Donald Robertson x Westwing Collection: Manca 1 Giorno al Lancio!

Fiori di mughetto

In giardino come in casa esistono zone che non vengono mai (o quasi) colpite dal sole: non è necessario lasciarle spoglie di vegetazione perché sarà possibile optare per le cosiddette piante da ombra, ovvero specie vegetali che non hanno bisogno della luce diretta del sole per crescere forti e rigogliose. Ogni angolo, anche il più buio, può essere abbellito e decorato con una o più piante, a patto di scegliere le giuste varietà. Se non sei esperto in materia continua a leggere, perché ti daremo tanti consigli per scegliere le piante da ombra per il tuo giardino e la tua casa. 

Caratteristiche delle piante da ombra 

In natura, com’è facile immaginare, non tutte le piante sono direttamente esposte alla luce diretta. Pensiamo, ad esempio, al sottobosco: si tratta di un’ecosistema in cui i raggi del sole vengono filtrati dalle fitte chiome degli alberi; eppure vicino ai tronchi e ben al di sotto delle chiome, vive e cresce una grandissima varietà di piante che, nell’ insieme, determina l’immensa biodiversità dell’ecosistema boschivo.  

Abbiamo usato la parola biodiversità non a caso: le piante da ombra, infatti, sono tantissime. Alcune sono perenni e sempreverdi, altre sono caducifoglie e non mancano neanche le varietà che regalano bellissimi fiori. E a rendere ancor più dinamico questo particolare contesto ci pensano le diverse tonalità di verde di ogni pianta, le forme delle loro foglie e le tessiture da cui sono caratterizzate. Se hai il giardino in ombra non devi assolutamente rinunciare a ornarlo con piante e fiori: dovrai solo scegliere quelle che crescono meglio in questo particolare habitat. 

Alcuni esempi di pianta da ombra 

Perenni e sempreverdi, dotate o meno di fiori. Quando si parla di piante da ombra si apre un universo di possibilità: sono infatti tantissime le specie con le quali potrai ornare la parte del tuo giardino che non riceve direttamente la luce solare. Ti elenchiamo qui sotto le varietà più belle, avendo cura di diversificare molto le nostre proposte cosicché tu possa trovare quella che fa proprio al caso tuo, sia in materia di spazio a disposizione che di estetica. 

Felce

Pensi al bosco e ti viene subito in mente lei: sua maestà la felce. Perché è bellissima, ha un’anima antica ed è altamente decorativa. Vive benissimo nelle zone d’ombra in giardino, perché ha bisogno solo di luminosità diffusa. Per crescere sana e forte, tuttavia, avrà bisogno di un terriccio ricco e costantemente umido. Quanto alle varietà, invece, potrai scegliere fra tantissime specie: oltre a quelle di colore verde intenso, non mancano neanche le felci rosse o caratterizzate da striature ramate, come la Dryopteris erythrosora.

Ajuga Reptans

Se ami i fiori e non vuoi rinunciarci neanche nelle zone ombreggiate, punta tutto sull’Ajuga Reptans, una pianta tappezzante che ha davvero bisogno di poche cure per crescere forte e vigorosa. Detta anche Bugola o erba di san Lorenzo, assomiglia alla lavanda (soprattutto per il colore dei suoi fiori) ed è perfetta per ornare ampie parti di terreno: è quindi indicata per chi ha un giardino dalla metratura particolarmente ampia. Quanto alla sua manutenzione, dovrai fare ben poco perché la messa a dimora non richiede accorgimenti particolari: il terreno deve essere ben drenato ma irrigato regolarmente, soprattutto in estate. La pianta fiorisce in primavera.

Asperula

Il suo nome botanico è Galium odoratum ma molti la chiamano stellina odorosa. Siamo di fronte a una pianta tappezzante dal portamento romantico che, pur preferendo le zone d’ombra, regala bellissimi fiorellini bianchi profumati che si stagliano su foglie verde brillante, di forma ovale. Si tratta di una pianta facile da coltivare perché cresce in qualsiasi tipo di terreno: dovrai solo avere l’accortezza di concimarlo prima della messa a dimora. Quanto all’annaffiatura, dovrà essere regolare e senza eccessi, in modo che il terreno si mantenga costantemente umido. Se la irrighi con l’acqua del rubinetto, falla decantare qualche ora prima dell’innaffiatura.

Heuchera

Se vuoi rendere dinamico dal punto di vista cromatico il tuo angolo di giardino all’ombra, punta tutto sull’heuchera, una pianta tappezzante particolarmente amata per le sue foglie decorative e variopinte, le cui tonalità variano dal rosso al viola. Raggiungendo al massimo i 60 cm è una pianta perfetta da far vivere sotto a un albero frondoso. Si tratta di una pianta adatta anche per chi non pensa di avere il pollice verde, perché resistente e particolarmente vigorosa. L’heuchera non ama i ristagni idrici e va innaffiata solo quando il terreno è asciutto.

Mughetto

Il suo nome botanico è Convallaria majalis ed è amatissimo per i particolari fiori a campanellino che nascono copiosi durante la primavera, fra aprile e maggio. Il mughetto vive benissimo sia in vaso che in giardino, ed essendo tipico dell’ambiente boschivo, è una perfetta pianta da ombra. Si adatta a qualsiasi tipo di terreno e va irrigato con costanza, a patto che il terreno non sia intriso d’acqua: questo, infatti, farebbe marcire le radici, uccidendo la pianta. Il mughetto non necessita di grandi cure e questo lo rende la pianta perfetta anche per i meno esperti in materia.

Hosta

Le diverse specie che contraddistinguono questa famiglia vegrtale contribuiscono a dar vita a un tripudio di tonalità di verde, che renderà decisamente più dinamica la tua porzione di giardino in ombra. Le hosta sono piante dalla facile manutenzione, e particolarmente indicate a chi ha necessità di decorare in fretta gli spazi outdoor: crescono infatti molto velocemente. Sono indicate anche per la coltivazione in vaso, a patto di essere trapiantate in primavera ed autunno. Bisogna tuttavia fare attenzione alla presenza di lumache o chiocciole, davvero ghiotte del fogliame della pianta.

Elleboro

I suoi fiori sono stupendi e orneranno il giardino quando meno te lo aspetti: può infatti sbocciare fra dicembre e gennaio, non appena le giornate diventano un po’ più tiepide. Esistono moltissime varietà di elleboro, che presentano generalmente foglie vigorose e palmate, e fiori di diversi colori. Quanto alla cura e alla manutenzione, questa pianta ama le zone in ombra e le annaffiature regolari, che dovranno mantenere il terreno sempre umido. Con qualche accortezza in più potrai coltivare l’elleboro anche in vaso, facendoti però consigliare dal fioraio la specie che meglio si adatta a questo tipo di habitat.

Altre idee per decorare le zone buie del giardino 

Le zone d’ombra del giardino possono essere ulteriormente arricchite con elementi decorativi che, insieme alle piante, daranno vita a un piccolo angolo di paradiso. Ecco qualche esempio che, se di tuo gradimento, potrai associare alle piante. 

  • Pietre decorative: possono essere utilizzate per delimitare le aiuole o per creare composizioni di particolare pregio estetico. Esistono di tantissime forme, colori e dimensioni: basta trovare la tipologia che meglio si adatta al tuo giardino!
  • Fontane o bagni per uccelli: se hai la fortuna di avere un attacco dell’acqua, puoi acquistare una fontana, in pietra o in metallo. Sono belli e utili anche i bagni per uccelli, che aiuteranno i volatili durante i periodi di siccità.
  • Oggetti decorativi e sculture: le sculture antropomorfe, classiche o dal gusto spiccatamente contemporaneo, sono bellissime quando emergono dalla vegetazione, anche nelle zone più in ombra del tuo giardino.

Suggerimenti:

Oltre alle che piante che ospiti in casa, non dimenticare quindi di prenderti cura dei tuoi spazi outdoor, siano essi un giardino o un grande terrazzo: solo così diventeranno luoghi belli da vivere e fruire. Continua a sfogliare la nostra sezione “Piante da Interno” per altre idee.