Pranzo della domenica

Tutti a tavola! Così si aprono i pranzi in famiglia, quei pranzi in cui ci si riunisce intorno a una tavola imbandita, con i bicchieri belli, il servizio di piatti elegante, la tovaglia inamidata e i tovaglioli coordinati, il cestino di pane caldo appena tagliato, qualcuno che stappa la prima bottiglia e si manda giù il primo bicchiere appena prima di sedersi. Il pranzo della domenica è un momento meraviglioso, da condividere con chi amiamo. Scopriamo questa bellissima tradizione insieme a Laura Porzio, fondatrice del blog “Laura e le sue ricette”!

La tradizione del pranzo della domenica

Il pranzo della domenica inizia fuori dalla porta, con il profumo delle teglie in forno che invade tutto il palazzo, con il rumore dei mestoli di legno nelle ciotole, con i coltelli che lavorano sui taglieri, con la nonna che chiede ai nipoti e ai rispettivi fidanzati quando si sposeranno, lo zio che arriva con una cesta piena delle verdure del suo orto e il nonno che si porta il suo vino preferito da casa. È il momento in cui amici e familiari si riuniscono per aggiornarsi sulle vite gli uni degli altri, per parlare dei progetti, di come procedono gli studi, del nuovo look della zia e delle notizie che ogni tanto arrivano dal televisore acceso.

Per questa occasione si comincia a cucinare qualche giorno prima, si sceglie insieme il menù e si dividono i compiti, alcuni piatti si finiscono all’ultimo, prima di mettersi a tavola, alcuni arrivano pronti per essere infornati, altri si preparano a più mani intorno al tavolo della cucina con accanto un picchiere di vino e il sottofondo di risate che arriva dal salotto.

Le ricette che amo cucinare partono proprio dai piatti tradizionali, quelli delle feste e delle ricorrenze importanti, a volte cambio qualche ingrediente, altre volte modifico le preparazioni e altre volte non cambio neanche una virgola perché diciamocelo: ci sono ricette di famiglia che devono restare fedeli nel tempo per essere tramandate!

Il menù

Il menù che ho scelto per questo pranzo della domenica profuma di tradizione ma strizza l’occhio ai gusti e agli abbinamenti più moderni perché rinnovarsi e sperimentare stimola la creazione e rende le preparazione più divertenti!

Antipasti

  • Tartellette di paste brisée con mousse alla mortadella
  • Crema di ceci con guanciale croccante
  • Torta salata floreale

Primi piatti

  • Lasagnetta con verdurine di stagione
  • Gnocchetti di zucca con crema di broccoli e granella di nocciole

Secondo

  • Arista con prugne, castagne e patate

Dessert

  • Cheese cake con pere e coulis di mirtilli

Le ricette

Tartellette di paste brisée con mousse alla mortadella

Crea la pasta brisée con farina integrale, burro, acqua fredda e sale. Fai riposare per mezz’ora in frigorifero, una volta pronta stendila, mettila negli stampini che hai scelto, bica il fondo con una forchetta e cuoci alla cieca per 15 minuti a 180°C. Mentre le tartellette di raffreddano crea la mousse di mortadella frullando del formaggio fresco spalmabile e la mortadella, aggiungi sale e olio extra vergine d’oliva se necessario.

Con una sac a poche decora le tartellette e guarnisci con della granella di pistacchio.

Vino in abbinamento: Franciacorta Brut

Crema di ceci con guanciale croccante

Metti i ceci in ammollo la sera prima, cuocili per un’oretta in acqua salata, scolali tenendo da parte un bicchiere di acqua di cottura, frullali con olio d’oliva, paprika dolce e salata e pepe, ricordati di salare e aggiungere acqua solo se necessario, crea una crema liscia, vellutata ma non liquida e distribuiscila nelle coppette con cui la servirai.

Cuoci le fettine di guanciale in forno per circa 20 minuti, quando saranno croccanti asciugale tenendole un paio di minuti su un foglio di carta da cucina. Ora puoi decorare la crema posizionando le fettine di guanciale croccante a tuo piacimento, o intere o sbriciolate.

Vino in abbinamento: Franciacorta Brut

Crema di ceci con guanciale croccante

Torta salata floreale

Crea la pasta brisée con farina, burro, acqua fredda e sale. Fai riposare per mezz’ora in frigorifero, nel frattempo dedicati alle verdure. In acqua bollente salata scotta il cavolfiore e le cipolline, giusto 5 minuti, le carote e le zucchine vanno tagliate con il pelapatate in modo da creare tante strisce.

Scola cavolfiore e cipolline, taglia queste ultime a metà e seleziona le infiorescenze del cavolfiore. Stendi la pasta su una teglia ricoperta di carta forno, spennella con dell’albume, buca la pasta con una forchetta e tini da parte.
Sbatti le uova con il parmigiano, unisci la crescenza e il sale e versa il composto nella teglia con la pasta: ora inizia a decorare partendo dal bordo: inizia a posizionare le zucchine arrotolate come a formare delle roselline, poi passa alle carote, e vai avanti così tenendo presente che al centro andrà il cavolfiore e che intorno a quest’ultimo le cipolline.
Inforna a 180° C per 50 minuti e comunque fino a quando la base non risulterà ben cotta.

Vino in abbinamento: Prosecco di Conegliano Valdobbiadene

Torta salata

Lasagnetta autunnale

Inizia con la preparazione della besciamella con burro, latte, sale e farina, tagliare a cubetti la metà della zucca a disposizione, cuocere in un tegame con poca acqua salata e un rametto di rosmarino, frullare con pochissimo rosmarino e tenere da parte.
Con un pelapatate tagliare a strisce le carote, l’altra metà di zucca e le zucchine.
E’ il momento di comporre la lasagnetta partendo da un primo strato di besciamella, poi uno di pasta, uno di besciamella, uno di crema di zucca, spolverata di parmigiano grattugiato, poi ancora pasta, besciamella e strato di zucchine per finire poi con uno strato di crema di zucca, besciamella e abbondate parmigiano. Gli strati di zucchine e carote vanno salatati.
Cuoci in forno a 180° per mezz’ora.

Vino in abbinamento: Sauvignon Blanc

Lasagnetta autunnale

Gnocchetti di zucca con crema di broccoli e granella di nocciole

Cuocere i broccoli al vapore lasciandoli abbastanza croccanti, frullarli con sale, olio e cubetti di ghiaccio, tenere da parte in frigorifero. Tostare le nocciole per 10 minuti in forno, tritarle e tenerle da parte.

Tagliare a cubetti la zucca e le patate, cuocerle al vapore e creare una purea utilizzando uno schiacciapatate. Unire alla purea la farina e le uova, salare e creare gli gnocchetti, cuocerli un minuto in acqua bollente salata, scolarli delicatamente e adagiarli nel piatto sulla crema di broccoli, aggiungere qualche ciuffetto di burro e la granella di nocciole.

Vino in abbinamento: Sauvignon Blanc del Friuli

Gnocchetti di zucca

Arista con prugne, castagne e patate

In un tegame rosola uno spiccio d’aglio e uno scalogno tagliato a spicchi. Unisci l’arista e falla dorate da tutti i lati, salare e aggiungere la metà delle prugne denocciolate e tutte le castagne precedentemente cotte in acqua salata. Aggiungere del brodo fino ad arrivare alla metà della carne. Cuocere a fuoco medio. Trascorsi 45 minuti aggiungere il resto delle prugne e le patate tagliate a cubetti non tropo grandi, continuare la cottura fino a quando le patate non saranno cotte a puntino!

Avvolgere la carne nella carte stagnola e lasciar raffreddare completamente in frigorifero per agevolare il taglio. Servire tagliata a fettine sottili con il suo contorno e il condimento.

Vino in abbinamento: Tintilia del Molise DOC o Syrah toscano

Cheesecake con pere e mirtilli

Frulla i biscotti, meglio se frollini, finemente ma non troppo, scioglie il burro e uniscilo ai biscotti, ricopri base e bordi di uno stampo con anello apribile con carta da forno e metti in frigo.
Cuoci i mirtilli con poca acqua, frulla e lascia raffreddare. Con una frusta amalgama lo zucchero a velo con la crema di formaggio, monta la panna fresca a parte, sciogli la gelatina e unisci tutti gli ingredienti, riempi lo stampo e rimettilo in frigorifero. E’ il momento di dedicarsi alla decorazione, prima di tutto accedi il forno.

Taglia le pere a fette sottili, lascia la buccia, passa ogni fetta nel succo di mirtilli e posizionale su una placca ricoperta di carta forno e cuoci fino a quando non saranno essiccate. Sciogli la gelatina e uniscila ai mirtilli, ricopri la cheese cake e rimettila in frigorifero, metti la torta su un piatto da portata e decorala con le pere.

Vino in abbinamento: Aleatico Passito Elba DOCG

Cheesecake pere e mirtilli

Chi è Laura Porzio?

Laura Porzio è una food blogger che inizia la sua carriera nel 2015 con la creazione della pagina Facebook “Laura e le sue ricette”, che oggi conta più di 20.000 follower. Poco tempo dopo crea il suo profilo su Instagram, per finire con il blog vero e proprio nel 2018. Il sito internet è diventato non solo la raccolta delle sue ricette ma anche una finestra sul mondo degli eventi e delle manifestazioni a cui partecipa, un diario in cui racconta e si racconta!

Laura è presente sul portale ProntoPro dove offre i suoi servizi come Personal Chef per banchetti, buffet e cerimonie, nonché come insegnante di cucina anche per bambini. (https://www.prontopro.it/pro/laura-e-le-sue-ricette).

Partecipa come food blogger e reporter a tantissimi eventi organizzati in collaborazione da Tutto Food. È stata ospite a Golosaria, Cosmofood, Sweety of Milano, Milano Golosa; ha partecipato ai Social Brunch di Sonia Peronaci e ad altre iniziative tra cui Vi.Vite, dove nel 2018 è stata premiata da Vinitaly e IlGolosario per la “Miglior performance social della seconda edizione di Vi.Vite”.

È stata ospite anche in alcune trasmissioni televisive, cucinando le sue ricette: “2 Chiacchiere in cucina” su La7 Gold e “Casa Alice” su Alice TV, oltre ad una puntata in diretta interamente dedicata alla cucina e alle spezie su Executive Lounge di Radio Bocconi.

Utensili per preparare il pranzo della domenica:

Se hai voglia di cimentarti in cucina, segui le nostre guide nella sezione “Consigli in cucina“. Troverai tanti spunti interessanti e consigli utili!

banner guide e consigli