Iscriviti per scoprire tutti i brand a -70%

Tavolo da pranzo dall'alto con vari waffle su piano in granito

Se c’è un dolce indicato con l’arrivo dell’inverno, quello è sicuramente il waffle. Il profumo di queste cialde appena cotte si espande in pochi minuti, creando subito quell’atmosfera che sa di casa. Che sia la versione classica con zucchero a velo, o quella più “avanzata” con cioccolato, passando per la variante salata con formaggio e prosciutto, tutti li adorano! Nelle prossime righe scoprirai non solo come fare i waffle, ma anche come servirli per deliziare, oltre al palato, anche gli occhi!

Waffle tradizionali

Prima di avventurarci in versioni avanzate o ricercate, è fondamentale partire dalle basi. Cominciamo quindi con la ricetta dei waffle tradizionali. Per realizzarli avrai bisogno di:

  • 100 g di zucchero
  • 200 g di farina
  • 200 g di margarina
  • ¼ di cucchiaino di lievito in polvere
  • 4 uova
  • un pizzico di sale

La prima cosa da fare è rompere le uova in un piatto, facendo attenzione ad aggiungere i soli albumi e, dopo aver aggiunto anche un pizzico di sale, cominciare a sbattere il preparato. Ovviamente i tuorli delle uova aperte non vanno buttati: versali in una ciotola insieme allo zucchero e alla margarina e inizia a sbattere anche questo preparato fino a ottenere una crema omogenea.

Nel frattempo, per ottimizzare i tempi, inizia a scaldare la macchina per i waffle. Tornando alla crema, aggiungi successivamente la farina con il lievito e continua a mescolare. Una volta ottenuto un preparato omogeneo, aggiungi gli albumi e mescola sempre. Alla fine di questo procedimento avrai finalmente ottenuto l’impasto definitivo per le tue cialde.

A questo punto non ti resta che ungere con un po’ di olio di semi di girasole la macchina (per non far attaccare l’impasto) e versare il preparato nelle formine con una spatola. Ci vorranno pochi minuti di cottura: a questo punto i waffle sono pronti da servire caldi. Man mano che li cuoci, ricordati di non sovrapporne mai uno sopra l’altro.

Ricetta waffle salati

Una volta che avrai acquisito maggior dimestichezza sul come fare i waffle, potresti avventurarti in quest’altra ricetta, indicata se ami più il salato che il dolce. Per realizzarla avrai bisogno di:

  • 6 pomodori secchi sotto’olio (a dadini)
  • 50 g di pancetta a cubetti
  • 75 g di Emmental grattugiato
  • ½ cipolla a dadini
  • 40 g di burro fuso
  • 1 cucchiaio di basilico tritato
  • 10 g di lievito
  • 175 ml di latte
  • 200 g di farina
  • 1 uovo
  • 50 ml di brodo vegetale
  • sale quanto basta

Inizia con il soffriggere in una padella con olio preriscaldato cipolla, pomodori, e pancetta. Una volta soffritto, togli la padella dal fuoco e aggiungi Emmental e basilico. Nel frattempo, in una ciotola mescola burro fuso e latte con il lievito. Successivamente, aggiungi farina, uovo, sale e brodo vegetale e continua a mescolare.

Anche il preparato della padella, che nel frattempo si sarà raffreddato, va aggiunto nella ciotola. Alla fine otterrai una crema omogenea, da lasciare lievitare per 30 minuti. A quel punto non ti resterà che cuocere i waffle nella macchina, e servirli caldi con insalata come contorno: una cena rapida e gustosa.

Domande più frequenti sui waffle

Una volta pronto, l’impasto dei waffle non deve essere necessariamente cotto nell’omonima macchina. Si possono realizzare dei buoni waffle anche cuocendo l’impasto in padella o addirittura in forno. Tuttavia, dovendo scegliere, è innegabile che il waffle cucinato con l’apposita macchina ha la sua forma inconfondibile, oltre a un gusto eccezionale.
Questa domanda è molto meno banale di quanto sii possa pensare. In effetti è impossibile esprimere in secondi o minuti precisi il tempo di cottura perfetto per un waffle. Di norma, basterebbe vedere la giusta doratura dell’impasto per poterlo servire cotto a puntino. Il punto è che ovviamente le macchine non permettono di vedere il dolce in fase di cottura. In linea di principio, quindi, la cottura ideale con macchina per waffle è fra i 3e i 5 minuti.
Come detto anche in precedenza, prima di versare l’impasto nella macchina per waffle è fondamentale ungerla, affinché il preparato non si attacchi. Non bisogna ovviamente esagerare: per ungere basta una semplice spatolina con cui distribuire l’olio o altro. Cosa usare per ungere la macchina per i waffle? Dovendo scegliere, a nostro avviso l’ideale è l’olio di semi di girasole. Tuttavia al posto dell’olio è possibile usare anche margarina e burro chiarificato.

Come rendere i waffle ancora più belli

I waffle sono un fantastico e gustoso passatempo per allietare i pomeriggi o le serate piovose. È il classico dessert perfetto perché si prepara in pochi minuti e si fa sempre bella figura. Potresti addirittura pensare di organizzare una festa a tema waffle con i tuoi amici, o magari crearci una vera torta di compleanno.

Tuttavia, i waffle possono essere resi ancora più gustosi se presentati ai tuoi commensali con i giusti accessori. Su Westwing puoi trovare un’ampia selezione di prodotti che possono fare al caso tuo, dai piattini colorati fino alle posate in acciaio pregiato.

Quali accessori usare?

Volendo elencare solo gli utensili principali, non possiamo non partire da misurino, ciotola e frusta.

Una volta cotto, il waffle va poi servito nel modo migliore. Partiamo dal piatto: se la giornata è grigia, potresti ravvivarla servendo i waffle su degli allegri piatti color pastello. Se invece non vuoi mancare di classe ed eleganza, servire i waffle su un vassoio di granito fa sempre il suo effetto. Sulle posate, invece, la scelta è obbligata: opta per quelle in acciaio lucido e farai sempre bella figura.

Cosa stai aspettando? Registrati gratuitamente su Westwing: riceverai ogni giorno offerte esclusive con sconti fino a -70%!