Iscriviti per scoprire tutti i brand a -70%

Coperta da picnic su un molo al lago

Non c’è niente di meglio di inaugurare la stagione primaverile con un bel picnic. Dopo i mesi invernali è bello divertirsi e svagarsi all’aria aperta in compagnia delle persone care. Lasciati ispirare dai nostri consigli di stile per preparare il picnic perfetto!

Lasciati alle spalle il freddo dell’inverno, la neve e il buio e goditi le prime piacevoli giornate di primavera. Organizzare un picnic è un’ottima idea per trascorrere qualche ora spensierata all’aria aperta. Basta veramente poco per sentirsi più vitali e energici dopo il “letargo invernale”: un giardino, un prato, un po’ di sole, la famiglia e gli amici e il gioco è fatto.

Picnic: i fondamentali

Il picnic diverte i bambini e rilassa gli adulti, ma non bisogna farsi trovare impreparati. Gli strumenti necessari all’organizzazione di un pranzo all’aperto non sono molti, ma è importante non dimenticare nulla. Il primo passo è procurarsi un cesto di vimini o una borsa abbastanza grande per contenere l’occorrente.

Per sdraiarsi sul prato è necessaria una grande coperta in pile, in stoffa o in tela cerata (sulle fantasie avete ampia scelta, ma il telo a scacchi bianco-rossi resta un “must”). Procurati una tovaglia di carta nel caso in cui dovessi pranzare in un’area picnic attrezzata con tavoli e panche.

Le posate possono essere di plastica, però c’è anche chi non vuole rinunciare alla ceramica e alla porcellana. Coltelli, apribottiglie, fazzoletti di carta e tovaglioli non possono mancare. Utilizza borse termiche per conservare alla temperatura ideale le bevande, calde o fredde che siano (acqua, vino, caffè, tè).

Mise en place per un picnic chic

Il picnic ha una tradizione antichissima. E’ dal ‘700 che pranzare all’aperto, immersi nella natura, è una abitudine di famiglie e gruppi di amici. L’usanza si affermò prima presso le classi nobili che, una volta tanto, si concedevano una svago, lontano dalla rigidità delle regole di corte e del galateo. Non è un caso che grandi artisti abbiano immortalato questi momenti di relax nelle loro opere come ha fatto Manet con il celebre “Colazione sull’erba”. Sempre più persone amano decorare il loro picnic con uno stile chic e raffinato.

La mise en place del picnic può essere personalizzata secondo il proprio gusto. C’è chi sceglie la versione shabby chic con cuscini e tovaglia ad hoc o chi resta sul minimal rinunciando a ogni orpello. Un’idea carina potrebbe essere quella di recuperare dei vasetti da conserva e usarli come monoporzione per gli alimenti, decorandoli con centrini di carta da pasticceria. I centrini possono anche essere usati per decorare le sacche per i panini. C’è tutto l’occorrente… buon appetito!

Picnic: cosa mangiare

I piatti ideali per un pranzo al sacco sono indubbiamente le pietanze fredde e le torte salate. Ma quali scegliere?Ecco qualche idea.

Quiche di zucchine, fiori di zucca e mozzarella

Una ricetta sfiziosa e completamente vegetariana è rappresentata da questa gustosa quiche. Per prepararla ti servirà:

  • una pasta sfoglia rotonda
  • fiori di zucca
  • zucchine
  • due uova
  • panna fresca
  • mozzarella

Prepara il ripieno con tutti questi ingredienti ed inforna per 50 minuti: dopo di che non resterà altro che farti sorprendere dal profumo che salirà dal forno.

Un consiglio: taglia la mozzarella a fette e lasciala scolare per circa mezz’ora prima di utilizzarla. Eviterai così che rilasci troppa acqua durante la cottura.

Spanakopita con riso e spinaci

Una torta salata proveniente direttamente dalla Grecia. Al di là del nome di difficile pronuncia, la preparazione sarà molto semplice: i fogli di pasta fillo verranno riempiti con spinaci freschi, riso, gherigli di noce e l’immancabile tofu. Inforna per 20 minuti e avrai un pranzo al sacco leggero e salutare!

Frittatine di pasta napoletana

Gli amanti della tradizione culinaria del Sud ameranno sicuramente questa ricetta. L’impasto si compone di uova, pasta, prosciutto cotto, piselli e besciamella: il tutto contenuto in una dorata e croccante panatura. Realizza delle versioni mini, in modo da poter consumare il pranzo all’aperto anche semplicemente con le mani.

Insalata di riso

Voilà, il grande classico dell’estate. L’insalata di riso è il leitmotiv delle gite fuori porta. Sbizzarrisciti con gli ingredienti che solleticano di più le tue papille gustative: peperoni, piselli, prosciutto, olive e tanto altro ancora. Lasciati guidare dalla fantasia!

Una versione alternativa: il picnic in casa

Non sempre si ha l’opportunità di poter godere di una gita fuori porta. Le nostre vite sono spesso frenetiche e ritagliarsi del tempo per una scampagnata, anche solo durante il weekend, può trasformarsi in un’odissea.

Un’alternativa però esiste: il picnic in casa. Certamente non si otterrà lo stesso effetto dell’escursione in mezzo alla natura, ma comunque aiuterà a ricreare un’atmosfera piacevole e rilassante anche tra le mura domestiche. Potrai sfruttare come luogo per il picnic casalingo un terrazzo oppure un balcone ampio. In alternativa andrà benissimo anche il soggiorno.

Prepara la postazione “home made” in prossimità di una finestra o di una porta vetro: è importante avere un bel panorama da osservare e molta luce naturale.

La natura stimola il relax, quindi sarà fondamentale ricreare un ambiente il più green possibile. Posiziona delle piante intorno allo spazio adibito per il picnic, e punta inoltre sui colori, partendo dalla classica tovaglia stesa sul pavimento fino ai vari gadget da utilizzare. In fondo, le tonalità accese sono sinonimo d’allegria.

Il picnic domestico potrebbe rivelarsi un ottimo escamotage anche per i bambini più irrequieti. Coinvolgili nella creazione delle decorazioni per il vostro piccolo spazio casalingo senza erba, così come nella preparazione di torte salate e delle altre prelibatezze da picnic. I piccoli apprezzeranno indubbiamente, e da incontrollabili diavoletti si trasformeranno in angioletti per qualche ora!

banner guide e consigli