiare la tavola per Natale? Iscriviti a Westwing e approfitta delle nostre offerte esclusive con sconti fino a -70%!

Ecco qualche idea per la tavola natalizia: