tavolo in legno per soggiorno

Una casa armoniosa in cui ogni elemento è in equilibrio, un ambiente studiato nei minimi particolari per regalare serenità e armonia a chi lo abita. In una casa in stile asiatico il superfluo è bandito e l’essenzialità diventa protagonista. Prendiamo a prestito le cifre stilistiche orientali e impariamo a conoscere le tipiche decorazioni zen, che contribuiscono a rendere la nostra casa un’oasi di pace. Darai vita un’alcova privata a cui tornare dopo lunghe e intense giornate di lavoro, creerai un rifugio pieno di luce in cui ritrovarti, lasciandoti finalmente alle spalle il caos del mondo contemporaneo.

Parola d’ordine: semplicità

Nè troppo nè troppo poco: in una casa che si ispira al mondo orientale bisogna dosare perfettamente ogni elemento, generando il giusto equilibrio tra lo spazio a disposizione e l’ingombro generato da arredi, complementi e decorazioni. Tutto risponde al diktat della semplicità e della leggerezza.

Il culto del bello, in questo caso, è votato all’essenzialità delle forme, da ricercare sia nei complementi dedicati alla convivialità sia in quelli votati al relax. E allora, in camera da letto scegli la semplicità di un futon, nell’area living opta per un divano dalle forme semplici e arreda l’ambiente con grandi cuscini in iuta da posizionare sul pavimento; per dosare la luce naturale, invece, scegli tende in cotone bianco, bianche e leggere, che cadranno morbide su un pavimento in legno o in bambù.

In una casa di questo tipo è l’elemento naturale a essere protagonista: non dovranno infatti mancare piante sempreverdi, da ospitare in vasi lisci, magari in pietra. Quanto ai dettagli, poi, vedremo tra poco come le decorazioni zen possano arricchire (senza appesantire) una casa votata alla semplicità della bellezza.

Materiali leggeri e colori basici

Una casa che fa proprio lo stile zen è una casa che abbraccia il mondo naturale, dai colori ai materiali. Dimentichiamoci le solid surface tipiche degli arredamenti ultramoderni per ritornare alle origini dello stile abitativo.

  • Parquet o pavimento in bambù: ovvero camminare sulla natura, percependone il calore e la vitalità. E se il parquet può rappresentare una scelta quasi scontata, il bambù è il non plus ultra dello stile asiatico. Resistente, bello e anche sostenibile. Si può forse desiderare di meglio?
  • Mobili in legno: le forme semplici ed essenziali contagiano anche i mobili, che saranno rigorosamente in legno. Lasciamo da parte i complementi verniciati con colori estrosi per preferire le tonalità naturali delle essenze legnose, per creare continuità con il resto dell’ambiente.
  • I colori della terra: la natura diventa protagonista anche nei colori, che dovranno generare quell’armonia cromatica tipica delle case in stile asiatico. Dal bianco al color panna, dal beige al marrone, scegli tonalità capaci di  realizzare una casa completamente in palette.

Suggerimenti:

Le decorazioni zen che non possono mancare

Una casa che si ispira alle cifre stilistiche orientali dà vita a un ambiente in equilibrio. Attenzione, perché questo non significa che la tua casa sarà spoglia o disadorna. Al contrario, dovrai puntare all’essenziale eliminando il superfluo, evitando che troppi oggetti o suppellettili possano sovraccaricare le stanze e, di conseguenza, la tua mente. Le decorazioni zen puntano alla bellezza del dettaglio, completamente integrato nel contesto.

  • Tappeti in fibre naturali: da posizionare sia nella zona living che nella zona notte. I tappeti adornano i pavimenti con garbo, ammorbidendo l’ambiente. Preferiscili in fibre naturali: dal calore della lana alle tonalità cangianti della seta, aggiungeranno un tocco di colore alla tua casa, senza esagerare.
  • Lampade da terra: perfette per miscelare la luce artificiale quando ne avrai bisogno. Una casa zen è una casa che ama i chiaroscuri ed evita l’intensa luce diffusa. Dai modelli con paralume in lino alle lampade da terra in carta Osaka, le opzioni sono praticamente infinite.
  • Piante in vaso: vasi a tinta unita con finitura liscia accolgono piante sempreverdi. La natura entra in casa per adornarla con la sua bellezza semplice e mai scontata. Il dettaglio in più? Posizionare il vaso all’interno di un cesto in bambù per riprendere la predominanza materica delle fibre naturali.
  • Soprammobili zen: scegline pochi, ma in linea con lo stile d’arredo. Piccole statue del Buddha o elementi decorativi ispirati alla cultura orientale staranno divinamente sui mobili dell’area living. I materiali da prediligere? La pietra e il legno, ovviamente.

Complementi e decorazioni zen:

Il tocco in più: le fragranze naturali

Una casa in stile orientale è una casa che parla a a tutti i sensi. Il tatto sarà appagato dalla natura ritrovata nei mobili e nei tessili, la vista si delizierà grazie ai colori chiari e della terra, l’udito apprezzerà il silenzio e l’armonia. E l’olfatto? Per saziare il desiderio di calma e tranquillità scegli i profumi naturali, la quintessenza più eterea delle decorazioni zen.

Usando le classiche candele profumate in c’era d’api o i più moderni diffusori di fragranze e oli essenziali, riuscirai a modulare a tuo piacimento l’atmosfera da vivere in casa, raggiungendo sempre lo scopo della serenità e dell’armonia: i profumi rilassanti concilieranno il sonno e il relax dopo una lunga giornata, le essenze più inebrianti ti daranno la carica quando arriva il momento di mettersi al lavoro.

Se stai cercando altri suggerimenti per dar vita a una casa più zen, dai un’occhiata ai nostri consigli sull’arredamento orientale. Troverai tante idee e ispirazioni per una casa votata all’armonia e alla serenità.

banner lifestyle