trekking invernale

Fare trekking in inverno è una delle attività outdoor più gratificanti di questa stagione. In alcuni casi, riesce a regalarti ricordi e sensazioni davvero memorabili. Immagina di camminare su una spessa coltre di neve, vedere le tracce degli animali davanti a te e osservare laghi, cascate e fiumi ghiacciati… una meraviglia, vero? Se non hai mai affrontato un tracciato in montagna durante i mesi freddi, ricorda che le escursioni presentano però una serie di sfide e pericoli. Prima di iniziare, assicurati di avere tutto quello che ti serve per gestire il freddo e le condizioni meteo impreviste. Abbiamo raccolto alcuni suggerimenti sul trekking invernale per aiutarti a vivere al meglio questa esperienza.

Le 5 regole del trekking invernale

Chi ama la montagna lo sa benissimo: di fronte all’imprevedibilità della natura non si è mai troppo esperti. Se hai deciso di provare per la prima volta il trekking invernale, non sottovalutare nulla e segui le 5 regole principali. Ricorda, la prudenza deve essere al primo posto!

  1. Controlla il meteo e i bollettini valanghe

    Prima di scegliere una località per la tua escursione invernale, verifica le previsioni meteorologiche. Non limitarti a un solo sito, ma confronta almeno tre fonti diverse; tieni come riferimento il bollettino delle valanghe e controlla che non ci siano rischi segnalati nella zona.

  2. Fai attenzione al ghiaccio

    Chi frequenta e conosce bene le montagne potrà dirtelo: il ghiaccio è uno dei nemici numeri uno di chi fa trekking invernale. Non solo può farti scivolare e provocare infortuni gravi, ma in alcuni casi potrebbe persino spezzarsi completamente e portare a incidenti mortali. Per testare la solidità di una lastra, è bene avere con sé i bastoncini e i ramponcini.

  3. Scegli un percorso adatto alle tue capacità

    Se non hai fiducia nelle tue possibilità oppure è la prima volta che ti cimenti con il trekking invernale, assicurati che il trail scelto sia contrassegnato come “facile/per famiglie”. Sul sito del Club Alpino Italiano puoi trovare tutte le informazioni utili a riguardo. Un’altra buona idea potrebbe essere quella di andare con una guida esperta che possa indicarti il percorso e assisterti in caso di bisogno.

  4. Vestiti a strati

    Ricordi quante volte la nonna ti ha detto di vestirti a cipolla? Questo è un consiglio valido soprattutto in montagna. Meglio optare per una stratificazione tripla che includa uno strato di base che allontani il sudore dalla pelle, uno strato intermedio che ti isoli dal freddo e uno strato esterno che ti ripari dal vento e dall’umidità. L’obiettivo è quello di aggiungere e rimuovere strati durante l’escursione in modo da poter stare al caldo e a tuo agio, ma senza sudare.

  5. Porta con te una bevanda calda

    Quando stai facendo trekking in inverno, ricorda di avere sempre con te un thermos. Potrà contenere un tè o un caffè caldo, oppure un’altra bevanda calda a tua scelta.

Come vestirsi per il trekking invernale

Per stare comodi durante un’escursione invernale, è fondamentale scegliere l’abbigliamento giusto. Copri bene tutta la pelle, perché qualsiasi parte del corpo esposta a temperature sotto zero e vento freddo è soggetta a congelamento. Prenditi cura in particolar modo di naso, guance, orecchie, dita delle mani e dei piedi. Attenzione: evita i capi di abbigliamento in cotone, una fibra che purtroppo non si asciuga quando sudi: prediligi invece la lana, la microfibra e i tessuti tecnici.

Indossa un cappellino caldo o una fascia per proteggere le orecchie e il capo, mentre per il viso usa una maschera facciale rigida o morbida. Per l’abbigliamento vero e proprio, punta su capi in materiali tecnici e resistenti, su misura per il trekking invernale, ma evita gli indumenti stretti che potrebbero causare una cattiva circolazione e portare al congelamento.

Oltre ai guanti per le mani, meglio se impermeabili o in pile, i pacchetti scaldamani e scaldapiedi sono un ottimo modo per riscaldare le dita, soprattutto se sei incline ad avere mani e piedi freddi. È anche una buona idea portare un paio extra di guanti in pile nel caso in cui quelli che indossi si bagnino. Ai piedi, indossa calzettoni pesanti e calza scarponcini da trekking impermeabili e antiscivolo. Importantissimo è anche organizzare lo zaino nel modo migliore, non dimenticando oggetti fondamentali come:

  • Occhiali da sole: proteggi sempre gli occhi dal sole e dal vento.
  • Lampada da testa e torcia: se fai escursioni in inverno, non farti sorprendere dal buio.
  • Batterie di scorta: il freddo può rovinare le batterie; meglio preferire quelle al litio che resistono alle basse temperature.
  • Protezione solare: solo perché fuori fa freddo non significa che la pelle sia più al sicuro dalle scottature.
  • Acqua e snack energetici: oltre ai liquidi caldi e freddi, metti nello zaino un po’ di barrette energetiche, cioccolato fondente e frutta secca.

Dove andare a fare trekking in inverno

Da Nord a Sud, l’Italia è ricca di destinazioni uniche per il trekking invernale e non è detto che debba per forza esserci la neve. Scegli quella che per te è più comoda da raggiungere oppure programma un weekend fuori porta per scoprire la natura, dedicarti al buon cibo e al relax. Ecco 6 percorsi consigliati per iniziare a scoprire quest’attività per l’inverno.

  1. Courmayeur: da questa celebre località alpina della Val d’Aosta partono infiniti percorsi di trekking invernale con vista sul Monte Bianco, come la salita della Val Ferret che porta al Rifugio Bonatti.
  2. Val di Sole: tra le preferite in Trentino, è super attrezzata per tutte le stagioni; tra i tanti trail, prova quello che si spinge fino al Baito Forestale, dove ammirare le cascate ghiacciate.
  3. Laghi Fusine: tieni come punto di riferimento Tarvisio, in Friuli Venezia Giulia, per giungere a questi splendidi laghetti ghiacciati.
  4. Corno Grande: in Abruzzo, una delle escursioni più amate è quella che parte da Prati di Tivo e raggiunge questa maestosa vetta.
  5. Etna: quale miglior modo per scoprire la Sicilia, se non dalla cima del suo sublime vulcano? Il trekking invernale tra paesaggi innevati può essere svolto solo con guide professioniste.

Cosa farai durante i mesi di freddo? Oltre al trekking invernale, leggi tutte le nostre guide per il tempo libero e lasciati ispirare!