matrimonio nel bosco

Con le sue atmosfere fatate e i suoi silenzi ancestrali, il bosco simboleggia il contatto con la natura e la ricerca del sé. Per le coppie pronte a convolare a nozze, rappresenta un set formidabile per l’album fotografico: una location intrisa di misticismo, dal fascino antico e profondo. Al di là dell’anima romantica, il matrimonio nel bosco cela non poche sfide dal punto di vista organizzativo: vediamo quali sono e come ovviare ai possibili disagi, per godersi solo il bello dell’evento.

Perché sposarsi nel bosco?

Le nozze a cielo aperto hanno sempre un che di speciale. Il matrimonio nel bosco, però, ha qualcosa in più. La purezza di un luogo maestoso, uno scrigno di bellezza che simboleggia il viaggio nell’ignoto, un po’ come il matrimonio. Questo tipo di location ha tutto ciò che serve per valorizzare il rito nuziale e l’album di nozze. Non serve sfoggiare grandi allestimenti, o spendere una fortuna per il floral design: la scenografia naturale basta e avanza per creare la magia. In tutte le stagioni: nel rigoglio primaverile, all’ombra degli alberi d’estate, nella meraviglia del foliage autunnale o – per i più arditi – tra gli scorci innevati.

Di contro, il matrimonio risulta più complicato da organizzare rispetto alla classica cerimonia: per trasformarlo in un successo, è fondamentale ottimizzare il budget e fare attenzione ai dettagli pratici.

Come organizzare un matrimonio nel bosco

La prima questione da risolvere, per chi vuole organizzare un matrimonio nel bosco, è la scelta della location. Tanto per cominciare dovrai decidere se limitarti alla sola cerimonia o se, al contrario, vuoi allestire anche il ricevimento nel bosco. La seconda opzione risulta, evidentemente, più impegnativa a livello di gestione e di costi. La cosa più semplice è ambientare le nozze in un’area boschiva privata, di pertinenza della struttura ricettiva – agriturismo, resort, golf club, ristorante – che organizza il banchetto. In questo modo potrai bypassare diversi problemi tecnici, come l’affitto dei bagni chimici, di una tensostruttura o gazebo per riparare gli ospiti, di un eventuale generatore di elettricità e altre strutture costose.

La cerimonia

Per ambientare il rito nuziale ti consigliamo di scegliere una location pianeggiante – come una radura ombreggiata da alberi d’alto fusto – situata a breve distanza dal luogo del ricevimento. Basterà allestire un romantico altare nel bosco, decorato con drappi bianchi e fiori intrecciati: un paio di sedie per gli sposi, qualche seduta aggiuntiva – anche in formato pouf –, un mini tappeto nuziale e il gioco è fatto. Puoi arricchire la cornice posizionando delle lanterne qua e là o appendere agli alberi dei nastri o delle ghirlande leggere.

Dimentica il classico lancio del riso: puoi sostituirlo con un lancio di petali di rosa, foglie o boccioli di lavanda. L’importante è che si tratti di materiali biodegradabili e “discreti” per non turbare l’equilibrio del bosco. 

Il ricevimento

Per rendere ancora più coinvolgente il matrimonio nel bosco puoi riprendere usanze tipiche come il classico taglio del tronco: un intrattenimento molto azzeccato, visto il contesto, che vede gli sposi “inscenare” le difficoltà di coppia, superando insieme – fra le risate dei presenti – le sfide che comporta. Per l’organizzazione del banchetto l’ideale è puntare sullo stile rustico, facendo accomodare gli ospiti su panche in legno o sedie in vimini colorate.

Puoi decorare le tavolate con mazzi di fiori di campo ed elementi naturali in linea coi colori e con le atmosfere di stagione, coronando il menu – preferibilmente a base di prodotti locali – con un’invitante naked cake. E per completare il servizio fotografico … che ne dici di una bella altalena decorata?

Consigli utili

Il matrimonio nel bosco può prevedere imprevisti di ogni sorta: ecco i consigli “salvavita” per essere pronti a tutto.

Verifica le autorizzazioni

Associare cerimonia e banchetto è una scelta che può allungare i tempi e causare notevoli disagi, come la necessità di effettuare ripetuti sopralluoghi per gestire le attrezzature. Se vuoi affittare lo spazio in autonomia, inoltre, dovrai ottenere i relativi permessi dal Comune – o dal proprietario del bosco in questione – per allestire l’evento. A meno che tu non voglia sobbarcarti stress e costi extra, meglio semplificare!

Valuta il fattore meteo

Hai considerato la possibilità di scambiarti le promesse nuziali sotto la pioggia? Non è un’ipotesi da scartare. L’importante è essere preparati: prevedi ombrelli per gli ospiti e un percorso agevole per raggiungere facilmente le auto in caso di maltempo. I tacchi a spillo, gli strascichi infiniti e gli abiti principeschi, come ovvio, non aiutano.

Attenzione al service luci

Una complicazione tipica per chi organizza un matrimonio nel bosco è l’illuminazione. Se sogni una cerimonia sotto le stelle, tieni presente che il service luci potrebbe incidere molto sul budget. Se non intendi rinunciare alla musica di sottofondo, ti consigliamo di puntare sugli strumenti acustici come l’arpa, tipica dei matrimoni in stile celtico e simili.

Rispetta il bosco

Tieni sempre a mente il fattore sicurezza: evita le fiamme libere e tutte le attrezzature che possono causare incendi o danneggiare la natura circostante. Fai attenzione a non lasciare rifiuti: entra in punta di piedi e abbi cura di lasciare il bosco come l’hai trovato.

L’idea del bosco non ti convince? Nella nostra sezione dedicata al “Matrimonio” trovi tanti suggerimenti e consigli per rendere il tuo giorno più bello indimenticabile!

I must have per il tuo matrimonio:

banner guide e consigli