Stress da matrimonio

Organizzare un matrimonio può sembrare divertente … finché non arriva il momento di farlo davvero. Anche per chi ha una mentalità pratica e multitasking, far quadrare tutto è una sfida complicata: la cura del dettaglio può prendere la mano e ogni imprevisto può generare ansia. Essere perfezionisti non aiuta, ma neanche improvvisare troppo: come evitare la stress da matrimonio e come prendersi cura di se stessi tra un impegno e l’altro?

Le cause

Molti, almeno a parole, si dichiarano a favore del matrimonio “minimal” e convinti di poter gestire in modo brillante un evento così impegnativo, per non dire totalizzante. Alla prova dei fatti, avere un atteggiamento “easy” è molto difficile perché le complicazioni sono sempre in agguato. Di seguito trovi le cause più tipiche che scatenano lo stress da matrimonio.

L’ansia di pianificare tutto

Non basta un buon wedding planner per liberarsi dalle ansie prematrimoniali.  Fra bomboniere, scelta degli allestimenti, corse ad accaparrarsi la location migliore e budget che lievita a dismisura, il rischio di fissarsi sui dettagli è concreto. Tenere tutto sotto controllo è impossibile. Basti pensare al meteo: prevedere una copertura per il banchetto è un must, ma è meglio non concentrarsi troppo sulla prospettiva di un acquazzone.

Il diktat della forma fisica

Le foto di nozze non perdonano: vita natural durante, certificano la bellezza degli sposi, a costo di lunghi digiuni ed estenuanti sessioni di fitness. Per arrivare belli all’altare, poi, bisogna dormire tanto e bene, cosa non facile fra mille impegni. Per non parlare della scelta dell’abito, del trucco e dell’acconciatura: difficile azzeccare al primo tentativo.

La gestione degli inviti

Matrimonio allargato o per pochi intimi? Tavolo imperiale o tavoli rotondi? Inviti e partecipazioni sono una questione delicata e spesso si rischia di pestare la classica “buccia di banana”. Come distribuire i tavoli? Chi invitare al banchetto e chi alla cerimonia? Come evitare le frizioni fra parenti ed ex litigiosi? I presupposti per perdere il sonno non mancano.

Le conseguenze (e come risolverle)

Nonostante le migliori intenzioni, i preparativi del matrimonio possono trasformarsi in un incubo e guastare – almeno un po’ – l’emozione dell’evento. La soluzione, spesso, è più semplice di quanto immagini: vediamo come affrontare i disagi più comuni.

Notti insonni

Ti ritrovi a organizzare il matrimonio la sera dopo l’ufficio, sottraendo spazio ai tuoi hobby e ai tuoi momenti di relax? Per non esaurire le energie anzitempo, meglio delegare il più possibile al wedding planner e concentrarsi sulle buone abitudini: cena leggera, niente computer/cellulare prima di dormire e, soprattutto, vietato parlare sempre e solo dei preparativi di nozze.

Capelli ingestibili, pelle secca e irritabile

Lo stress da matrimonio può avere effetti evidenti a livello estetico, ad esempio con la comparsa di brufoli e imperfezioni cutanee. Se non puoi concederti otto ore di sonno filate, cerca almeno di non sovraccaricare la pelle col trucco, cura al massimo la detersione e, di tanto in tanto, rilassati con una maschera di bellezza (meglio se fai da te). Hai notato che i capelli si sporcano più facilmente? Cerca di essere tollerante coi tuoi capelli e non esagerare con shampoo e piastra.

Fame nervosa e pancia gonfia

Sicura che rinunciare alla pasta per perdere chili sia la soluzione migliore? Quasi senza accorgertene potresti cadere preda dei fuori pasto, poco salutari per definizione. Mangiare cibi pronti in tutta fretta non è una buona idea: prendersi il tempo per cucinare è il modo più intelligente per nutrirsi bene (nonché una strategia efficace per combattere l’ansia). Se ti senti la pancia gonfia puoi provare col finocchio o col carbone attivo.

Come evitare lo stress da matrimonio?

Non tutti sono bravi ad affrontare i cambiamenti e il matrimonio è sicuramente fra i più radicali. Pretendere troppo da se stessi non aiuta a gestire lo stress prematrimoniale: meglio ammettere le proprie difficoltà e sfoggiare un pizzico di autoindulgenza, senza farsi turbare dalle aspettative altrui.

Consigli per la sposa

Generalmente, è la futura sposa ad assumersi il carico maggiore per l’organizzazione delle nozze. Non prendertela se il partner sembra poco interessato ai dettagli: a dispetto dell’approccio pragmatico (o sbrigativo che dir si voglia) sarà pronto a riconoscere (magari a giochi fatti) l’ottimo lavoro che hai fatto. Se proprio non riesci a coinvolgerlo e a ripartire equamente gli sforzi, ricorda che il ricevimento dura un giorno, il matrimonio tutta la vita (o quasi).

Consigli per lo sposo

Il matrimonio (e i suoi preparativi) sono una bella sfida per la coppia: quando la stanchezza si accumula, è facile che si creino piccole tensioni. Il segreto è mostrare empatia verso il partner e cercare di sdrammatizzare all’occorrenza: ad esempio, organizzando una “fuga” last minute (come una gita o una cena romantica) per sorprendere la compagna e alleggerire lo stress. 

Un ultimo consiglio per evitare lo stress? Visita la nostra sezione dedicata al “Matrimonio“! Lì troverai tante idee e suggerimenti per aiutarti nell’organizzazione del tuo giorno speciale.

I must have per il tuo matrimonio: