matrimonio stile giapponese

Organizzare un matrimonio a tema è una sfida appassionante, specie per chi si confronta con tradizioni affascinanti come la cultura giapponese coi suoi antichi riti e i suoi raffinati codici estetici. Ogni dettaglio conta: dalla wedding stationery alla cerimonia del tè, l’omaggio alla tradizione nipponica richiede un attento studio dei particolari. Ecco i must del matrimonio in stile giapponese per donare alle nozze tutta la magia del Sol Levante. 

1. Abito e accessori in stile giapponese

Tranquilla, non sei tenuta a indossare un elaborato kimono da cerimonia: puoi concederti anche il classico abito da sposa bianco, ripulito dai fronzoli e dai volumi troppo sfarzosi. Per declinarlo a tema ti basterà un accessorio in stile, come una fascia decorata in vita o una molletta per capelli – il cosiddetto kanzashi – incorporata all’acconciatura. In alternativa puoi optare per il kimono in versione romantica e “rilassata”.

2. Partecipazioni in carta washi

Le partecipazioni di nozze hanno un fascino vintage a cui è difficile rinunciare, anche nell’era dei social. Tanto più se stai programmando un matrimonio in stile giapponese: la carta washi – tradizionalmente impiegata per gli origami – è una scelta quasi obbligata. Annoverata fra i patrimoni immateriali dell’umanità Unesco, è disponibile in tanti colori e motivi stilizzati: scegliere la grafica per gli inviti sarà un compito molto piacevole.

3. Segnaposto

Restando in tema di carta washi, che ne dici di impiegarla per creare dei segnaposto origami? Volendo puoi usare anche la carta di riso e realizzare le place card con le tue mani (scegli un motivo semplice per facilitarti il lavoro). Sul biglietto puoi indicare anche il nome degli invitati in versione giapponese, usando il sillabario katakana per adattarlo. Quanto al tableau de mariage e ai nomi dei tavoli, puoi ispirarti ai titoli dei fumetti e dei cartoni animati: lo stesso riferimento, a livello grafico, può essere utile anche per vivacizzare le escort card.

4. Fiori e decorazioni

A ben vedere, la carta è una scelta interessante anche per creare allestimenti “economici” – ma molto scenografici – in alternativa ai classici addobbi floreali. Una serie di ghirlande di origami bianchi a forma di gru, ad esempio, è perfetta per l’arco nuziale o come decorazione sospesa da fissare sopra i tavoli. Se ti piace osare, puoi azzardare anche una composizione di fiori kusudama per il bouquet. Camelie, azalee e fiori di ciliegio, in ogni caso, restano una scelta infallibile per creare l’atmosfera giusta, un po’ come i vasi di bonsai e i giardini zen.

5. Menu giapponese

Giustamente, chi riceve l’invito a un matrimonio in stile giapponese si aspetta una scorpacciata – o quantomeno un assaggio – di sushi. Per rendere l’esperienza soddisfacente, investi più che puoi sulla qualità delle materie prime, tenendo a mente il motto “less is more”. Come sempre l’estetica è fondamentale, anche in fatto di dolci: le specialità tipiche della pasticceria giapponese, come mochi e wagashi, assomigliano a piccole opere d’arte. Troppo belli per essere mangiati? Non proprio: sono buonissimi e si divorano in un sol boccone. Un consiglio: considera la possibilità di affiancare il menu giapponese a portate più tradizionali, per accontentare anche gli ospiti meno “cosmopoliti”.

6. Cerimonia del tè

Quando si pensa a una cerimonia in stile orientale, il pensiero corre veloce al rito del tè: una tradizione che può trasformarsi in un’ottima degustazione a prova di intenditore. Dal tè sencha, caratterizzato dal retrogusto dolciastro, al tè hojicha realizzato con foglie tostate, una ciotola tira l’altra. In aggiunta all’espresso – comunque irrinunciabile – puoi proporre un ottimo cappuccino matcha latte, preparato con tè verde e latte, oppure un matcha latte freddo per rinfrescarsi nelle giornate afose.

Suggerimenti:

7. Bomboniere in stile orientale

A proposito di cerimonia del tè, chi non ama le ciotole in stile giapponese? Se stai cercando un’idea per le bomboniere, con una coppia di ciotoline in ceramica farai sicuramente centro. Gli ospiti sono rimasti rapiti dal menu del matrimonio? Puoi omaggiarli con un cadeau a tema, come una miscela di tè o una confezione di dolcetti da gustare comodamente a casa.

8. Viaggio di nozze in Giappone

Il matrimonio in stile giapponese non è solo una tendenza, ma un modo per calarsi nelle tradizioni di una terra lontana, omaggiandone gli usi e i costumi, conosciuti magari in occasione di un viaggio. Se il Giappone è la tua destinazione dei sogni ma non l’hai ancora visitato, conviene rimediare organizzando un bel viaggio di nozze nel Paese del Sol Levante (tempo e budget permettendo). Difficile immaginare qualcosa di più romantico della fioritura dei ciliegi – detta hanami – da ammirare mano nella mano, nei parchi di Tokyo e Kyoto o nell’Hokkaido. Le attrattive che offre il Giappone, ovviamente, sono molte di più, non solo in primavera: vuoi mettere, ad esempio, una fantastica sciata all’ombra del monte Fuji?

I must have per un matrimonio in stile giapponese:

Per il giorno delle nozze puoi davvero usare la fantasia e scegliere temi o decorazioni più classiche o più stravaganti. Scopri tutte le nostre idee e i nostri consigli nella sezione dedicata al “Matrimonio“.