Orto invernale

Non hai bisogno di una serra riscaldata per coltivare il tuo orto invernale con successo e avere verdure fresche anche durante la stagione fredda. Per far crescere le tue primizie tutto l’anno basta seguire alcuni semplici consigli, scegliere le varietà giuste e curare con costanza il tuo piccolo o grande angolo dedicato alla coltivazione di ortaggi. Preparati a tanti mesi di zuppe, sformati e piatti unici preparati con ingredienti a km zero: scopri quando iniziare l’orto invernale, cosa piantare e come proteggere le tue piantine.

Orto invernale: quando iniziare?

L’autunno è un ottimo momento per predisporre tutto quello che ti serve per un orto invernale. Da novembre a marzo, c’è sempre tempo per piantare qualcosa, ma se sei alla tua prima esperienza nell’orticoltura invernale inizia con poche piantine, sperimentando ciò che funziona meglio nella zona in cui abiti.

Prima di tutto, però, c’è da preparare l’area coltivata: rimuovi tutti i residui delle coltivazioni estive, come ad esempio foglie, rametti e verdure marce, che volendo potrai usare per preparare il compost. Smuovi bene la terra usando la zappa, poi arricchiscila con del concime specifico per orto. Considera la possibilità di inserire dei divisori in legno, tipo cassoni, oppure dei rialzi per poter contenere meglio e proteggere quello che andrai a piantare. E non dimenticare di prediligere l’esposizione a sud, per fare in modo che il tuo orto invernale riceva tutta la luce possibile.

Cosa piantare nell’orto invernale

Dopo aver preparato la base per il tuo orto invernale, inizia la parte divertente: scegliere le varietà e piantare. Se è la prima volta che lo fai, ti consigliamo di partire da piantine già pronte, che puoi acquistare al vivaio: avrai tempo per misurarti con la semina diretta, che richiede più tempo ed esperienza. In base ai tuoi gusti, scegli poi tra le tante verdure invernali: ecco una panoramica delle più amate.

  1. Cavoli

    Nessun orto invernale che si rispetti è completo senza diverse varietà di cavoli, tutte gustose e resistenti. Con l’abbassarsi della temperatura nel tardo autunno, il sapore del cavolo migliora: così lo puoi usare non solo per le minestre, ma anche per le insalate invernali. Cimentati con il cavolo nero, che è particolarmente semplice da crescere, e con il cavolo riccio. Potrai inoltre provare con cavolfiore, verza e cavolo cinese.

  2. Carote

    Come per i cavoli e molte altre colture, il sapore delle carote migliora dopo alcune gelate nel tardo autunno. Sono semplici da crescere, ma richiedono un terreno sabbioso: in questo caso puoi usare i semi, basta che siano piantati in buche profonde 30 cm e distanziate una dall’altra di circa 10 cm.

  3. Spinaci

    Notoriamente ricchi di ferro, gli spinaci possono essere interrati nel tardo autunno. Quando li raccogli, taglia solo le foglie esterne e mantieni la pianta principale, che continuerà a dare i suoi frutti.

  4. Asparagi

    Gustosi e sani, gli asparagi crescono nell’orto invernale, ma ci vuole un po’ di pazienza per imparare tutti i passaggi, che per chi è alle prime armi possono sembrare laboriosi. Innanzitutto, serve un terreno drenato con canali di scolo, ma le piantine vanno curate tutto l’anno e nel migliore dei casi devono essere coltivate in una struttura apposita chiamata asparagiaia.

  5. Ravanelli

    Non si direbbe, ma i ravanelli fanno parte della famiglia delle crucifere, che è la stessa dei cavoli. Poiché ama il clima fresco, la pianta resiste bene in inverno e il ravanello può essere raccolto già un mese dopo la semina.

  6. Finocchi

    Buonissimi se abbinati all’arancia per una gustosa insalata, i finocchi sono un toccasana per la salute. Temono però il gelo: se le temperature scendono sotto lo zero, proteggili dal freddo.

Come riparare l’orto dal freddo

Ora che sai cosa piantare nel tuo orto invernale, è importante proteggerlo adeguatamente. Anche se, come abbiamo visto, molti ortaggi diventano più dolci quando fa freddo, devi fare tutto il possibile per evitare che una gelata particolarmente intensa li rovini. Ad esempio, puoi proteggere le piantine con un mini tunnel in PVC o in tessuto non tessuto, che potrai acquistare in qualsiasi centro verde attrezzato.

Se invece devi riparare le piante che crescono sotto terra, come le carote, la pacciamatura è il modo più economico per coltivare verdure fresche in inverno. Nel tardo autunno, prima che il terreno si congeli, copri il letto con uno strato spesso di pacciame, ovvero un trito di corteccia e rametti. Puoi comprarlo già pronto oppure prepararlo tu, tenendo da parte i residui delle potature del tuo giardino.

Gli indispensabili per preparare l’orto:

Orto invernale sul balcone: perché no!

Se abiti in appartamento, puoi comunque riuscire a far crescere qualche piantina e raccogliere i tuoi ortaggi. Ad esempio, puoi muovere i primi passi nell’orticoltura usando qualche vasetto in cui piantare carote e ravanelli. Preferisci partire in grande? Se lo spazio te lo consente, acquista degli appositi orti pensili urbani in legno e inizia a seminare.

Pensi di avere il pollice verde? Allora segui i nostri consigli per l’orto invernale e leggi tutte le altre guide dedicate al giardinaggio!