matrimonio ecologico

Il matrimonio ecologico è una tendenza sempre più in voga, associata spesso ad ambientazioni bucoliche, come nel caso delle nozze in campagna o fra i boschi.  Al di là del contesto, l’importante è ridurre gli sprechi e fare scelte a basso impatto ambientale. Per assecondare la moda o (ancor meglio) per restare fedeli al proprio stile di vita, anche nel giorno più bello. Quali sono i must di un vero matrimonio eco friendly? Ecco i consigli per organizzare il matrimonio eco chic perfetto.

Ricevimento e cerimonia: un’unica location

Stai pensando di organizzare la cerimonia nuziale su una spiaggia esotica o in mezzo a un bosco d’alta quota? A meno che non abiti nei dintorni, non è l’idea giusta: costringere gli ospiti ad affrontare lunghe trasferte non è in linea con lo spirito green del matrimonio ecologico. Molto meglio, allora, optare per un location “di prossimità” che consenta di ridurre l’inquinamento dovuto agli spostamenti e, inoltre, di combinare la cerimonia e il ricevimento. Un’azienda agricola circondata dal verde, una villa storica immersa in un grande parco o un agriturismo che serve prodotti a km zero sono fra le scelte più azzeccate per un matrimonio eco chic.

Allestimento con materiali di recupero

Dimentica gli allestimenti lussuosi, il flower design esagerato e, in generale, l’ostentazione! Il matrimonio eco chic punta sulla semplicità e su un uso attento delle risorse. Allestimento e decorazioni vedono protagonisti i materiali di recupero che riprendono vita col riciclo creativo. Un’ispirazione decisamente indicata per il matrimonio in campagna: scalette in legno e bici d’epoca, ad esempio, possono trasformarsi in un ottimo supporto per il tableau de mariage, mentre vecchie botti possono fare da sweet table o prestarsi ad esporre il guestbook matrimonio. Quanto all’allestimento floreale, dai la preferenza ai fiori di stagione, senza sottovalutare il potenziale decorativo delle erbe aromatiche, preferibilmente coltivate in zona.

Partecipazioni green

Un matrimonio eco friendly si riconosce anche dai dettagli. Le partecipazioni sono il biglietto da visita di un matrimonio ecologico e, in quanto tali, non possono tradire la sua anima green. Fra le opzioni possibili ci sono le partecipazioni digitali, a ridotto impatto ambientale. Non tutti, però, sono disposti a rinunciare al fascino vintage degli inviti cartacei! La cosa migliore, in questo caso, è stamparli su carta riciclata e biodegradabile o realizzare gli inviti di nozze con le proprie mani.

Bomboniere anti spreco

Un modo efficace per sconfiggere l’ansia da matrimonio? Realizzare le bomboniere fai da te! Ad esempio, dei gessetti profuma biancheria o dei vasetti in terracotta decorati, dove sistemare piccole piante grasse o fragranti piantine aromatiche. A meno di organizzarsi con largo anticipo, tuttavia, non è detto che la sposa, assorbita dai preparativi, possa concedersi il lusso di realizzare le bomboniere fatte a mano. L’alternativa è ingaggiare la mamma o qualche valida aiutante, oppure acquistare delle bomboniere zero waste originali. Prendere gli ospiti per la gola è sempre una buona idea: dall’olio aromatizzato al miele biologico, la bomboniera “gourmet” è sempre un’idea vincente, anche in versione segnaposto. A proposito di regali, cerca di dare un taglio ecologico anche alla lista nozze: perché non concedersi, ad esempio, un bel viaggio ecosostenibile?

Banchetto a km 0

Un matrimonio ecologico che si rispetti non può prescindere da un banchetto allestito con prodotti locali a chilometro 0: ancora meglio, preparati dall’agriturismo dove stai festeggiando e lavorati con materie prime coltivate (o allevate) in loco. Se ci tieni all’ambiente puoi valutare la possibilità di organizzare un matrimonio vegetariano, anche per venire incontro alle esigenze di chi segue una dieta particolare. Attenzione, poi, a evitare le stoviglie usa e getta, inclusi i calici flute in plastica. Per ridurre al minimo gli sprechi puoi rivolgerti a un’associazione specializzata nel servizio di recupero del cibo in eccesso. Senza escludere l’opzione “doggy bag” per gli invitati: le confezioni antispreco – come le scatole con gli avanzi della wedding cake – sono più chic di quanto immagini.  

Suggerimenti per una mise en place sostenibile:

Vestito da sposa ecosostenibile

Infine, non dimenticare un dettaglio fondamentale: l’abito da sposa! Se stai organizzando un matrimonio eco friendly, anche l’outfit dovrà essere in linea con l’evento: l’ideale, potendolo fare, è riciclare l’abito della mamma. Se ha un look poco attuale, o se ti sembra che non doni alla tua silhouette, puoi sempre ricorrere a un atelier con abiti da sposa ecosostenibili (ancora meglio se certificati): vuoi mettere, ad esempio, l’emozione di indossare un abito tessuto a mano al telaio? Anche senza arrivare a questi estremi, l’importante è rivolgersi a una sartoria italiana e prediligere i filati naturali come lino, canapa e cotone. Se il tuo budget è più limitato, puoi rivolgerti a negozi di noleggio abiti, un’altra soluzione che sta diventando sempre più popolre!

Quanto al bouquet, ti consigliamo di rinunciare ai fiori esotici e di puntare sui fiori di stagione coltivati in zona, meravigliosi nella loro semplicità: sappi che, fra le scelte di tendenza, ci sono anche i bouquet realizzati con piante aromatiche, scenografici e profumatissimi. 

Sei in cerca di altri consigli per il tuo giorno speciale? Nella nostra sezione dedicata alle “Idee matrimonio” trovi tante idee e guide che potrebbero esserti utili. Lasciati ispirare!

banner guide e consigli