24.11.2020 Consegne regolari su tutto il territorio nazionale.

benefici del camminare

Le regole del viver sano e in forma passano attraverso una dieta equilibrata, uno stile di vita regolare e una buona dose di attività fisica. Non è necessario impegnarsi in qualche sport estremo, bastano 30 minuti di camminata al giorno per stare bene. Tutti possono beneficiare di questo elisir di lunga vita, perché non serve essere allenati o avere forza nelle gambe e nemmeno avere un’attrezzatura specifica. Basteranno delle comode scarpe sportive e un po’ di forza di volontà! Hai mai pensato a tutti i benefici del camminare sulla tua salute? Vediamoli insieme.

10 benefici del camminare

Ecco dieci buone ragioni per mettersi in moto fin da subito:

  1. Camminare fa bene a tutto il corpo, non solo ai muscoli: camminare almeno 30 minuti al giorno riduce il rischio di diabete, abbassa il colesterolo, accelera il metabolismo, e previene patologie articolari, cardiache, polmonari e altre malattie degenerative. Il corpo attivandosi funziona in modo più fluido e veloce, a beneficio di ogni sua singola parte.
  2. Allena il cuore: la camminata veloce, sottoponendo il cuore ad un lavoro più intenso, ti consente di mantenere un battito cardiaco più elevato, e di migliorare la funzionalità cardia.
  3. Perdi peso e non te ne accorgi: se ti abitui a camminare ogni giorno a passo svelto e regolare, ti accorgerai quanto sia facile bruciare grassi e perdere peso. Ricorda, ovviamente, che la sola camminata non è miracolosa, ma va abbinata ad un’alimentazione sana ed equilibrata e un adeguato riposo.
  4. Rinforza il tuo sistema immunitario: le tue difese immunitarie ti ringrazieranno. Con un miglior funzionamento del sistema circolatorio e diminuzione del livello di stress le tue difese immunitarie saranno più attive e in grado di lavorare meglio.
  5. Tonifica le gambe: ogni passo della tua camminata è come un massaggio che brucia il grasso sottocutaneo e tonifica i tessuti. Prendi questa buona abitudine specie dopo una lunga giornata di lavoro alla scrivania.
  6. Libera la mente: camminare fa bene anche alla mente, alla creatività e alla concentrazione. Molti manager di successo hanno adottato questa sana abitudine e si riuniscono addirittura in “walking meetings” perché lavorare camminando favorisce la concentrazione e la nascita di buone idee. Pensa, la capacità creatività aumenta del 50%: chissà se le idee geniali sono nate durante una camminata?
  7. Allontana lo stress: camminare fa bene all’umore. Grazie alla produzione di endorfine, e il conseguente stimolo al sistema linfatico, il livello di stress si abbassa, quindi ti sentirai più riposato e in pace con te stesso.
  8. Riduce il rischio di cancro al seno: secondo uno studio recente le donne che camminano hanno il 14% di probabilità in meno di ammalarsi di cancro al seno.
  9. Previene l’obesità infantile: l’abitudine al movimento aiuta a prevenire l’obesità fin da piccoli ed è una buona abitudine che aiuta ogni persona a definire il proprio stile di vita anche da adulto.
  10. Camminare è economico: ebbene sì, camminare al posto della palestra ti consente di risparmiare sull’abbonamento e di tenere un po’ di soldi nel portafogli. Un beneficio in più per iniziare subito.

Quando e quanto camminare

Non c’è un vademecum da seguire che ci dice quando e quanto camminare. Gli studiosi ci dicono che l’ideale sarebbe fare almeno 10.000 passi al giorno, passeggiando a passo svelto. Sicuramente camminare all’aria aperta in un parco può aiutarti, perché ti consente di essere in uno spazio aperto, senza smog e lontano da auto e confusione.

Quando hai più tempo, ad esempio nei weekend o nei giorni di festa, cerca di ampliare le tue passeggiate aumentando il kilometraggio e perché no il dislivello.

Quanto camminare? L’ideale come abbiamo già detto è di almeno 30 minuti al giorno, ma se hai tempo e voglia puoi allungare quanto vuoi, ma senza esagerare.

Consigli utili

Come fare a camminare più spesso? Ecco dei consigli per far diventare la camminata un’abitudine da ripetere il più spesso possibile. 

  • Innanzitutto il primo consiglio è iniziare gradualmente, tenendo conto del proprio grado di allenamento. Se non sei allenato parti con 10 minuti al giorno ed incrementa piano piano; se invece sei allenato parti subito con l’obiettivo di 10000 passi al giorno e con il tempo aumenta la velocità della camminata.
  • Inizia la tua daily routine sfruttando i benefici di una bella passeggiata. Se hai l’occasione di poter raggiungere il posto di lavoro a piedi, approfittane! Attiverai subito il metabolismo ed eviterai lo stress delle code in macchina o del trovare parcheggio. Darai una mano anche all’ambiente.
  • Anche la pausa pranzo può essere la tua valvola di sfogo e il momento giusto per camminare un po’, magari in compagnia di qualche collega.
  • Dopo una lunga giornata di lavoro davanti al computer hai bisogno di staccare la spina. Risveglia il tuo fisico mettendolo in attività con una camminata all’aria aperta. Vedrai subito che tutti i dolori legati alla sedentarietà e alla cattiva postura mentre sei a lavoro, di colpo sembreranno un lontano ricordo.
  • Una sana camminata può essere un piacere anche durante una vacanza: raggiungere a piedi le destinazioni che devi visitare ti offrirà l’occasione di esplorare stradine, quartieri e luoghi poco visitati. Se sei un amante del nordic walking o del trekking sai già che esistono meravigliosi itinerari in Italia e all’estero da fare rigorosamente a piedi.

Che tu sia un ‘walker’ esperto o un semplice camminatore che procede a ritmo lento, mettere in moto gambe e piedi almeno una volta al giorno ti tornerà utile per il resto della vita.

Vuoi altri consigli per prenderti cura di te? Segui la sezione “Benessere” e leggi tutte le nostre guide!

banner lifestyle