Lo sapevi che pulire i termosifoni fa bene alla salute e ne migliora l’efficienza? Igienizzarli è molto importante per conservare gli arredi in ottimo stato e non solo: rimuovere lo sporco e la polvere, infatti, aiuta a prevenire allergie e riniti e a circondarsi di un ambiente più salubre. Inoltre, consente di migliorare il funzionamento dei radiatori. Per tutti questi motivi, tralasciare l’igienizzazione dei caloriferi non è una buona idea. Vediamo come pulire i termosifoni in modo accurato e qual è il momento migliore per farlo.   

Quando pulire il termosifone? 

La pulizia dei termosifoni viene spesso trascurata: a chi, del resto, non è successo di scordarsene per mesi (o addirittura anni)? Andrebbe eseguita tuttavia con una certa regolarità, per mantenere l’aria e l’ambiente sano. Oltre a spolverare regolarmente i termosifoni, ti consigliamo di eseguire una pulizia accurata – sia all’esterno che all’interno del radiatore – almeno una volta all’anno, preferibilmente nel periodo primaverile dopo aver staccato l’impianto di riscaldamento. A fine inverno, inoltre, è bene ricordarsi di aprire le valvole per evitare la formazione di sedimenti.  

Anche l’autunno è un buon momento, in attesa di rimettere in funzione i caloriferi: effettuare la pulizia in questo periodo consente di eliminare la polvere accumulata nel corso della bella stagione e di affrontare l’inverno coi radiatori in perfetto stato.

Come lavare e pulire i termosifoni per rimuovere sporco, polvere e tracce di ruggine? Scopriamo nel dettaglio quali prodotti conviene utilizzare. 

Eliminare la polvere  

Il classico termosifone in ghisa non è così semplice da pulire: la forma a fisarmonica rende piuttosto difficoltosa (e imprecisa) la rimozione della polvere. Non scoraggiarti: basterà dotarsi di uno scovolino o di una spazzola apposita per raggiungere facilmente ogni anfratto e ogni fessura del termosifone. In alternativa puoi ricorrere al beccuccio dell’aspirapolvere – o al phon –, avendo cura di rivestire i dintorni dei radiatori con un panno o un asciugamano umido che fungerà da cattura-polvere.  

Come togliere gli aloni neri sopra i caloriferi 

I classici “baffi” neri sopra i termosifoni non sono belli da vedere, né facili da togliere. La loro formazione è dovuta al calore dei radiatori che tende a sospingere verso l’alto la polvere e a farla condensare. Per pulire il muro e per eliminare la polvere rappresa puoi aiutarti con una gomma: in questo caso, però, dovrai armarti di molta pazienza. Un modo più veloce è detergere le superfici annerite con acqua tiepida e sapone di Marsiglia, facendo attenzione ad arieggiare il locale e a far asciugare bene.   

Come pulire i termosifoni ingialliti o arrugginiti

Col tempo i radiatori tendono a ingiallire a causa dell’accumulo di polvere, fumo e grassi di cottura. Per riportarli a nuovo puoi ricorrere al bicarbonato di sodio (o candeggina) diluito in acqua. In alternativa puoi utilizzare un prodotto spray per la pulizia del forno. Hai notato delle macchie? Prova a rimuoverle detergendo i termosifoni con acqua e sapone di Marsiglia o ad igienizzarle con alcool e aceto. Hai provato vari rimedi ma il risultato non ti soddisfa? Forse è il caso di valutare un restyling dei termosifoni con una vernice bianca o colorata: i radiatori, e ben vedere, possono trasformarsi in un ottimo elemento decorativo. 

Come pulire i termosifoni arrugginiti? In questo caso dovrai munirti di carta vetrata o spazzola con setole abrasive e sfregare la superficie del calorifero per ripulirla dalla ruggine. Applica quindi un prodotto antiruggine e aspetta che agisca. Volendo puoi aggiungere della cera d‘api in superficie: aiutati con un pennello per applicarla in modo uniforme e fai asciugare bene. A proposito: se hai deciso di riverniciare i termosifoni in ghisa o in alluminio, ricordati di applicare prima l’antiruggine e di utilizzare uno smalto specifico resistente alle alte temperature. 

Scopri la nostra Westwing Collection:

Come pulire l’interno, le valvole e le vaschette

Igienizzare a fondo i caloriferi richiede pazienza. Come pulire i termosifoni in modo facile e veloce, senza tralasciare i punti più difficili? Semplice: con l’aiuto del lavaggio a vapore. Esso consente di eliminare le macchie e di prevenire la formazione di ruggine e muffa. Di tanto in tanto è bene pulire anche l’interno del termosifone. Non temere, non è così difficile: basterà aprire la valvola e far sfiatare il radiatore raccogliendo l’acqua in una bacinella. In questo modo, oltretutto, potrai liberare il radiatore dalla presenza di bolle d’aria e migliorarne il funzionamento. 

Spesso si tende poi a sottovalutare un dettaglio: la pulizia dei deumidificatori e della vaschetta dell’acqua, potenziale ricettacolo di sporco e batteri. A questo scopo puoi utilizzare una soluzione preparata con acqua, limone e bicarbonato in cui immergere i contenitori da igienizzare (senza dimenticare le valvole). 

Come vedi, bastano pochi semplici “ingredienti” per pulire a fondo i termosifoni. Leggi tutti i nostri consigli per pulire e tenere in ordine la casa coi migliori rimedi fai da te!