Iscriviti per scoprire tutti i brand a -70%

Iscriviti per scoprire tutti i brand a -70%

bambina che dipinge

Non è sempre semplice condividere casa con i bambini, ad esempio quando le scuole sono chiuse, e magari tu lavori da casa, o sei in ferie e devi tenerli occupati durante la giornata. Ma puoi ingegnarti con attività da fare con loro che siano facili, educative, creative e divertenti anche per te! Ti suggeriamo alcuni lavoretti per bambini da sperimentare subito con materiali che hai già in casa o acquistando solo poche cose facilissime da trovare.

Stimolare la creatività con i lavoretti per bambini

Quando hai i bambini a casa, soprattutto se sono piccoli e non riescono ancora a gestire il tempo da soli, la tentazione potrebbe essere quella di metterli davanti a un tablet con un’app per i giochi o un cartone animato. Ma il nostro consiglio è quello di alternare questi momenti a piccole attività da fare insieme, che stimolino la creatività e la psicomotricità, sviluppino la coordinazione, e, non da ultimo, la relazione emotiva con te. Può trattarsi di giochi da fare in casa tutti insieme, oppure di esperimenti più artistici e creativi: diciamocelo, ci possiamo divertire un sacco anche noi grandi!

Lavoretti con la carta e riciclo creativo

Iniziamo con qualche idea per usare materiali che di sicuro hai già in casa: carta, cartoncino, forbici e colla. Potete fare insieme lavoretti con la carta di giornale, delle riviste, dei pacchi regalo, oppure carta crespa e carta velina. Puoi partire dagli origami: costruite una barchetta, una ranocchia, pesci, foglie e alberelli. Se non hai dimestichezza con gli origami, online trovi decine di tutorial per realizzare forme di ogni tipo.

Puoi creare stampini e timbri con i tappi di sughero (o frutta e verdura tagliata a metà!), e usare gli stessi succhi delle verdure, come quello della barbabietola, per realizzare coloranti naturali.

Ancora, potete fare tanti pezzettini di carta delle riviste o dei pacchi regalo (strappati a mano dai più piccoli o tagliati con le forbici da te o dai più grandi) e creare collage sui fogli da disegno, dove prima avrete disegnato le figure a matita. Se i tuoi bimbi sono ancora piccoli, prepara prima tutto il materiale e poi lasciali creare.

Nello spirito del riciclo creativo, potete anche disegnare con la lana o le stoffe. Se hai da parte qualche gomitolo colorato o scampolo di stoffa, armati di cartoncini abbastanza spessi e colla. I bambini possono disegnare prima il profilo del disegno (un arcobaleno, un sole…) e poi incollarci sopra i fili di lana e gli scampoli.

Con i cartoni delle uova, i rotoli della carta igienica e quelli della carta da cucina potete invece sbizzarrirvi a creare, e poi colorare, fiori, animali e trenini.

Lavoretti scientifici

Gioca con il tuo bambino al piccolo chimico e create insieme consistenze diverse a partire da ingredienti che hai già a casa.

La sabbia cinetica, ad esempio, è un materiale fluido e morbido, che dà la stessa sensazione della sabbia umida (ma ha il vantaggio di non sporcare!). I bambini la possono usare per creare e modellare qualsiasi struttura, e si può anche tagliare. La prepari con 300 grammi di maizena, 300 grammi di semolino e 100 ml di olio. Mescola prima la maizena e il semolino e poi unisci l’olio un cucchiaio alla volta. Mescola finché non diventa morbida. Puoi anche colorarla con coloranti naturali.

Un altro esperimento scientifico da fare con i bambini è quello dell’acqua “che cammina”. Ti bastano dei bicchieri di vetro (dai tre in su), fazzoletti di carta o carta assorbente, un colorante diverso per ogni bicchiere, e acqua. Riempi ogni bicchiere di acqua e colorante, arrotola i fazzoletti e intingi ogni estremità in un bicchiere diverso, a due a due, per creare una sorta di ponte. Dopo qualche minuto, l’acqua colorata inizierà a risalire e i colori a incontrarsi.

Giochi sensoriali

Hai mai sentito parlare dei giochi sensoriali? Questi giochi servono a stimolare durante la crescita i cinque sensi dei bambini. Nei neonati aiutano a esplorare il mondo, nei bambini sviluppano le conoscenze, e in quelli più grandi aiutano la memoria, a fare collegamenti e a migliorare l’attenzione.

Ce ne sono diversi che puoi fare a seconda dell’età dei tuoi figli, ma le nostre preferite, adatte a tutte le età, sono le bottiglie sensoriali. Ti basterà una bottiglia di plastica che potrete riempire con fagioli secchi, riso, perline colorate, pasta, chicchi di caffè, semi… e muoverla! La bottiglia sensoriale stimola il bambino grazie ai rumori e ai colori.

Una versione più creativa della bottiglia sensoriale è quella che in inglese viene chiamata la Calming Jar, che serve per tranquillizzare i più piccoli dopo che hanno passato un brutto momento e per aiutarli a dormire. Per crearla ti servono un barattolo di vetro con il coperchio, due cucchiai di colla glitter, una decina di cucchiai di brillantini (verdi o blu, colori che aiutano il relax), acqua calda e shampoo.

Versa un po’ di acqua e shampoo nelle stesse proporzioni, poi un po’ di colla e brillantini, mescolando a mano a mano. Ripeti finché il barattolo sarà quasi pieni, ma non fino all’orlo. Acqua e colla devono essere dosate per formare una soluzione liquida in cui i brillantini sono liberi di muoversi: scuotendo il barattolo, il movimento dei brillantini attira l’attenzione dei bambini e li rilassa.

In cucina puoi creare con loro la pasta di sale, oppure disegnare e colorare con le spezie, attività che stimola non solo le mani e la vista, ma anche l’olfatto.

Lavoretti per bambini: consigli utili

Quando programmi giochi e lavoretti per bambini da fare in casa con i tuoi figli, ricordati che non devi presentarli, viverli o farli percepire come un obbligo. Non sono altri compiti che i bambini devono fare oltre a quelli dati dalla scuola, ma un momento di svago e condivisione tra te e loro.

Un altro consiglio importante, che ti diamo per poter giocare con i tuoi figli in tranquillità e sicurezza, ma anche per evitare di annoiarli con giochi troppo semplici, o, al contrario, di frustrarli con lavoretti troppo difficili, è di scegliere sempre i materiali, la difficoltà e il tempo che serve per realizzarli in base all’età.

Un bimbo di due anni ha una soglia di attenzione che non va di solito oltre il quarto d’ora, mentre con figli più grandi puoi progettare attività che durino anche più di un giorno. La creatività va stimolata non solo per creare qualcosa da conservare o con cui giocare, ma anche nel processo di creazione stesso. E ricordati sempre che prima di tutto dovete divertirvi insieme!

Se sei in cerca di altre idee per trascorrere il tempo in casa con i più piccoli, dai uno sguardo alla sezione Bambini: troverai diversi consigli da cui prendere spunto!

banner guide e consigli