CI SIAMO: FINO AL -70% NEL CYBER MONDAY SALE DI WESTWINGNOW!

Sedia e decorazione davanti a una grande finestra

Pulire i vetri delle finestre è una delle faccende domestiche meno amate. Non solo richiede tempo e attenzione ai dettagli, ma spesso i risultati che si ottengono sono tutt’altro che soddisfacenti. Macchie e aloni continuano a tormentarci nonostante l’impegno: come pulire i vetri in modo davvero efficace? In questo articolo troverai qualche consiglio utile per far risplendere finestre e porte a vetri, anche grazie a rimedi naturali per una pulizia ecologica ed economica!

Quante volte ti è capitato, dopo ore dedicate alla pulizia delle finestre, di trovare fastidiosi aloni ancora lì a fissarti? Quanto tempo hai sprecato passando e ripassando sopra agli stessi punti? Per evitare questo spiacevole scenario bisogna avere gli strumenti e le tecniche giuste.

Tra le varie attività comprese nelle pulizie di casa, questa è probabilmente una delle più ostiche, ma non è impossibile. Ecco come pulire i vetri senza aloni un passo alla volta.

Come pulire i vetri: quando e quanto

Prima di entrare nel vivo della questione, alcune indicazioni pre-pulizia. Prima di tutto è consigliabile pulire le finestre almeno una volta al mese: con una pulizia regolare eviterai di dover andare a fondo, guadagnando tempo ed energie.

In secondo luogo, è opportuno fare attenzione anche al tempo atmosferico. Come è facile immaginare, dedicarsi alla pulizia dei vetri in una giornata di pioggia non è una decisione saggia. Ma anche le giornate di sole andrebbero evitate. Il sole, infatti, tende ad asciugare i vetri troppo velocemente, senza dare tempo ai prodotti di agire e lasciando quei fastidiosi aloni. Inoltre, pulire i vetri in una giornata di sole splendente può essere molo difficoltoso a causa dei riflessi. Meglio dunque affrontare questa attività quando il tempo è coperto.

Come pulire i vetri passo dopo passo

Passiamo ora alla parte pratica. Ecco le fasi principali da seguire per assicurarti vetri splendenti e senza macchie.

  1. Lava le tende

    Per prima cosa togli le tende e mettile in lavatrice, così saranno belle e profumate per quando avrai finito.

  2. Passa agli infissi

    Anche se spesso li trascuriamo è importante pulirli, sia all’interno che all’esterno. Elimina prima la polvere per poi procedere al lavaggio vero e proprio, scegliendo i prodotti da utilizzare in base al materiale di cui sono fatti gli infissi.

  3. Scegli un prodotto per i vetri

    Scegli un detergente appropriato, sia esso un prodotto industriale o una soluzione ecologica fai-da-te. Per evitare la formazione di aloni meglio utilizzare acqua distillata.

  4. Usa un panno in microfibra

    Dopo aver spolverato i vetri, passa al lavaggio. I metodi migliori sono un panno in microfibra o una spatola apposita.

  5. Fai movimenti dall’alto al basso

    Passa sulla superficie del vetro con movimenti dall’alto verso il basso. Terminata la prima passata, sciacqua e strizza bene il panno e ripassa nuovamente.

  6. Passa all’asciugatura

    Qui la cara, vecchia carta di giornale è infallibile per rimuovere gli aloni. In alternativa usa un panno in microfibra asciutto o pelle di daino. Per i perfezionisti consigliamo lavavetri e aspiragocce.

Come pulire i vetri: errori da evitare

Per evitare di vanificare ore di lavoro o, peggio, di danneggiare i vetri, ecco alcune cose da non fare:

  1. Utilizzare spugne ruvide o abrasive che potrebbero segnare il vetro.
  2. Usare acqua fredda: quella calda ha un maggior potere sgrassante.
  3. Non diluire i detersivi nell’acqua.
  4. Asciugare i vetri con scottex o carta da cucina che potrebbero lasciare particelle difficili da rimuovere.

Rimedi fai-da-te per pulire i vetri

Come abbiamo accennato, oltre ai detergenti tradizionali, esistono diverse alternative fatte in casa, a volte anche naturali ed ecologiche, per lavare le finestre. Ecco le migliori soluzioni fai-da-te per avere vetri splendenti.

Acqua e aceto bianco

Versa 100 ml di aceto bianco in mezzo litro d’acqua. Metti il composto in un contenitore spray e…rimboccati le maniche! L’aceto è un ottimo sgrassante naturale, migliore di molti detersivi che si trovano in commercio.

Detersivo per piatti e limone

In mezzo litro di acqua calda aggiungi mezzo bicchiere di alcol, un cucchiaino di detersivo per i piatti e il succo di mezzo limone. Come sopra, metti il tutto in un contenitore spray e asciuga con carta di giornale.

Patata cruda

Un trucco che conoscono in pochi. Taglia una patata a metà, strofinala sul vetro e risciacqua con acqua calda: un modo perfetto per sgrassare i vetri e farli risplendere.

Suggerimenti:

Ora che hai pulito i vetri, non resta che pulire il resto della casa! Visita la nostra sezione “Ordine e Pulizia” per scoprire come mettere ordine in casa risparmiando tempo e con metodi fai da te.